Canon: novità per le serie IXUS e PowerShot, anche touchscreen e Wi-Fi

Canon: novità per le serie IXUS e PowerShot, anche touchscreen e Wi-Fi

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La connettività Wi-Fi è il nuovo cavallo di battaglia delle Canon IXUS, mentre la serie Powershot continua ad essere declinata in diversi tagli di zoom”

È uno dei trend che abbiamo ricavato dalla nostra visita al CES di Las Vegas: per contrastare la concorrenza degli smartphone sempre più macchine fotografiche compatte stanno puntando sulla connettività Wi-Fi. Connettività che sfrutta proprio gli odiati concorrenti per esprimersi al meglio. Se una volta avere il Wi-Fi sulla macchina fotografica era poco utile al di là del trasferimento senza fili delle immagini in casa e dell'uso sotto copertura di hot-spot, ora grazie alla diffusione del tethering Wi-Fi sugli smartphone il panorama cambia radicalmente.

Per condividere immediatamente le proprie foto non è più necessario scendere al compromesso di utilizzare solo lo smartphone (privo, ad esempio, di ottica zoom), ma grazie all'applicazione CameraWindow è possibile trasferire in modalità wireless foto e filmati direttamente a una vasta gamma di dispositivi Apple iOS con le nuove nate in casa Canon: IXUS 510 HS e IXUS 240 HS.

Le due macchine utilizzano sensori CMOS retroilluminati in formato 1/2,3" rispettivamente da 16,1 e 10,1 megapixel, mettendo a disposizione zoom stabilizzati 12x e 5x, con focale equivalente 28-336mm (f/3,4–5,9) e 24-120mm (f/2,7–5,9). Valutando i dati di targa ci sembra di poter dire che Canon IXUS 510 HS punti al pubblico che si lascia attirare dai grandi numeri, mentre la più piccola IXUS 240 HS a quello che cerca una maggiore qualità dell'immagine.

Entrambe le macchine permettono di registrare video Full HD 1080p e offrono display touchscreen da 3,2". IXUS 510 HS sarà disponibile da aprile al prezzo indicativo suggerito al pubblico di euro 380 IVA inclusa mentre IXUS 240 HS sarà disponibile da marzo al prezzo indicativo suggerito al pubblico di euro 310 IVA inclusa.

Novità anche per la serie PowerShot: PowerShot SX260 HS e PowerShot SX240 HS sono sorelle legate dalla scheda tecnica e separate solo dalla mancanza del GPS sulla seconda. Le due fotocamere utilizzano un sensore CMOS in formato 1/2,3" retroilluminato da 12,1 megapixel, assistito dal processore DIGIC 5, con supporto ai fulmati Full HD 1080p. L'ottica stabilizzata f/3,5-6,8 offre focale equivalente 25-500mm. Prezzo indicativo suggerito al pubblico: 330 e 360 euro IVA compresa.

Di fascia più bassa le altre novità della stessa serie con prezzi da 90 a 190 euro IVA compresa: a partire da 28mm di focale equivalente minima i nuovi modelli Canon PowerShot A810, PowerShot A1300, PowerShot A2300, PowerShot A2400 IS e PowerShot A3400 IS integrano ottica 5x, mentre PowerShot A4000 IS si spinge fino a 8x.


Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Portocala pubblicato il 15 Febbraio 2012, 10:53
Più di 100 euro rispetto alla SX230 HS?!?!?! Pazzi
Commento # 2 di: the_joe pubblicato il 15 Febbraio 2012, 10:59
Originariamente inviato da: Portocala
Più di 100 euro rispetto alla SX230 HS?!?!?! Pazzi


Sinceramente e onestamente vorrei sapere perchè confrontate sempre i prezzi di listino e al lancio con quelli di mercato dei prodotti in commercio che hanno già avuto la loro stabilizzazione del prezzo di vendita effettivo, mi pare che la SX230HS costasse di listino più o meno la stessa cifra di queste nuove uscite, per cui niente di scandaloso.
Commento # 3 di: af80 pubblicato il 15 Febbraio 2012, 22:57
Da possessore della 230 spero che abbiano migliorato il GPs...sulla mia è penoso impiega più di 5 min a collegarsi se va bene...
BenQ Monitor