Kodak: 5 megapixel e più sensibilità per i cellulari

Kodak: 5 megapixel e più sensibilità per i cellulari

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Kodak mostrerà al Mobile World Congress un nuovo sensore che promette compattezza e più sensibilità in condizioni di scarsa illuminazione”

Kodak ha unito la tecnologia di Matrice Filtro Colore recentemente annunciata, a quella CMOS, per creare il sensore Immagini KODAK KAC-05020, il primo sensore  da 5 megapixel con pixel da 1.4 micron.

Progettato per fotocamere consumer, come ad esempio, quelle incorporate nei telefoni cellulari, il nuovo sensore Kodak promette di offrire un livello superiore di risoluzione con pixel di dimensioni ottiche ridotte. Ma, a differenza degli altri sensori con dimensioni dei pixel ridotti che producono immagini di qualità scadente soprattutto in condizioni di scarsa luminosità, i pixel da 1.4 micron utilizzati nel sensore KAC-05020 Image dovrebbero garantire immagini di qualità anche migliori dei sensori CMOS utilizzati comunemente con pixel da 1.75 micron.

La sensibilità alla luce nel nuovo sensore è aumentata attraverso l’utilizzo del modello KODAK TRUESENSE Color Filter che aggiunge pixel pancromatici, o trasparenti, visto che lasciano passare tutte le lunghezza d'onda visibili, ai pixel rossi, verdi e blu già presenti nel sensore.

Siccome questi pixel sono sensibili a tutte le lunghezze d’onda della luce, essi catturano una quantità nettamente maggiore di luce che colpisce il sensore. Le promesse del nuovo sensore sono: 5 milioni di pixel, immagini fino a 3200 ISO e un supporto per video HD 720p a 30 fps.

Il sensore è affiancato da processori Texas Instruments OMAPTM e OMAP-DM, che abilitano la stabilizzazione dell’immagine digitale, un sistema rapido di auto-focus, la riduzione dell’effetto occhi-rossi e il rilevamento volti automatico che promettono di ottenere sulla fotocamera del telefonino risultati simili a quelli della fotocamera digitale.

Contiamo di vedere all'opera il nuovo sensore al Mobile World Congress di Barcellona, dove Kodak effettuerà le sue dimostrazioni.


Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Lanfi pubblicato il 09 Febbraio 2008, 08:58
Beh....leggendo l'articolo questo nuovo sensore avrebbe del miracoloso...io sono un po' perplesso, lascio la parola agli esperti !
Commento # 2 di: zago pubblicato il 09 Febbraio 2008, 09:18
Originariamente inviato da: Lanfi
Beh....leggendo l'articolo questo nuovo sensore avrebbe del miracoloso...io sono un po' perplesso, lascio la parola agli esperti !


tanto alla fine la bontà di una foto, escludendo la capacità tecnica del fotografo, è data da un 30% dal sensore e dal 70% dall'ottica
Commento # 3 di: Ligos pubblicato il 09 Febbraio 2008, 09:34
Si ma con tutte queste nuove caratteristichre, non è che poi dopo 10 foto ho la batteria del cell a terra?
Commento # 4 di: Wee-Max pubblicato il 09 Febbraio 2008, 10:51
Originariamente inviato da: Ligos
Si ma con tutte queste nuove caratteristichre, non è che poi dopo 10 foto ho la batteria del cell a terra?


lol in più bisogna vedere bene come è fatto sto sensore, se è come tutti quelli messi sui cellulari verranno foto mossissime...boh...aspettiamo e vedremo...
Commento # 5 di: kuru pubblicato il 09 Febbraio 2008, 11:58
sarei curioso di vederlo all'opera
Commento # 6 di: +Benito+ pubblicato il 09 Febbraio 2008, 12:20
a che serve la gestione dell'autofocus? Con lenti così piccole la minima distanza di messa a fuoco sarà 2 o 3 metri fino a infinito, non credo che implementino in un telefono un sistema di messa a fuoco ottico.
Commento # 7 di: MrModd pubblicato il 09 Febbraio 2008, 13:14
Originariamente inviato da: +Benito+
a che serve la gestione dell'autofocus? Con lenti così piccole la minima distanza di messa a fuoco sarà 2 o 3 metri fino a infinito, non credo che implementino in un telefono un sistema di messa a fuoco ottico.


Se non sbaglio l'N95 ha messa a fuoco ottica con tanto di macro.
Commento # 8 di: Fl1nt pubblicato il 09 Febbraio 2008, 13:24
muahahah 3200 isooooo


asd



interessante per i video....
Commento # 9 di: fastezzZ pubblicato il 09 Febbraio 2008, 13:44
Originariamente inviato da: +Benito+
a che serve la gestione dell'autofocus? Con lenti così piccole la minima distanza di messa a fuoco sarà 2 o 3 metri fino a infinito, non credo che implementino in un telefono un sistema di messa a fuoco ottico.


serve eccome la differenza tra una foto di un cellulare con autofocus e uno senza è molta. Sull'n73 ogni tanto uso la funzione macro quando non ho sotto mano una fotocopiatrice.

un esempio di macro
Link ad immagine (click per visualizzarla) [SIZE="2"][/SIZE]

[SIZE="2"]la dominante blu è perchè il bilanciamento del bianco dell'n73 non è eccelso[/SIZE]
Commento # 10 di: marchigiano pubblicato il 09 Febbraio 2008, 14:34
ma queste nuove tecnologie invece di implementarle sui cellulari non sarebbe meglio usarle per incrementare la qualità delle compatte "buone" e le reflex?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor