Nikon guida il mercato italiano secondo i dati GFK

Nikon guida il mercato italiano secondo i dati GFK

di Roberto Colombo, pubblicata il

“I dati GFK confermano 'l'anomalia italiana': nonostante Canon a livello mondiale guidi la classifica, in Italia la leadership è saldamente nelle mani di Nikon”

In occasione della presentazione del suo sistema mirrorless Nikon 1, il colosso giapponese, impersonato in Italia dal distributore Nital, ha voluto delineare la situazione di mercato attuale, con l'ausilio dei dati GFK. Il primo dato interessante è il confronto tra i più importanti mercati europei, dove l'Italia si posiziona in quarta posizione in termini di unità vendute, pari a 1,8 milioni di pezzi, ma scende di un gradino dietro la Spagna considerando la spesa media pro capite. I primi tre Paesi (Germania, UK e Francia) hanno spese procapite molto più elevate, segnale di una maggiore penetrazione della fotografia e di una preferenza per i prodotti a maggiore valore aggiunto.

Le compatte fanno sempre la parte del leone, aggiudicandosi più del 90% a volume del mercato, anche se con un trend in decrescita. Il maggiore prezzo medio di acquisto accredita alle fotocamere con ottiche intercambiabili il 30% del mercato a valore (dati giugno-luglio 2011) con una crescita del 5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. I motivi di questa crescita sono da ritrovare nella generale crisi delle compatte, nel successo delle reflex entry level e nell'espansione dei sistemi mirrorless.

Di fronte a questi dati la scelta di Nikon di un sistema EVIL non in competizione diretta con le reflex, ma con un distacco importante dal mondo delle compatte appare sensata e ben ponderata. A ciò si aggiunge la decrescita del prezzo medio di acquisto delle compatte, segnale, assieme ai dati molto positivi delle reflex, di una polarizzazione del mercato: la compatta deve essere economica e la concorrenza si gioca molto sul prezzo, chi è alla ricerca della qualità ha cominciato a guardare sempre di più verso altri lidi.

I dati GFK confermano 'l'anomalia italiana' che a fronte di una leadership mondiale nelle mani di Canon, vede Nikon trionfare nel nostro Paese sia nelle compatte, sia nelle ottiche intercambiabili (che in Italia è praticamente sinonimo di reflex, vista la debole diffusione delle EVIL). Dato interessante della slide relativa a questi dati è quello riferito al mercato a valore: pur avendo perso qualche punto percentuale in termini di market share, la casa giallo nera ha visto crescere nell'ultimo anno la sua quota di mercato a valore, segno di un aumentato prezzo di acquisto medio delle sue soluzioni reflex, ribaltando la precedente situazione. Nell'aggregato compatte+reflex Nikon rappresenta a valore quasi un terzo del mercato italiano, con una crescita costante del market share negli ultimi anni.

Il merito dei risultati è da accreditare a un susseguirsi di best seller: dal 2005 ad oggi la fotocamera compatta più venduta in Italia porta sul corpo il marchio Nikon Coolpix, mentre in ambito reflex prima D60, poi D3000 e D3100 sono riuscite a strappare lo scettro alle entry level Canon, dopo anni di dominio di Canon EOS 350D.


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Chelidon pubblicato il 26 Settembre 2011, 18:42
Ma come mai queste diapositive sono così "poco comprensbili", non si potevano riassumere in grafici rielaborati qui nella pagina? Sarebbero stati anche un po' più immediati.. Poi chi è che li ha fatti e perché hanno nascosto le statistiche sui concorrenti?
Se li interpreto correttamente vorrebbe dire che il primo competitore reflex (che immagino sia canon) ha solo il 15% del mercato (al pari degli altri due di seguito)! Sulle reflex era molto prevedibile che nital vincesse in Italia su canon, ma fino a questo punto?! Addirittura dall'epoca della 350d (cioè eoni in campo fotografico)

Senza parlare del fatto che è parecchio divertente se le compatte più vendute negli ultimi 6 anni risultassero le coolpix, con buona pace di chi ancora crede che siano i forum a formare le opinioni sul mercato! In quale forum italiano si è mai parlato bene di una compatta nikon!!?
Commento # 2 di: RR2 pubblicato il 27 Settembre 2011, 11:01
Probabilmente è una sciocchezza, ma è possibile che parte della causa "dell'anomalia italiana" sia data dalla garanzia Nital?
Se devo comprare una d3100 o una d7000 la prendo Nital, certo la pago un po' di più ma ho 3 anni di garanzia per le macchine e 4 per le ottiche, se devo comprare una Canon la prendo in Europa dove costa meno, tanto ho sempre 2 anni di garanzia.
Commento # 3 di: raptus pubblicato il 27 Settembre 2011, 11:03
... A me delle compatte Nikon, le coolpix hanno SEMPRE parlato bene. Non frequento molto i forum, essendomi allontanato dalla fotografia qualche anno fa (proprio dopo l'acquisto della D70). Aspetto quindi altre opinioni!
Commento # 4 di: Ginopilot pubblicato il 27 Settembre 2011, 11:31
nital solo se non costano troppo di piu'. Altrimenti il salasso e' ingiustificato.
Commento # 5 di: axem pubblicato il 27 Settembre 2011, 19:34
L'unico punto debole nell'offerta nikon sono le compatte premium.. òa P7100 non è all'altezza delle concorrenti..

Se solo le nuove mirrorless costassero meno...

Comunque non è escluso; visto le funzionalità presenti si indirizzano ad un pubblico consumer
BenQ Monitor