Casio Exilim EX-ZR700: zoom 18x, 16 megapixel e facilità d'uso

Casio Exilim EX-ZR700: zoom 18x, 16 megapixel e facilità d'uso

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Casio Exilim EX-ZR700 è una compatta adatta ai viaggiatori: comandi manuali, zoom 18x 25-450mm equivalenti, sensore CMOS da 16 megapixel, filtri creativi e una buona facilità d'uso”

La miniaturizzazione è sempre stato uno dei punti di forza di Casio, tra i primi a proporre fotocamere nel formato carta di credito. Il produttore giapponese ha sempre continuato in questa direzione, anche con gli ultimi modelli e appartiene a questa filosofia anche un modello come Exilim EX-ZR700. La definizione che Casio dà di questa serie è "abbina velocità a divertimento e stile".

In effetti EX-ZR700 è una fotocamera molto facile da usare, anche grazie alla ghiera dei modi - che riporta i principali profili d'uso - ai tasti scorciatoia e alla rinnovata interfaccia, un netto passo in avanti dal punto di vista dell'ergonomia rispetto a quanto visto in passato. Con il Quick menu e la ghiera si possono regolare in modo rapido i principali parametri di scatto, con una rappresentazione grafica molto intuitiva.

Molte delle modalità avanzate di scatto sfruttano l'elevata velocità di scatto del sensore, combinano più scatti per scopi diversi: abbiamo la modalità SR che offre una stabilizzazione ulteriore in condizioni difficili oltre a quella, già buona dell'ottica; la modalità HDR ART per scatti HDR dai toni esasperati, simili a un dipinto; la modalità che imita lo sfocato di ottiche luminose su sensori di grandi dimensioni, per ritratti d'effetto. In particolare la modalità ART permette di ottenere scatti molto d'impatto senza la necessità di passare da Photoshop utilizzando diversi tipi di filtri creativi.

I filtri sono utilizzabilianche per la registrazione di filmati, anche HDR Arte. Questi ultimi vanno dalla risoluzione Full HD fino a quelli in formato ridotto con elevati frame rate. Le alte velocità sono però associate a risoluzioni ridotte: ad esempio ci si può spingere fino 1000fps, ma in formato 224x64pixel.

In generale la qualità dell'immagine è quella che ci si può aspettare da una compatta di medio rango con sensore in formato 1/2,3" da 16 megapixel. Dettaglio non molto elevato, pesante intervento 'digitale' sulle immagini (a volte con effetto acquerello), degrado visibile dell'immagine alle alte sensibilità. La macchina lavora bene fino a 400 ISO, offre immagini utilizzabili a 800 e 1600 ISO, mentre vede un netto degrato, anche sotto il profilo della resa dei colori, a 3200 ISO.

Tascabile per peso e dimensioni mette a disposizione un'ottica 18x 25-450mm equivalenti. Con l'ampio grandangolo e il tele spinto offre una gamma di focali interessanti per gli amanti dei viaggi, il tutto con una fotocamera che trova spazio in ogni tasca. Per le scene notturne la macchina integra un flash pop-up a scomparsa. Interessante l'integrazione di una presa microUSB utile sia per la connessione al PC sia per la ricarica della batteria: questa scelta permette di non moltiplicare cavi e adattatori di rete in caso di viaggio e di non dover ricorrere agli accessori ufficiali in caso di smarrimento.


In sintesi per chi non guarda troppo finemente alla qualità del dettaglio al 100% Casio ZR-700 è una buona proposta, restituendo delle immagini molto godibili per stampe di piccolo medio formato o visualizzazione a display o TV: chiare, ben esposte, con colori ben saturi. Anche l'autofocus svolge bene il suo compito: con ottima rapidità e precisione sufficiente. Con un prezzo di 279 euro di listino (street price poco sopra i 200 euro) Exilim ZR700 compete in una fascia di agguerrita concorrenza, ma è capace di attirare gli sguardi con la sua modalità ART, decisamente divertente in alcuni frangenti.

[HWUVIDEO="1376"]Casio Exilim EX-ZR700: viaggiatrice da 16 megapixel[/HWUVIDEO]

Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 09 Luglio 2013, 11:03
Si inventano quintali di cacchiate per tenere a galla questo segmento di fotocamere.. ma penso verrà inesorabilmente assorbito dal segmento degli smartphone.
Commento # 2 di: Max_it pubblicato il 30 Luglio 2013, 12:32
E' probabile che il segmento soffra perchè la maggioranza della gente è convinta che il cellulare faccia belle foto (con l'eccezione forse dell'ultimo Lumia, che probabilmente le fa buone sul serio), o magari semplicemente si accontenta.

Ma di sicuro una fotocamera del genere può stracciare qualsiasi cellulare in commercio. Basta fare una foto di interni o in controluce per capire la differenza.
BenQ Monitor