Nokia 808 PureView: primi scatti italiani del cellulare a 41 megapixel in anteprima

Nokia 808 PureView: primi scatti italiani del cellulare a 41 megapixel in anteprima

di Roberto Colombo, pubblicata il 23 Maggio 2012, alle 11:36

“Alla presentazione italiano del nuovo Nokia 808 Pure View, cellulare con sensore da 41 megapixel, siamo riusciti a 'rubare' alcuni scatti”

Nokia 808 PureView è stato sicuramente una delle novità più interessanti dello scorso Mobile World Congress di Barcellona. Si tratta di un camera-phone molto sbilanciato sul fronte fotografico: a fronte di caratteristiche tecniche non da primato e del sistema operativo Symbian, ormai in netto e continuo declino, Nokia 808 PureView mette a disposizione un sensore da 41 megapixel.

Come abbiamo già detto nel nostro primo contatto dal MWC di Barcellona la mossa di Nokia non è dettata dalla semplice voglia di esagerare, ma vede alle spalle un progetto molto interessante, tale da essere in grado di portare una ventata di novità nel mondo dell'imaging.

Come è possibile leggere dal documento tecnico messo a disposizione di Nokia, il progetto PureView è un modo intelligente per sfruttare un sensore di buone dimensioni (1,/1,2" - grande poco meno di quello utilizzato sulle mirrorless Nikon 1) in maniera differente a seconda delle situazioni e delle necessità.

Quando la priorità è la qualità fotografica i diversi pixel che formano la superficie del sensore vengono processati 'a grappolo': in questo modo ogni grappolo (che andrà a costituire un pixel dell'immagine finale a 8 megapixel) è sensibile a tutte le lunghezze d'onda della luce e il processamento dell'immagine non richiede l'operazione di demosaicing, tipica invece di quasi tutti i sensori in circolazione che si basano sull'utilizzo della matrice colorata Bayer.

I risultati, sebbene in arrivo da una versione non definitiva del cellulare, sono davvero buoni, come dimostra questo scatto ripreso dal nostro Davide ieri sera alla presentazione italiana del cellulare. Si tratta di uno scatto in condizioni ottime e controllate, ma in ogni caso la qualità finale della foto è davvero elevata, soprattutto nella riproduzione dei toni e dei particolari fini.


Uno scatto in modalità 8 megapixel

La qualità è maggiore di molte fotocamere compatte accreditate di pari risoluzione: buone sono la resa dei colori, la gamma dinamica, la resa dei dettagli e la pulizia e l'assenza di grana anche nelle zone d'ombra.


Uno scatto in modalità 8 megapixel in condizioni difficili

In condizioni difficili (molto difficili, uno scatto in condizioni di scarsa illuminazione in mezzo alla calca) il nuovo Nokia PureView 808 dimostra comunque di riuscire a portare a casa uno scatto laddove atri cellulari alzerebbero bandiera bianca.

I 41 megapixel del sensore possono poi essere usati per mettere a disposizione uno zoom digitale senza perdita di qualità. Oppure possono essere utilizzati per scatti 'da medio formato' alla risoluzione di 38 megapixel in formato 4:3.


Uno scatto in modalità 38 megapixel

I risultati non sono per niente male nemmeno in questa configurazione, anche se non reggono certamente il confronto con le fotocamere accreditate di un numero simile di megapixel. Il rivolto della medaglia è poi il peso dei file, questo ad esempio occupa ben 12MB. I file degli scatti a 8 megapixel pesano invece tra 1,5 e 2,5 MB. Nella nostra galleria fotografica trovate altri particolari al 100% in visualizzabili a tutto schermo:

Tutto oro quello che luccica? Purtroppo il motto ha sempre ragione e la risposta è 'No' Se il peso dei file è un risvolto accettabile lo sono meno i €599 che bisognerà sborsare a partire da fine giugno per portarsi a casa uno smartphone basato su sistema operativo Symbian, ormai destinato a lasciare definitivamente il passo a OS più attuali.

In merito Nokia era stata chiara: PureView 808 arriva sul mercato su Symbian perché per anni il progetto è stato sviluppato su quella piattaforma. Rappresenta solo un primo passo per il colosso finlandese, che a mezza voce ha già lasciato intendere che se la tecnologia avrà successo potrà sbarcare anche sui sistemi operativi attuali, come Windows Phone.


Commenti (45)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: acerbo pubblicato il 23 Maggio 2012, 11:45
Come ho già detto ritengo l'idea molto valida, è la sua applicazione che è folle. Mettere questa tecnologia su uno smartphone symbian da 600 euro è una idiozia commerciale.
Commento # 2 di: Bakaras pubblicato il 23 Maggio 2012, 11:49
41 mp su un telefono?
tanto vale mettere la circuiteria 3g sulle reflex.
Commento # 3 di: the_joe pubblicato il 23 Maggio 2012, 11:52
Originariamente inviato da: Bakaras
41 mp su un telefono?
tanto vale mettere la circuiteria 3g sulle reflex.




E credo che te lo sia proprio meritato.............


Invece di guardare solo il numerino, prova a vedere la tecnologia che c'è dietro e soprattutto i risultati tenendo bene a mente che si tratta di un telefono le reflex lasciamole dove sono che stanno bene lì.
Commento # 4 di: caurusapulus pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:04
Originariamente inviato da: the_joe
Invece di guardare solo il numerino, prova a vedere la tecnologia che c'è dietro e soprattutto i risultati tenendo bene a mente che si tratta di un telefono le reflex lasciamole dove sono che stanno bene lì.


Esatto.
Tanto per intenderci, Nokia hanno lavorato 5 anni per realizzare un telefono così. http://youtu.be/lY_niQjM7Ao
Chapeau a Nokia, non tutti hanno le risorse per permettersi un tale azzardo.
Commento # 5 di: v1doc pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:09
Guardate le ISO delle foto.
Quelle "buone" hanno tutte un numero basso di ISO.
Ne ho trovata una 400 ISO, giustamente è un ammasso informe di pixel.
CVD.
Commento # 6 di: Bakaras pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:09
Originariamente inviato da: the_joe


E credo che te lo sia proprio meritato.............


Invece di guardare solo il numerino, prova a vedere la tecnologia che c'è dietro e soprattutto i risultati tenendo bene a mente che si tratta di un telefono le reflex lasciamole dove sono che stanno bene lì.



il tapiro? per cosa ?

tenendo a mente che si tratta di un TELEFONO e non di una fotocamera si, la tecnologia che c'è dietro è interessante , un po meno la scelta del SO ( symbian? ancora nel 2012 ? ) e nutro qualche perplessità per quanto riguarda la batteria.
Per come la vedo io la fotocamera su un telefono deve essere una feature aggiuntiva, non il MAIN CORE del device.
Commento # 7 di: leddlazarus pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:10
potrebbero vendere il brevetto per produrre compattine da 200-250€
Commento # 8 di: acerbo pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:11
Originariamente inviato da: caurusapulus
Esatto.
Tanto per intenderci, Nokia hanno lavorato 5 anni per realizzare un telefono così. http://youtu.be/lY_niQjM7Ao
Chapeau a Nokia, non tutti hanno le risorse per permettersi un tale azzardo.


Ma Nokia si occupa di telefonia o di fotografia? Stanno licenziando migliaia di dipendenti ogni anno da una parte e hanno lavorato 5 anni a questa tecnologia che per una azienda che opera nella telefonia è giusto una feature? Per carità i risultati sono ottimi e la tecnologia è una figata, ma forse se impegnavano tempo e risorse ad evitare il tracollo di vendite tamponato in parte grazie all'accordo con Microsoft avrebbero fatto meglio. Temo che un giorno neanche troppo lontanto incarteranno azienda brevetti e venderanno tutto al miglior offerente.
Commento # 9 di: acerbo pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:14
Originariamente inviato da: leddlazarus
potrebbero vendere il brevetto per produrre compattine da 200-250€


Ma non credo proprio. Penso che per funzionare questa tecnologia abbia bisogno di una certa potenza elaborativa che sugli smartphone ormai è presente anche sulle fasce medie.
Commento # 10 di: caurusapulus pubblicato il 23 Maggio 2012, 12:19
Originariamente inviato da: acerbo
Ma Nokia si occupa di telefonia o di fotografia? Stanno licenziando migliaia di dipendenti ogni anno da una parte e hanno lavorato 5 anni a questa tecnologia che per una azienda che opera nella telefonia è giusto una feature? Per carità i risultati sono ottimi e la tecnologia è una figata, ma forse se impegnavano tempo e risorse ad evitare il tracollo di vendite tamponato in parte grazie all'accordo con Microsoft avrebbero fatto meglio. Temo che un giorno neanche troppo lontanto incarteranno azienda brevetti e venderanno tutto al miglior offerente.


Il problema è che hanno avuto una poco lungimirante politica di scelte aziendali sul loro main business (appunto, il discorso di far uscire un terminale così Symbian oggi sembra una assurdità, ma 5 anni fa no).
Certo col senno di poi è facile parlare, ma ricordiamoci che Nokia ha perso la leadership di vendite sui cellulari a favore di Samsung da pochissimo.

Poi, probabilmente, la tecnologia di questo cellulare in particolare era già a buon punto, e tagliare il ramo di ricerca avrebbe casomai portato più perdite che profitti. Inoltre, sempre tra le mie ipotesi, questa è una tecnologia non certamente fine a se stessa, 'riciclabile' in un futuro prossimo anche su un terminale concorrenziale con quelli attuali delle controparti.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »