Anche Sony investe sui sensori CMOS

Anche Sony investe sui sensori CMOS

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Dopo Canon anche Sony amplia i suoi stabilimenti produttivi di sensori CMOS”

Le due notizie escono con un tempismo perfetto e a qualcuno non sfuggirà la coincidenza. Ieri vi abbiamo riportato, nella news disponibile a questo indirizzo, del massiccio investimento di Canon per l'implementazione di uno stabilimento produttivo per sensori CMOS.

Nella news citavamo Sony come interessata all'operazione in quanto fornitore di molti dei sensori CCD utilizzati sulle fotocamere Canon, adducendo la probabile preoccupazione di Sony nel vedersi scappare un grosso cliente.

Ora, secondo quanto riportato da Digital Photography Review, la stessa Sony ha progettato un investimento, che sfiora i 300 milioni di dollari, per ampliare uno dei suoi impianti produttivi. In particolare l'azienda giapponese punta a espandere le sue capacità produttive nel campo dei sensori CMOS, che negli ultimi anni hanno visto una domanda in forte crescita.

Da sottolineare come la richiesta di questo tipo di sensori arrivi soprattutto dal mondo della telefonia, dove le fotocamere necessitano di avere bassi ingombro e consumo energetico. A giudicare però dalle mosse di Canon è probabile che in futuro vedremo sempre più compatte adottare questo tipo di sensore, mentre alcune reflex lo adottano ormai da tempo.


Commenti (30)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: marko.fatto pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:11
quindi l'investimento è sui sensori delle camere dei cel o quelle normali?
Commento # 2 di: Puddus pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:28
Meglio un sensore CCD o CMOS?
Commento # 3 di: tommy781 pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:29
è uguale, l'impianto di produzine sarebbe lo stesso, è interessante notare la migrazione, vedremo se si tradurrà in migliori immagini finali o solo in maggiore guadagno per le aziende.
Commento # 4 di: El Bombastico pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:30
Ma i sensori CMOS come sono qualitativamente?
Commento # 5 di: Fiuz pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:30
@puddus
indubbiamente cmos
Commento # 6 di: Leron pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:49
Originariamente inviato da: Fiuz
@puddus
indubbiamente cmos


mica vero, dipende dal sensore
Commento # 7 di: magilvia pubblicato il 17 Luglio 2007, 16:53
mica vero, dipende dal sensore


Non c'è un bell'articolo a riguardo?
Commento # 8 di: lucaf pubblicato il 17 Luglio 2007, 17:08
Nelle telecamere si usa tuttora il CCD (giusto la Sony ha presentato recentemente una macchina HDV con il CMOS) anche se qualitativamente leggermente inferiore per motivi (se ben ricordo) sopratutto di luminosità.
Commento # 9 di: CLAUDIO78 pubblicato il 17 Luglio 2007, 17:10
...

penso che a parità di dimensione siano meglio i CCD, ma i cmos dovrebbero essere più economici da produrre e consumare meno elettricità, quindi a parità di investimento sforni un sensore decisamente più grosso e sensibile, quindi migliore. Vedi Sony R1 che penso sia stata la migliore bridge costruita ad oggi proprio perchè disponeva di 10mp non su un ccd da 1/1.8 ma su un cmos tipo APS-C (21,5x14,4mm).
Commento # 10 di: Criceto pubblicato il 17 Luglio 2007, 17:32
Originariamente inviato da: El Bombastico
Ma i sensori CMOS come sono qualitativamente?


Le Canon reflex hanno sensori CMOS. E le Canon Reflex sono le migliori fotocamere digitali. Punto.
Trai le tue conclusioni...

Sui modelli economici, però, la cosa non è poi tanto chiara, anche perchè i sensori CMOS li usano in pochi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor