Canon EOS 5DS, 50Mpixel per chi ama i dettagli

Canon EOS 5DS, 50Mpixel per chi ama i dettagli

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“La Canon EOS 5DS infrange ogni limite di risoluzione. Non solo sulla carta, ma sul campo - risultati alla mano. Il fatto che riesca a farlo minimizzando le ripercussioni dell'alta risoluzione (micromosso e rumore) ne fanno un prodotto indubbiamente riuscito. ”

Come usare al meglio la 5DS

La valutazione con cui abbiamo chiuso la pagina precedente, è cioè che la 5DS è una reflex relativamente facile da utilizzare, non toglie che per sfruttarla al meglio sia indispensabile adottare alcuni accorgimenti.

Le criticità sono riconducibili a tre fenomeni principali. Il primo è che, all'aumentare della risoluzione, il cosiddetto "micromosso", cioè il movimento prodotto dal fotografo impugnando la fotocamera a mano libera, è più visibile e causa una più visibile perdita di nitidezza. Il secondo è che, all'aumentare della risoluzione, il fenomeno della diffrazione che riduce la nitidezza a piccole aperture di diaframma (f/16 e oltre) si fa anch'esso più marcato, producendo una maggiore perdita di nitidezza. Infine, aspetto banale ma anch'esso da considerare, in presenza di file molto grandi i difetti sono semplicemente ... più visibili. E parliamo di difetti di qualsiasi natura: un'imperfezione della lente, una messa a fuoco non perfetta, e ovviamente anche i piccoli difetti fisici delle persone ritratte saranno più visibili.

Per questo, ecco i nostri consigli:

Tempo di sicurezza. La regola dell'inverso della focale, cioè tempo di sicurezza = 1/Lf (vale a dire: 1/50sec in presenza di un 50mm, 1/100sec in presenza di un 100mm, ecc.) era valida scattando a pellicola, ma da tempo ormai non è più sufficiente. Con la 5DS, in particolare, bisogna andare almeno 1 stop oltre quello che si è soliti considerare il tempo di sicurezza per una data condizione. Meglio 2 stop.

Ogni aiuto possibile. L'uso di un buon cavalletto rimane la soluzione migliore per trarre il massimo dalla 5DS. In presenza di tempi lenti, la funzione di sollevamento preventivo dello specchio o la funzione Live View (che ai fini del movimento specchio è equivalente) sono vivamente consigliate. Suggeriamo di provare, in particolare, la modalità Live View con attiva la funzione Silent Shooting (1 o 2). Infine, se presente è ovviamente consigliabile attivare lo stabilizzatore IS.

Diaframma ottimale. Molti fotografi sono soliti "diaframmare" un po' per aumentare la nitidezza. Di nuovo, il limite si è un po' spostato nel tempo: con la 5DS, molti obiettivi rendono al meglio a f/5.6 o f/8. Persino gli obiettivi macro, progettati per lavorare con diaframmi molto chiusi, a f/16 perdono moltissimo.

Digital Lens Optimizer. Il software Canon DPP non gode del favore di molti fotografi, ma la nuova versione 4 è decisamente migliorata e ora più vicina a prodotti di maggiore diffusione come Lightroom. Vale la pena provarla, se non altro per provare la tecnologia DLO, che applica efficaci algoritmi di sharpening ottimizzati per ciascun obbiettivo, diaframma di lavoro e distanza dal soggetto. Non costa nulla ...

Dettaglio fine. Il Picture Style specifico Dettaglio fine produce un JPEG di saturazione equivalente al preset Standard ma dal contrasto leggermente inferiore, e molto più ricco di dettagli. Più ... "lavorabile". Quando non si ha il tempo di fare post-produzione, è la soluzione giusta.

Ampio  raggio. Chi è solito utilizzare Lightroom conosce il controllo Raggio (Nitidezza) del pannello Dettagli, da regolare in funzione, oltre che della tipologia d'immagine, della risoluzione del sensore. Il valore predefinito, 1.0, è troppo basso per la maggioranza delle fotocamere attuali, ma molte guide consigliano di non spostarsi mai troppo dall'unità. Questo può essere vero per fotocamere come la 5D Mark III, per la quale un Raggio= 1.3 è spesso ottimale, ma non certo per la 5DS - sviluppando i target con diversi valori di Raggio, abbiamo riscontrato che il valore ottimale è spesso compreso tra 2 e 2.5.

Buone ottiche. Infine, senza sorprese, per spremere fino all'ultimo pixel dalla 5DS è necessario utilizzare un'ottica di buon livello. I test nelle pagine successive mostreranno come un buono zoom sia sufficiente per beneficiare di elevata risoluzione al centro dell'immagine, ma anche come i limiti di nitidezza ai bordi di un obiettivo meno che perfetto vengano drasticamente evidenziati dal sensore della 5DS. L'elenco di ottiche consigliate da Canon per le 5SD e 5DS R comprende 36 pezzi, tra i quali anche obiettivi non particolarmente pregiati come il 40mm STM, il 50mm Compact Macro e tutti e tre i 50mm attualmente in produzione, compreso l'economico f/1.8 STM - la discriminante, di fatto, è l'anno di produzione: gli obiettivi recenti sono tutti inclusi nella lista. Per questa prova, abbiamo utilizzato un obiettivo in lista (100mm Macro) e uno escluso (24-70mm prima serie).

BenQ Monitor