600.000 pixel di lato per la nuova panoramica a 360° di Tokyo

600.000 pixel di lato per la nuova panoramica a 360° di Tokyo

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Ottomila fotografie per un'immagine di 600.000 pixel di lato: ecco i numeri della nuova panoramica di Tokyo”

600mila pixel di lato: ecco le dimensioni della nuova incredibile immagine messa online da Jeffrey Martin fondatore di 360Cities.net, servizio che permette la condivisione di foto panoramiche navigabili a 360°. Non è la più grande che Jeffrey abbia mai fatto, ma vista la stretta finestra di tempo a disposizione per la fase di scatto è stata una delle sfide più difficili. Il materiale utilizzato è simile a quello usato per un simile lavoro effettuato dalla BT Tower di Londra, di cui vi abbiamo riportato qualche tempo fa: una reflex Canon EOS 7D, un'ottica Canon 400mm L f/5.6, un sistema robotizzato Clauss Rodeon controllato in tether da un laptop che muove la fotocamera e aziona l'otturatore.

Il nuovo lavoro si compone di più di 8.000 foto: stampata a risoluzione fotografica misurerebbe circa 50x100 metri. La foto è navigabile con il mouse o la tastiera e tramite i controlli è facile effettuare lo zoom della foto e scoprire i minimi particolari, come le persone che camminano per strada, che stanno sul balcone o gli oggetti appoggiati sui davanzali delle finestre. Lo scopo di questi lavori è per Martin una sfida per estendere i limiti della percezione umana, una sorta di vista da super eroe.

Interessanti anche i retroscena della lavorazione della foto: il PC utilizzato per assemblare la panoramica era fornito di 192GB di RAM (meno del sistema utilizzato per la panoramica di Londra) e ciò nonostante ha dimostrato in diversi momenti importanti rallentamenti e mancanza totale di reattività. Si tratta di gestire un file che va oltre le dimensioni permesse da Photoshop (300mila pixel di lato), per cui è stato necessario lavorare su due immagini da fondere poi insieme. Ogni versione dell'immagine finale ha un peso di circa 100GB ed era necessario avere almeno 1,5 terabyte di spazio libero su disco da utilizzare come scratch disk di memoria temporanea di Photoshop. L'immagine è visualizzabile qui.


Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Kouta pubblicato il 05 Agosto 2013, 15:53
magari provare con Hugin o con PanoramaTools?
I programmi adobe purtroppo sono mal ottimizzati per quanto riguarda uso di memoria e file temporanei.
Commento # 2 di: maxmax80 pubblicato il 05 Agosto 2013, 16:47
"Lo scopo di questi lavori è per Martin una sfida per estendere i limiti della percezione umana, una sorta di vista da super eroe"


bah, un puro esercizio di stile bello da vedere per 5 secondi, giusto il tempo di inchiodarsi con lo zoom su qualche punto dello schermo,

ma ognuno si sforza di fare business cercando nuove vie, anche se lasciano perplessi..
Commento # 3 di: djfix13 pubblicato il 06 Agosto 2013, 12:43
io che amo Tokyo ma che non posso tornarci a breve termine adoro poter vedere così in dettaglio la città e la gente che amo.
ovvio che questo non tutti lo apprezzino.
è un ottimo lavoro ed anche le parti unite non si vedono, Bravo!
BenQ Monitor