La reflex filmata a 10.000 fps: come lavorano specchio e otturatore

La reflex filmata a 10.000 fps: come lavorano specchio e otturatore

di Alberto De Bernardi, pubblicata il

“I ragazzi di Slow Mo Guys hanno puntato la loro videocamera da 10.000 fps sul gruppo specchio-otturatore di una reflex in fase di scatto. Ecco il risultato. ”

Solitamente le reflex vengono utilizzare per riprendere altri soggetti, ma i ragazzi di Slow Mo Guys (questo il loro canale YouTube) hanno deciso di farne il soggetto di una delle loro riprese.

Come si può intuire dal nome, il canale è dedicato alla ripresa in super slow-motion (10.000 fps!) di eventi più o meno spettacolari (piccole esplosioni e simili), che grazie alla ripresa rallentata acquisiscono un fascino speciale.

Nel caso della reflex, hanno utilizzato la loro attrezzatura da 150.000 dollari per filmare specchio e otturatore durante lo scatto. Il filmato in sé non richiede molti commenti - tutti sono a conoscenza del meccanismo di ribaltamento dello specchio e del funzionamento dell'otturatore a tendina. Semmai può essere utilizzato a scopo didattico per mostrare il significato del tempo syncro flash, e come oltre certi tempi di scatto la seconda tendina parta prima che la prima tendina sia arrivata a destinazione.

Il senso del video sta comunque tutto nella spettacolarità delle immagini. Ricordare che, per alcuni modelli, il complesso movimento può essere ripetuto 12 o 14 volte al secondo non fa che accrescere la meraviglia.  


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: SeleSnia pubblicato il 03 Febbraio 2015, 14:35
Che figata! Insegna molto!
Commento # 2 di: Bestio pubblicato il 03 Febbraio 2015, 15:50
Interessante! Noto che c'è parecchio ritardo da quando si chiude lo specchio a quando si apre la tendina, come reattività c'è ancora un buon margine di miglioramento.
Commento # 3 di: ^Alex^ pubblicato il 03 Febbraio 2015, 16:06
Il passaggio della tendina da 1/8000 di sec. è veramente incredibile.
Bestiale!
Commento # 4 di: Paolo_D pubblicato il 03 Febbraio 2015, 17:25
Velocità della tendina

Originariamente inviato da: ^Alex^
Il passaggio della tendina da 1/8000 di sec. è veramente incredibile.
Bestiale!


La velocità delle tendine è sempre uguale in tutti gli scatti, e corrisponde al tempo di sincronizzazione del flash della macchina (in questo caso, 1/250 di secondo).
Il valore di 1/8.000 di secondo è invece il tempo di permanenza della luce sul sensore, e viene ottenuto variando il tempo che trascorre tra la partenza della prima tendina e la partenza della seconda tendina, che, ripeto, viaggiano entrambe sempre a 1/250 di sec.
O sbaglio?
Commento # 5 di: Zenida pubblicato il 04 Febbraio 2015, 02:02
Interessante, da non fotografo, non conoscevo le dinamiche di scatto di una dslr... inoltre ancora più interessanti le conseguenze di questa meccanica, ovvero il momento storico differente tra la parte alta e bassa dell'immagine, oltre a spiegare alcuni artefatti come le immagini in movimento, crea un effetto quasi paranormale nel caso del tappo di spumante, dove si vede l'ombra dello spumante già sulla maglia mentre il tappo è ancora al suo posto
Commento # 6 di: Hauser pubblicato il 04 Febbraio 2015, 11:26
...

@ Paolo_D
Esatto, non ti sbagli; la velocità delle tendine è sempre la stessa; il 250 è il tempo di massima rapidità in cui la II tendina parte quando la I ha raggiunto il fondocorsa lasciando "scoperto" il sensore, ed è per questo che è anche il tempo di synchroflash. Salendo con la rapidità, il sensore rimane esposto da "lame di luce" di superficie inversamente proporzionale al tempo di otturazione.
BenQ Monitor