Adobe propone il suo DNG come standard ISO

Adobe propone il suo DNG come standard ISO

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Adobe sta cercand di vedere riconosciuto il suo negativo digitale DNG come standard tra i formati RAW in fotografia digitale. Una standardizzazione che potrebbe avere risvolti interessanti per gli utenti”

Negli ultimi tempi si è parlato molto di standardizzazione di formati digitali e del ruolo dell'ISO (International Standard's Organization). La standardizzazione porta con se indubbi vantaggi per i consumatori, ma ha anche importanti risvolti commerciali, per cui il ruolo dell'organizzazione è spesso molto delicato.

Con la grande espansione del mercato della fotografia digitale anche il grande pubblico utilizza sempre di più i formati RAW delle fotocamere, trovandosi di fronte però una situazione parecchio frammentata.

Un formato standard dei 'negativi digitali' i file RAW prodotti dalle fotocamere è invocato da più parti e renderebbe certamente più accessibile al grande pubblico la 'camera chiara' ossia la fase di sviluppo dei propri scatti digitali. Attualmente ogni produttore ha un suo standard, che riflette la gestione che il gruppo sensore-processore fa delle informazioni, con una moltiplicazione dei programmi e dei plugin per chi cambia la fotocamera, ma vuole continuare a lavorare sui suoi vecchi negativi digitali.

Nel 2004, al Photokina, Adobe aveva presentato il DNG v1.0, la prima versione del suo negativo digitale, che nel tempo ha trovato il sostegno di diversi importanti marchi, tra cui Casio, Pentax, Ricoh, Leica e Samsung.

DPReview riporta anche le parole di Tom Hogarty senior product manager di Adobe, che ha dichiarato aperto il dialogo con le case produttrici di fotocamere, per ampliare il supporto del DNG ai diversi formati proprietari.

Tra gli altri aspetti che il product manager sottolinea c'è anche la possibilità di effettuare una compressione senza degradazione sui dati grezzi, con un risparmio di spazio che si attesta al 10-15%, ma che in alcuni casi (viene citato quello della Nikon D3) può arrivare anche al 50%.

Il DNG è stato proposto da Adobe come standard facente parte della norma ISO TIFF/EP (Electronic Photography). Attualmente non si può ancora dire nulla sul cammino del DNG come standard, se continuerà e arriverà a termine e con quali tempistiche.


Commenti (20)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: mar81 pubblicato il 16 Maggio 2008, 10:33
Bello, tutti voglio maggiore gamma dinamica e loro la comprimono

basta vedere che la D3 è quella più comprimibile...

comunque uno standard per i RAW non sarebbe male
Commento # 2 di: Paganetor pubblicato il 16 Maggio 2008, 10:37
che senso ha uno standard? ogni macchina fotografica tira fuori un formato raw dipendente dal sensore, dall'elettronica ecc. Se questo deve essere elaborato "in camera" per essere convertito in DNG si perde tempo e ci si trova con una via di mezzo tra il raw vero e il jpg.

preferisco tenere il raw proprietario, che tanto resterà supportato da vari applicativi (sia quelli del costruttore della fotocamera, sia sviluppatori terzi).
Commento # 3 di: gas78 pubblicato il 16 Maggio 2008, 10:43
Originariamente inviato da: Paganetor
che senso ha uno standard? ogni macchina fotografica tira fuori un formato raw dipendente dal sensore, dall'elettronica ecc. Se questo deve essere elaborato "in camera" per essere convertito in DNG si perde tempo e ci si trova con una via di mezzo tra il raw vero e il jpg.

preferisco tenere il raw proprietario, che tanto resterà supportato da vari applicativi (sia quelli del costruttore della fotocamera, sia sviluppatori terzi).


Quoto al 100%
il RAW e' il dato grezzo e chi usa il RAW vuole quello.
Poi se OLTRE al RAW ci sara' la possibilita' di salvare direttamente dalla macchina anche in DNG o in un altro formato qualitativamente superiore al jpg.. ben venga !
Commento # 4 di: Paganetor pubblicato il 16 Maggio 2008, 10:48
ah ok: se c'è la possibilità di salvare in Raw, DNG e jpg allora ok, ma al Raw "vero" io non rinuncerei...
Commento # 5 di: LILOLILO pubblicato il 16 Maggio 2008, 10:49
Ma HDPhoto nn se lo fila proprio nessuno :-P
Commento # 6 di: Trykx pubblicato il 16 Maggio 2008, 10:54
Con software tipo Rawtherapee il formato DNG non ha senso di esistere
Commento # 7 di: Asphalto pubblicato il 16 Maggio 2008, 12:04
Ma scusate la news é abbastanza chiara :
si sta parlando di un formato senza perdita di dati quindi equivalente al RAW. L'obbiettivo é solo quello di avere un tipo di RAW standard che in questo caso fornisce anche una leggera (in base ai casi) compressione.
Commento # 8 di: the_joe pubblicato il 16 Maggio 2008, 12:14
Originariamente inviato da: Asphalto
Ma scusate la news é abbastanza chiara :
si sta parlando di un formato senza perdita di dati quindi equivalente al RAW. L'obbiettivo é solo quello di avere un tipo di RAW standard che in questo caso fornisce anche una leggera (in base ai casi) compressione.



Infatti, e già ora il RAW è compresso direttametne in macchina, se confronti il peso che dovrebbe avere un'immagine di n-pixel*n-bit ci si accorge che in raw è più leggero di quanto dovrebbe essere......

Alla fine si tratterebbe solo di standardizzare il modo in cui i raw vengono salvati in un file.
Commento # 9 di: Paganetor pubblicato il 16 Maggio 2008, 12:21
ci sono diversi tipi di raw: quelli di canon non sono compressi, quelli di nikon mi pare lo siano ma senza perdita di dati...

il raw non è semplicemente una "immagine non compressa", è un file al quale possono ancora essere applicate delel impostazioni (tipo il bilanciamento del bianco)

se no basterebbe salvare in Tiff (la Nikon lo permette, o sbaglio?) e amen... ma NON è la stessa cosa
Commento # 10 di: trashofmasters pubblicato il 16 Maggio 2008, 13:01
Nessuno pensa al fatto che i sensori e tutta l'elettronica dovrebbero seguire le specifiche per generare file DNG?
In questo modo tutte le fotocamere invece di sfornare mille RAW differenti per ogniuna, scriveranno direttamente un raw in formato standard, il dng appunto.

Mi sembra l'unica implementazione coerente, altrimenti si andrebbe a finire nella situazione descritta da Paganetor.
Anche se dubito.

Qualcuno può fornire maggiori dettagli?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor