Canonisti e Nikonisti sognano Zeiss? Presto in Italia

Canonisti e Nikonisti sognano Zeiss? Presto in Italia

di Matteo Cervo, pubblicata il

“Zeiss presenta due ottiche con attacco a baionetta EF ed AF che si aggiungono a quelle già presenti: stiamo parlando di un super wide e di un normale F/1,4”

Zeiss possiede a catalogo una linea di ottiche a baionetta dedicate alle reflex analogico/digitali Canon e Nikon, oltre che alcune ottiche con attacco K per Pentax. Tra i modelli presenti sul mercato e disponibili per l'Italia ricordiamo la serie Distagon 25, 28, 35 mm; Planar 50 ed 85 mm e Macro Planar 50 e 100 mm, tutti con attacco a baionetta Nikon. Le baionette sono provviste di chip per comunicare con la fotocamera in modo da rendere utilizzabili i programmi di ripresa (Program, AV,TV,S,ecc).

La vera novità è la presentazione di due nuove ottiche che andranno ad aggiungersi al parco già disponibile: stiamo parlando di un super grandangolare lineare per Nikon, lo Zeiss Distagon T 18 mm F/3,5 ZF; mentre l'ottica con attacco Canon è lo Zeiss Planar T 50 mm F/1,4 ZE.

L'obiettivo in foto non è il modello specificato ma il Distagon T 21 mm F/2,8

Il Distagon T 18 mm è un super grandangolo con una diagonale di campo di vista di 99°, mantiene una ridotta distorsione dal centro ai bordi e gode di un coating superficiale per ridurre le aberrazioni cromatiche. La distanza minima di messa a fuoco è di 0,3 m ed il rapporto di ingrandimento 1:12.

Modello Distagon T 18 mm F/3,5 ZF
Focale 18 mm
Range di apertura F/3,5-F/22
Distanza minima di messa a fuoco 0,3 m
Schema ottico 13 elementi in 11 gruppi
Diametro filtri 87 mm
Lunghezza 84 mm
Peso 470 g

Il normale con baionetta EF per Canon è il Planar T 50 mm F/1,4 ZE, è una lente tipicamente indirizzata alle reflex full frame, gode di una contenuta caduta di luce ai bordi e di una spiccata nitidezza. Così come il fratello Distagon, è dotato di chip per interfacciarsi correttamente con la fotocamera. L'autofocus è assente mantenendo il preciso fuoco manuale che contraddistingue gli obiettivi zeiss.

Modello Planar T 50 mm F/1,4 ZE
Focale 50 mm
Range di apertura F/1,4-F/16
Distanza minima di messa a fuoco 0,45 m
Schema ottico 7 elementi in 6 gruppi
Diametro filtri 58 mm
Peso 330 g
Lunghezza 69 mm

Tra le lenti Zeiss con baionetta ZE per Canon, ricordiamo il Distagon T 21 mm F/2,8 ed il Planar T 85 mm F/1,4. I responsabili Zeiss che abbiamo incontrato al PMA ci hanno tra l'altro segnalato la line up dell'azienda che prevede di allargare l'intera produzione di lenti ZE,ZF e K a tutte le focali presenti a catalogo. Il distributore ufficiale per l'Italia è FOWA


Commenti (22)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 05 Marzo 2009, 09:03
Beh.. non è che Nikon e Canon avessero una gamma di obiettivi che fanno schifo eh?
In ogni caso ben venga Zeiss.. da vedere i prezzi..
Commento # 2 di: niccoemme pubblicato il 05 Marzo 2009, 09:50
la notizia e' incompleta, le ottiche zeiss per canon e nikon sono gia' disponibili da oltre un anno sul mercato americano, pero' bisogna aggiungere che si tratta di ottiche non autofocus
Commento # 3 di: XFer pubblicato il 05 Marzo 2009, 10:35
Inoltre il "Distagon T 21/2.8" non è ancora uscito (solo annunciato), e comunque per il momento è solo con attacco ZF per Nikon; la versione ZE per Canon non è stata ancora neppure annunciata.
Commento # 4 di: jagemal pubblicato il 05 Marzo 2009, 12:01
mancava solo il baffone di costanzo con i suoi "consigli per gli acquisti" Link ad immagine (click per visualizzarla)

cmq, costano uno sproposito, rispetto a quello che fanno

da notare che hanno un 85 f1.4 che vendono a più del prezzo che si paga per la baionetta sony/minolta .. solo che in questa versione c'è l'autofocus ... valli a capire
Commento # 5 di: ARARARARARARA pubblicato il 05 Marzo 2009, 19:50
zeiss è zeiss ma è vero che hanno i contatti per comunicare l'apertura alla macchina? io non ho mica capito bene quali funzioni sono supportate su nikon
su canon mi pare tutte su nikon se non sbaglio funzionano come gli AI quindi non va praticamente nulla su una D80 neppure l'esosimetro. ne sapete di più di sti zeiss non trovo info attendibili
Commento # 6 di: jagemal pubblicato il 05 Marzo 2009, 20:04
su Nikon non ne ho la più pallida idea, ma non è da escludere che sia come dici tu

nel caso di Canon hanno il controllo del diaframma, anche perchè l'unica alternativa era quella di far lavorare gli utenti in stop down
Commento # 7 di: ARARARARARARA pubblicato il 05 Marzo 2009, 22:38
Originariamente inviato da: jagemal
su Nikon non ne ho la più pallida idea, ma non è da escludere che sia come dici tu

nel caso di Canon hanno il controllo del diaframma, anche perchè l'unica alternativa era quella di far lavorare gli utenti in stop down


su nikon da quel che ho capito il diaframma lo devi impostare sull'ottica e poi dire alla macchina che f hai messo, e tale funzione c'è solo su D200 D2 D700 e le loro rispettive evoluzioni in D2h D3 etc. La messa a fuoco è ovvio che sia manuale anche se non mi è ben chiaro perchè sigma che è una marca peggiore riesce a fare ottiche con compatibilità completa e zeiss no... io me lo prenderei il 21mm zeiss se fosse compatibile (anche senza messa a fuoco, ma almeno poter lavorare in A e S oltre che M)
Commento # 8 di: Kirmo75 pubblicato il 06 Marzo 2009, 11:57
"L'autofocus è assente mantenendo il preciso fuoco manuale che contraddistingue gli obiettivi zeiss."

Ma 'ste cose chi le scrive/dichiara?
Un obiettivo ben costruito sarà sicuramente meglio di un fondo di bottiglia plastico/economico, ma la precisione di messa a fuoco manuale di una lente, non dipende solo dalla lente stessa, ma dall'occhio del fotografo e dato che si parla di obiettivi per macchine con auto focus, si presume che la macchina abbia il vetrino smerigliato senza alcun tipo di aiuto per l'occhio (tipo immagine spezzata) quindi tutto il discorso di bontà del "preciso fuoco manuale che contraddistingue gli obiettivi zeiss."
Commento # 9 di: izutsu pubblicato il 06 Marzo 2009, 12:13
Veramente il 18/3,5 e il 21/2,8 sono nel listino Fowa almeno da gennaio... siamo a marzo, non è un po' old come news?
Commento # 10 di: the_joe pubblicato il 06 Marzo 2009, 12:17
Originariamente inviato da: Kirmo75
"L'autofocus è assente mantenendo il preciso fuoco manuale che contraddistingue gli obiettivi zeiss."

Ma 'ste cose chi le scrive/dichiara?
Un obiettivo ben costruito sarà sicuramente meglio di un fondo di bottiglia plastico/economico, ma la precisione di messa a fuoco manuale di una lente, non dipende solo dalla lente stessa, ma dall'occhio del fotografo e dato che si parla di obiettivi per macchine con auto focus, si presume che la macchina abbia il vetrino smerigliato senza alcun tipo di aiuto per l'occhio (tipo immagine spezzata) quindi tutto il discorso di bontà del "preciso fuoco manuale che contraddistingue gli obiettivi zeiss."


Non so se hai mai provato a focheggiare manualmente con un obiettivo nato per farlo e uno autofocus, è una questione di precisione degli accoppiamenti, di frizione, di impugnatura ecc. ecc. naturalmente per essere usati al meglio avrebbero bisogno di un mirino grande e luminoso, ma credo che il pubblico a cui sono rivolti questi obiettivi non li vada a montare su una entry level.....
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor