Casio Exilim H20G e ZR10: auto HDR e hybrid GPS System

Casio Exilim H20G e ZR10: auto HDR e hybrid GPS System

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Casio punta su tecnologie innovative per le sue nuove fotocamere: a parte l'auto HDR, non una novità, l'Hybrid GPS System rappresenta una caratteristica molto interessante”

Nella sua conferenza di apertura del Photokina, Casio ha ripercorso la storia della fotografia digitale, sotto lineando alcuni passaggi fondamentali di questo segmento, tutti ad opera del produttore nipponico stesso: uno di quelli di maggiore rilievo è ad esempio l'integrazione del primo display LCD su una fotocamera digitale.

L'innovazione, nei piani di Casio, procede con l'introduzione del nuovo processore d'immagine Exilim Engine HS, che continua sulla strada tracciata dalle ultime uscite del produttore, tutte votate all'alta velocità di raffica e di processamento delle immagini. In particolare sono due i prodotti che utilizzano il nuovo processore, introducendo funzionalità avanzate come l'Auto HDR e la modalità artistica HDR Art, che travalica i confini della normale fotografia per entrare nel campo dell'elaborazione spinta e artistica delle immagini.

La nuova Casio ZR10 offre zoom 7X a partire da una focale di 28mm equivalenti offre raffica a 40fps, anche per la ripresa di panoramiche a 360°, sensore CMOS back-illuminated da 12 megapixel.

Casio H20G si presenta invece come la fotocamera da viaggio: 14 megapixel, ottica 10x da 24mm equivalenti, ma soprattutto hybrid GPS system. Questa novità tecnologica introdotta da Casio affianca a un GPS tradizionale dei sensori di movimento in grado di tracciare gli spostamenti del fotografo anche laddove il segnale dei satelliti è troppo debole, come al chiuso o sottoterra.

La macchina permette la visione a display della mappa relativa alla posizione geografica, con già le foto scattate posizionate su di essa, e offre un ampio database di punti di interesse, con la possibilità di essere informati sulle attrazioni turistiche più vicine. Anche in questo caso l'innovazione può avere risvolti molto interessanti, vi aggiorneremo nei prossimi giorni sulle prime impressioni dell'utilizzo della macchina dal vivo.


Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: CLAUDIO78 pubblicato il 20 Settembre 2010, 18:05
così a pelle mi verrebbe da criticare quei 28mm di grandangolo che, vedendo la concorrenza (Panasonic in primis con i suoi 25mm), sono il minimo sindacale.
Poi vediamo che combina in pratica
Commento # 2 di: tommy781 pubblicato il 20 Settembre 2010, 18:30
Originariamente inviato da: CLAUDIO78
così a pelle mi verrebbe da criticare quei 28mm di grandangolo che, vedendo la concorrenza (Panasonic in primis con i suoi 25mm), sono il minimo sindacale.
Poi vediamo che combina in pratica


prima la mania per i tele, ora per i grandangolari...fino a due anni fa le compatte partivano da 35mm e tutti erano felici...tanto sempre pena fanno le foto con una compatta, quindi perchè correre sempre dietro ai numeri per giudicare le macchine? sarebbe meglio giudicare le foto.
Commento # 3 di: CLAUDIO78 pubblicato il 20 Settembre 2010, 19:34
perchè mi sembra un aspetto non da marketing come i megapixels o gli iso, ma qualcosa di più "oggettivamente" fruibile e visibile.
Se in due anni siamo passati da 35 a 25mm mi sembro un bel passo avanti, poi magari per l'uso che ne fai tu può essere poco importante ma non può dire che sia "in assoluto" una caratteristica da maniaci.
Commento # 4 di: Mercuri0 pubblicato il 20 Settembre 2010, 20:06
I gradangolari, fino ad un certo punto, sono certamente più fruibili dei tele
Commento # 5 di: andreasperelli pubblicato il 20 Settembre 2010, 23:08
Originariamente inviato da: tommy781
tanto sempre pena fanno le foto con una compatta


le foto fanno pena se il fotografo fa pena. Si possono fare ottime foto con una compatta e pessime con una reflex, dipende solo dal fotografo.
Commento # 6 di: sorte pubblicato il 20 Settembre 2010, 23:39
Il mezzo conta. Ciò non toglie che anche una Ferrari in mano ad un neopantetato non ne faccia un pilota. Ma è innegabile che le compatte hanno dei grossi limiti determinati in primis dalle dimensioni del sensore.
Commento # 7 di: ice.man pubblicato il 21 Settembre 2010, 00:21
dopo gli iso e lo zoom...ecco le dimensioni del sensore

a mio avviso le dimensioni del sensore sono importanti per la qualità porfesisonale della foto
ma a me interessa molto di piu l'inquadratura che posso ottenere
e questa dipende dall'ottica
un tele che mi permette di schicciare le distanze tra 2 oggetti molto lontano tra l oro
un grand'angolo ceh mi permette di deformare con prospettive artistiche il rapporto tra gli oggetti
poi una discreta sensibilità iso e tutti gli accrocchi possibili per evitare il mosso ed avere foto ben a fuoco
aggiungiamo il supporto a scatti in sequenza epr poter fondere espoizioni diverse e fare un hdr compensativo delle zone di luce/ombra (non l'hdr delle foto fantastiche)
e il gps per quando vado in viaggio e non so nemmeno dove sono quando scatto la foto....figuramoci quando la ripesco dopo anni
(capita spesso in vacanza in barca in croazia..con quei nomi che non si riescono nemmeno a pronuniciare leggendoli, figuriamoci ricordarli...)
Commento # 8 di: sorte pubblicato il 21 Settembre 2010, 07:39
Le dimensioni del sensore influiscono sulla dimensione dei fotositi e quindi sulla sensibilità (ISO) e seppur in maniera indiretta sulla profondità di campo
Commento # 9 di: biettolol pubblicato il 21 Settembre 2010, 08:45
@tommy781: io non sono un fotografo di professione, ma in vacanza quando so che devo fare delle uscite o visitare dei posti (tipo quest'estate son stato alle Tremiti) ci son andato con una compatta Samsung perchè non potevo fare altrimenti... e le foto venivano spettacolari... una addirittura l'ho ingrandita perchè era venuta troppo bene (8Megapix)
Mi mettessero in mano una reflex son sicuro che farei foto peggiori, oltre al fatto che è ingombrante, costosa e molto più delicata.
Commento # 10 di: kyokusei pubblicato il 21 Settembre 2010, 09:21
Si ma con una compatta che ha un sensore molto piccolo è difficile fare il grandangolo, ha uno crop intrinseco elevato...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor