Il GPS al servizio dei fotografi

Il GPS al servizio dei fotografi

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Metadati più ricchi grazie all'aggiunta delle informazioni provenienti dal GPS”

Sono ormai diverse le proposte che mettono le funzionalità dei ricevitori GPS al servizio dei fotografi. É della scorsa estate la proposta di Sony, simile ad un portachiavi, che una volta sincronizzato con l'ora della fotocamera è capace, in post produzione, di aggiungere ai metadati le coordinate dello scatto.

Di qualche mese fa invece la proposta di Ricoh, che ha integrato il GPS all'interno della fotocamera 500SE. In questo caso Jobo propone un ricevitore GPS pensato per tutte le fotocamere digitali con slitta per flash addizionale (in gran parte reflex).

Il ricevitore ad ogni scatto registra non solo le informazioni relative alle coordinate, ma nei metadati farà poi anche comparire il nome del Paese, della città, della via in cui è stato effettuata la ripresa e addirittura anche il nome del POI (point of interest) più vicino. I dati vengono aggiunti alle immagini scattate nella fase di post produzione grazie alla connessione USB e al programma fornito in dotazione al dispositivo.

Questi dati potranno poi servire per visualizzare le immagini su mappe o foto satellitari oppure per la catalogazione. Il Jobo Photo GPS dovrebbe arrivare sul mercato nei mesi estivi dell'anno, ad un prezzo di circa 149 euro, come riportato da Mobinaute.


Commenti (18)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Stigmata pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:17
Figo
Non so quanto possa essere utile realmente per il fotografo amatoriale, ma per i pro può essere decisamente utile.

Quantomeno non si correrà più il rischio di dire "mmm dov'è che ho fatto sta foto?"
Commento # 2 di: Paganetor pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:20
interessante!

esisteva già un aggeggio simile, ma questo fa qualcosa in più... il prezzo non è nemmeno esagerato, può far comodo al fotoamatore evoluto così come al professionista!

sarebbe interessante capire se le informazioni di questo GPS siano in qualche modo "certificate" (che quindi abbiano un valore legale, magari per certificare il luogo di uno scatto) o se sia giusto un "di più"...

PS: ma se metto quel cosino sulla slitta del flash, poi il flash esterno non lo posso più montare, giusto?
Commento # 3 di: SuperSandro pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:22
Utilissimo

...non so quanto possa essere utile...

1) Prezzo basso = implementazione universale (perfino nei telefonini)

2) Aspettiamoci di vedere update ai motori di ricerca e ai siti tipo Youtube: pubblicando foto (amatoriali o professionali) su server dedicati sarà possibile chiedere a Google di individuare tutte le foto che siano state scattate nei dintorni di una certa coordinata.

3) O no?
Commento # 4 di: sidewinder pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:31
Interessante.

conosco qualcuno che farebbe carte false per prenderlo uno...
Commento # 5 di: p.NiGhTmArE pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:41
già lo faccio da anni con un gps standalone, senza bisogno di costosi aggeggi esterni
Commento # 6 di: Stigmata pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:43
Originariamente inviato da: Paganetor
PS: ma se metto quel cosino sulla slitta del flash, poi il flash esterno non lo posso più montare, giusto?



sembrerebbe di no...
Commento # 7 di: Genesio pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:47
Non credo che le informazione possano essere "certificate" nè avere alcun valore legale (penso ad esempio alla fotografia di un incidente stradale). Più che altro perchè se così fosse basterebbe attaccare alla macchina fotografica un GPS tarocco per fargli scrivere le coordinate che si vuole. Oppure modificare i metadati successivamente...
Commento # 8 di: marcy1987 pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:47
GPS o FLASH???? Ho come la sensazione che i fotografi sceglieranno il flash, ma non ne sono sicuro
Commento # 9 di: Cybor069 pubblicato il 22 Marzo 2007, 09:56
Ed il BlueTooth ?

Non potevano pensarci prima ed inserire il BT nelle macchine così potevamo usare la miriade di ricevitori GPS BT in commercio ed avere immediatamente i dati EXIF aggiornati allo scatto ?

Oltretutto il BT potrebbe essere usato telecomandare la camera o per "saltuari" invii ad una stampante.
Commento # 10 di: Rubberick pubblicato il 22 Marzo 2007, 10:35
Sinceramente credo che sara' molto + utile galileo... come precisione il gps fa veramente pena.. :\
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor