Fujifilm X-T10: compatta e abbordabile, ma di alto livello

Fujifilm X-T10: compatta e abbordabile, ma di alto livello

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“La X-T10 è l'ultima nata tra le mirrorless Fujifilm. Rinuncia alla tropicalizzazione, e sacrifica un poco durata della raffica e mirino, per offrire un prezzo decisamente più contenuto rispetto alla sorella maggiore X-T1. ”

Conclusioni

La nuova Fujifilm X-T10 è un buon completamento "verso il basso" della linea X-T, che al momento comprende la sola X-T1 come top di gamma.

Al momento del lancio, il prezzo ufficiale della X-T1 (solo corpo) era poco meno di 1300 Euro, la X-T10 parte da 730. La differenza è dunque notevole, eppure Fujifilm è stata brava a economizzare senza castrare apprezzabilmente la funzionalità del modello.


Oltre che in versione Silver, la X-T10 è disponibile anche in versione "all black".

Rispetto alla X-T1, la X-T10 obbliga fondamentalmente a tre rinunce. La prima è la tropicalizzazione, e su questo c'è poco da aggiungere - per alcuni sarà importante, per altri quasi indifferente. La seconda rinuncia è la durata della raffica, che esclude i fotografi specializzati in fotografia sportiva; per essere sinceri ed esaustivi, però, bisogna aggiungere che, nonostante le apprezzate nuove funzioni AF, le mirrorless Fujifilm in generale continuano a non essere le più idonee per la fotografia dinamica. La terza rinuncia è, infine, il mirino, meno ampio rispetto alla X-T1 e privo della possibilità di dividere lo schermo in due, con in grande l'inquadratura e in piccolo l'ingrandimento per la messa a fuoco manuale, ma comunque più confortevole rispetto alla tipica reflex APS-C. Tirando le somme, crediamo che a fronte del prezzo ridotto queste rinunce siano più che accettabili.

In assoluto, la X-T10 presidia molto bene la sua fascia di prezzo, offrendo più di quanto offrano le reflex entry-level in un corpo macchina più compatto ed efficace. La resa fotografica è eccellente sotto tutti i punti di vista, grazie a immagini incise e dettagliate a pressoché qualunque sensibilità ISO nativa (200 - 6400 ISO); immagini che, con l'aiuto della funzione Simulazione film, possono facilmente avere anche un forte impatto emotivo, senza scadere nell' "effetto Instagram" e senza necessità di post-produzione.

Articoli correlati

Canon EOS M3, mirrorless atto secondo

Canon EOS M3, mirrorless atto secondo

Canon aggiorna (sostanzialmente) la sua mirrorless. Ora è più efficace, veloce nella messa a fuoco ed economica, ma soffre ancora di un parco ottiche limitato.
Sony A7 II: torna la Full Frame versatile, stabilizzata e più ergonomica

Sony A7 II: torna la Full Frame versatile, stabilizzata e più ergonomica

Sony aggiorna la sua Full Frame di risoluzione intermedia, affinando l'ergonomia e introducendo per la prima volta su una mirrorless 35mm la stabilizzazione a 5 assi.
Panasonc Lumix G7, 4K protagonista nel segmento mainstream

Panasonc Lumix G7, 4K protagonista nel segmento mainstream

La Panasonc Lumix G7 ha il grande pregio di portare un corpo di ispirazione "pro" e molte tecnologie avanzate nella fascia mainstream. Video 4K, 4KPhoto e DFD sono solo alcuni esempi di ciò che la G7 può offrire.
Fujifilm X-A2, ecco la nuova mirrorless X entry-level

Fujifilm X-A2, ecco la nuova mirrorless X entry-level

Fujifilm rinnova la sua mirrorless entry-level con la X-A2. Schermo orientabile, nuovo obiettivo, nuove funzioni elettroniche e più autonomia, ma il sensore non è un X-Trans.
Fujifilm X-T10: eccola dal vivo in anteprima

Fujifilm X-T10: eccola dal vivo in anteprima

Fujifilm X-T10 è la nuova mirrorless del produttore nipponico, che per questa novità punta sull'estetica e su alcune funzionalità della top di gamma X-T1, ma con un peso e soprattutto un prezzo molto più contenuti, facendo segnare di listino €839,99


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: CLAUDIO78 pubblicato il 26 Agosto 2015, 14:30
bene, adesso però dovrebbero abbassare un pò il prezzo delle lenti o produrne alcune più economiche (magari solo nella costruzione e non nello schema ottico).
Lo so che sono obiettivi di qualità ma rischiano di sbilanciare troppo verso l'alto il budget per il corredo e fare diventare "relativo" il risparmio sul corpo macchina.
Della serie: spesa per corredo T10+3lenti 2000 euro, spesa per corredo T1+3lenti 2400 euro o giù di lì.
Si opterebbe sempre per la seconda opzione, imho.
Commento # 2 di: demon77 pubblicato il 26 Agosto 2015, 15:34
Originariamente inviato da: CLAUDIO78
bene, adesso però dovrebbero abbassare un pò il prezzo delle lenti o produrne alcune più economiche (magari solo nella costruzione e non nello schema ottico).
Lo so che sono obiettivi di qualità ma rischiano di sbilanciare troppo verso l'alto il budget per il corredo e fare diventare "relativo" il risparmio sul corpo macchina.
Della serie: spesa per corredo T10+3lenti 2000 euro, spesa per corredo T1+3lenti 2400 euro o giù di lì.
Si opterebbe sempre per la seconda opzione, imho.


Certo, se partiamo dal discorso di farsi il kit completo ovviamente il costo delle ottiche rende minima la differenza tra i due corpi, ma teniamo presente che sono cose separate.
Uno le ottiche se le compra una per volta a distanza di tempo.. e poi sono elementi che restano e nel tempo cambiano i corpi macchina magari.
Difficile che uno arrivi e si compri macchina e tre ottiche in un colpo.

Comunque, per quanto concerne il corpo macchina in se è veramente un gioiellino secondo me. Da tenere assolutamente in considerazione.
Commento # 3 di: benderchetioffender pubblicato il 26 Agosto 2015, 17:13
Originariamente inviato da: CLAUDIO78
..[...]Si opterebbe sempre per la seconda opzione, imho.

beh, non mi pare l'ultima invenzione dei markettari quella di creare prodotti praticamente inutili se confrontati a prezzo/prestazioni con il modello superiore, per spingere l'acquirente all'acquisto del modello "uber"... (qualcuno ha detto iPhone 32gb?)

oltreututto nella recensione si nomina la tropicalizzazione come un optional di poco conto: beh dissento nella maniera piu totale
una persona che affronta una spesa di questo livello, è vero che potrebbe scontrarsi poche volte con la necessità di avere un prodotto resistente, ma è proprio quando serve qualcosa del genere che serve uno strumento un po piu serio, e perdere questa qualità in realtà per pochi denari mi sembra una stupidata

es: è vero che se prendo questa è perchè voglio imparare a fare belle foto, ma non essendo un fotografo professionista, se pianifico un viaggio in brasile, non è che ci vado 5 volte nella vita, ergo mi servirebbe proprio una bella macchina fotografica con tanto di feature serie... cioè, per il 99% delle foto che faccio nel mia periferia, basta il cellulare alla fin fine.... a maggior ragione se sono un fotoamatore...
Commento # 4 di: fmf67 pubblicato il 27 Agosto 2015, 00:08
confronto con sony ilce6000

Non capisco il riferimento per il confronto al solo mondo reflex, a mio avviso, sia per fascia di prezzo, che per segmento tecnico, questa fotocamera dovrebbe essere in prima battuta confrontata con modelli come il sony ilce600 o il samsung nx1 o nx500
Io sono molto indeciso appunto fra la sony ilce6000 (rigorosamente il modello argento)e la x-t10, ma anche insicuro se non sia invece il caso di investire di più (fuji x-t1 o sony7markII). Qualcuno ha provato?
Commento # 5 di: Gundam.75 pubblicato il 27 Agosto 2015, 06:43
Possiedo la X-T1 ed ho avuto modo di provare la X-T10. Elettronica a parte, abituato alla X-T1, quello che non mi è piaciuto della sorellina è la mancanza delle diverse rotelle che permettono di cambiare i parametri di scatto in maniera veloce: gli iso potevano anche lasciarli sul corpo.
Anche l'impugnatura della X-T1 è estremamente piu comoda della X-T10.
Ovviamente per ridurre i prezzi era necessario togliere qualcosa ma potendo spendere, meglio comprare l'ammiraglia.
Commento # 6 di: demon77 pubblicato il 27 Agosto 2015, 09:15
Originariamente inviato da: benderchetioffender
beh, non mi pare l'ultima invenzione dei markettari quella di creare prodotti praticamente inutili se confrontati a prezzo/prestazioni con il modello superiore, per spingere l'acquirente all'acquisto del modello "uber"... (qualcuno ha detto iPhone 32gb?)

oltreututto nella recensione si nomina la tropicalizzazione come un optional di poco conto: beh dissento nella maniera piu totale
una persona che affronta una spesa di questo livello, è vero che potrebbe scontrarsi poche volte con la necessità di avere un prodotto resistente, ma è proprio quando serve qualcosa del genere che serve uno strumento un po piu serio, e perdere questa qualità in realtà per pochi denari mi sembra una stupidata

es: è vero che se prendo questa è perchè voglio imparare a fare belle foto, ma non essendo un fotografo professionista, se pianifico un viaggio in brasile, non è che ci vado 5 volte nella vita, ergo mi servirebbe proprio una bella macchina fotografica con tanto di feature serie... cioè, per il 99% delle foto che faccio nel mia periferia, basta il cellulare alla fin fine.... a maggior ragione se sono un fotoamatore...


Vero che esiste la tecnica del prodotto low level per spingere l'utente a comprare il modello superiore.. ma non mi pare questo il caso. La X-t10 presa singolarmente è una macchina spettacolare. Se poi uno vuole di più ok.

Per il resto non sono d'accordo. Ci sono eserciti di persone, fotoamatori ma anche professionisti, che usano da sempre senza problemi fotocamere non tropicalizzate. Non è che uno che si compra una bella macchina è perchè deve stare nella foresta pluviale o in mezzo al deserto.
La tropicalizzazione è una bella cosa ma non è obbligatoria, uno che spende i soldi per una macchina così lo fa per la miriade di ottime caratteristiche che ha.
Da ultimo.. se sei fotoamatore vuoi una macchina prestante per cercare di fare le foto al meglio possibile ovunque tu sia.. anche nella periferia del quartiere
BenQ Monitor