Leica scende sott'acqua a 15 metri di profondità con la nuova Leica X-U

Leica scende sott'acqua a 15 metri di profondità con la nuova Leica X-U

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Leica spiazza tutti e mette sul piatto una compatta con sensore APS-C e ottica 23mm F1.7 in grado di accompagnare i sub fino a 15 metri di profondità!”

Leica non è certo il primo nome che viene in mente pensando a una fotocamera rugged, ma il produttore tedesco sta dimostrando grande dinamicità e ha proprio oggi presentato la nuova Leica X-U, la prima compatta APS-C in grado di scendere a 15 metri di profondità sott'acqua. Dotata di obiettivo Leica Summilux 23 mm f/1.7 ASPH (equivalente ad un 35 millimetri nel formato 35 mm) è un prodotto che saprà catturare l'attenzione di molti, rappresentando una novità non da poco nel settore delle compatte rugged. All'interno del corpo troviamo un sensore CMOS da 16,2 megapixel, capace di registrare filmati Full HD 1920x1080 a 30 fotogrammi al secondo in formato MP4.

Leica X-U è antiurto e infrangibile, a prova di freddo e di polvere e permette di metter a fuoco a partire dalla distanza di 20 centimetri. Per il design Leica si è affidata a un altro nome tedesco, Audi Design, che aveva firmato già in precedenza alcuni dei modello dello storico produttore di Wetzlar. Audi ha scelto una calotta in alluminio e un rivestimento in TPE ad alta presa per il corpo e ha posizionato il flash integrato in asse con l'obiettivo, appena sopra la lente frontale. Gli slot per la batteria e la scheda di memoria sono resi sicuri da un doppio sistema di bloccaggio, per evitare aprture accidentali. La Leica X-U (Typ 113) è in vendita a partire da oggi, il prezzo al pubblico è di 3.300 euro.


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: roccia1234 pubblicato il 20 Gennaio 2016, 17:01
Come da tradizione audi, sono dei maestri nel fare design anonimi .

Interessante il fatto che sia "sommergibile"... anche se il prezzo è proprio da leica .

Io mi chiedo una cosa... ma tutte queste macchine sommergibili (come anche la nikon AW1 e le varie compattine) di che manutenzione hanno bisogno?

Perchè le nikonos e nikonos RS hanno bisogno di una manutenzione notevole e ad intervalli regolari e di essere trattate in un certo modo prima e dopo l'immersione.
Un errore, anche piccolo (granello di sabbia nell'o-ring), può costare molto, molto caro.
Commento # 2 di: marck77 pubblicato il 20 Gennaio 2016, 20:31
Ma mi faccia il piacere!

E io dopo che ho speso 3300€ me la porto in acqua rischiando di allagarla per un nonnulla?
Commento # 3 di: Marko#88 pubblicato il 21 Gennaio 2016, 00:06
Originariamente inviato da: marck77
E io dopo che ho speso 3300€ me la porto in acqua rischiando di allagarla per un nonnulla?


Certo, altrimenti perchè prendere una fotocamera subacquea? Io ho una reflex tropicalizzata e non mi faccio nessuna remora ad utilizzarla sotto la pioggia. Se fosse sub ci andrei sott'acqua ovviamente.
Commento # 4 di: rockrider81 pubblicato il 21 Gennaio 2016, 09:15
Da istruttore SUB appassionato video e foto non esiste proprio che mi porto € 3.300 nudi sotto l'acqua salata.

Premesso che la macchina sarà ottima (sotto la pioggia) ma bisogna anche dire che la stragrande maggioranza delle immersioni sono sempre un pò sotto i -15 mt. pertanto sei sempre a rischio ; in questo caso ci sarebbero + di 2.5 ATM di pressione.

Sulle Nikonos anni 80 ho visto micro anellini in gomma O-ring leggermente rigati che hanno causato l'allagamento , e con l'acqua salata butti via tutto.

Oggi sotto vedi solo fotocamere dentro a scatole di policarbonato con l'apparecchio all'interno , per i video le Go-Pro originali o cloni che fanno riprese stupende.


Commento # 5 di: roccia1234 pubblicato il 21 Gennaio 2016, 09:37
Originariamente inviato da: rockrider81
Da istruttore SUB appassionato video e foto non esiste proprio che mi porto € 3.300 nudi sotto l'acqua salata.


Le nikonos, specie le RS, costavano ben di più.
E arrivavano a 50 metri (100 metri la RS) senza alcuno scafandro esterno.

Premesso che la macchina sarà ottima (sotto la pioggia) ma bisogna anche dire che la stragrande maggioranza delle immersioni sono sempre un pò sotto i -15 mt. pertanto sei sempre a rischio ; in questo caso ci sarebbero + di 2.5 ATM di pressione.


Sinceramente nemmeno io porterei questa in acqua salata. Sul lago o simili avrei pochi scrupoli, ma in mare... sinceramente no. L'acqua salata è una brutta bestia.
Penso, comunque, che questa punti al massimo a chi fa snorkeling che solitamente non "va giù" come il sub con le bombole.

Sulle Nikonos anni 80 ho visto micro anellini in gomma O-ring leggermente rigati che hanno causato l'allagamento , e con l'acqua salata butti via tutto.


Le nikonos, come ho scritto, necessitano di una manutenzione molto precisa, quasi maniacale, sia prima che dopo l'immersione e ad intervalli di tempo ben precisi.

Prima di OGNI immersione, tutti gli oring ispezionabili dall'utente* vanno estratti dai loro incavi (sono 4 nelle nikonos V), controllati sia nello stato sia nella forma. Se sono anche solo "ovalizzati" o comunque rimangono schiacciati, vanno sostituiti. Dopodichè vanno ingrassati con l'apposito grasso nikonos, rimessi nella loro sede stando attenti a non introdurre sporcizia e poi si può richiudere lo scompartimento.

A fine uscita, va messo tutto in acqua NON salata prima che si asciughi (o se non possibile tenerla a mollo anche in acqua salata) e vanno ri-verificati e ri-ingrassati gli oring prima di scendere di nuovo.

* alcuni oring interni (mi pare 7 nella Nik V) necessitano di un fotoriparatore per essere sostituiti.

Ogni anno vanno sostituiti tutti gli oring (interni ed esterni) e provata la macchina e lenti in camera iperbarica.

Un oring "rigato" non è mica una cosa da poco, anzi, è un difetto molto grosso e una leggerezza altrettanto grossolana è portare giù una macchina con un oring in quelle condizioni.

Riguardo il "butti via tutto"... è vero con le V, IV ed RS che sono elettroniche.

Ma le III e precedenti, completamente meccaniche, se "soccorse" in breve tempo sopravvivono anche all'allagamento .
BenQ Monitor