Le migliori action camera per le tue imprese sportive a confronto

Le migliori action camera per le tue imprese sportive a confronto

di Redazione , pubblicato il

“Quali sono i tratti fondamentali di una action camera? GoPro Hero4 Session, TomTom Bandit, Nilox F-60 Evo ed Evo 4K, Ezviz S1, Xiaomi Yi Camera, GoPro Hero3+ Black: abbiamo messo a confronto le migliori action camera del mercato, vedendo come si comportano in situazioni difficili, come il controluce e le condizioni di scarsa luminosità. ”

Xiaomi Yi Camera

Come già accaduto per altri prodotti dell'azienda cinese Xiaomi, il prezzo è la prima caratteristica che balza all'occhio. Proposta inizialmente a un prezzo di 119 euro, la piccola e colorata action camera cinese è ora disponibile, nella sua versione 'nuda' a meno di 80 euro, un costo d'ingresso tale da non spaventare nessun portafoglio. Yi Action Camera non ha nulla da invidiare a molte delle action cam presenti sul mercato e Xiaomi ha scelto un sensore CMOS Sony Exmor R BSI come base attorno a cui costruire il prodotto. Si tratta di un sensore da 16 megapixel che Xiaomi sfrutta per sfornare video Full HD 1920x1080p fino a 60 frame al secondo, arrivando al frame rate massimo di 120 fps in risoluzione HD 720p e di 240 fps in risoluzione WVGA 480p. Inoltre si presenta come una delle action camera più sbarazzine, grazie a una livrea giallo-verde che non passa certo inosservata. L'ottica (che utilizza una lente asferica in vetro) ha apertura di diaframma 2.8 e inquadra un campo di 155°, abbastanza panoramica, ma inferiore a quello di alcune proposte della concorrenza. Tra gli accessori ufficiali troviamo l'asta da selfie, il telecomando Bluetooth, una fascia per il montaggio sul capo, ma anche una maschera da sub con apposito supporto che posiziona la videocamera appena sopra gli occhi.

Sensore: 16 megapixel
Risoluzione video: Full HD 60p
Slow Motion: HD 720p 120fps
Bluetooth e Wi-Fi
Ottica 155°
Batteria 1010 mAh

L'aspetto è quello tipico della maggioranza delle action camera e riprende il design delle prime (e ancora attuali) GoPro: uno scatolino con ottica disassata sul frontale, un pulsante per l'accensione, uno per l'avvio della registrazione dei video, uno per l'accensione della connettività Wi-Fi, sportello per l'accesso alla scheda di memoria e ai connettori Micro USB e HDMI, nessun display. Le possibilità di regolazione direttamente dalla videocamera sono limitate e gran parte dell'interfaccia è demandata all'app, disponibile per iOS e Android. La videocamera non è di per sé impermeabile, ma tra gli accessori c'è la classica custodia subacquea fino a 40 metri di profondità, utile anche per il montaggio su bici, tavole e caschi con le piastrine adesive o i sistemi di aggancio di varia natura. Priva della custodia la videocamera può essere montata invece, grazie alla filettatura standard, su tutti i sistemi con aggancio a vite, prima fra tutti l'asta selfie. La batteria in dotazione è caratterizzata da una capacità di 1010 mAh.

Segue: Ezviz S1   Pagina successiva
BenQ Monitor