Leica Q: Full Frame e 28mm f/1.7. Una Leica che piace subito

Leica Q: Full Frame e 28mm f/1.7. Una Leica che piace subito

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Spesso le Leica hanno caratteristiche di peso, ma fanno emergere sempre qualche 'Ma' di troppo. Con Leica Q i tecnici tedeschi sono partiti dall'ascolto delle esigenze dei fotografi e hanno estratto dal cilindro una compatta con sensore Full Frame CMOS da 24 megapixel, ottica fissa 28mm f/1.7, Wi-Fi, autofocus, touchscreen, mirino EVF al top della categoria. In pratica non le manca nulla. Mancheranno però dal vostro conto in banca 4.000€”

Un occhio luminoso

Uno dei piatti forti di Leica Q è certamente l'ottica Leica Summilux 1:1.7/28 ASPH., seconda su quella focale in termini di luminosità solo al Summilux 28mm F1.4 nel catalogo Leica. Si tratta di un'ottica perfettamente utilizzabile a tutta apertura, con immagini a f/1.7 caratterizzate da elevata nitidezza al punto di messa a fuoco e sfocato che riesce a staccare in modo deciso il soggetto dallo sfondo. A qualcuno potrebbe non piacere la resa dello sfocato, ma è quella tipica - un po' 'dura' -degli obiettivi asferici ed è il prezzo da pagare per avere la massima qualità ottica in un sistema di ridotte dimensioni.


Pur lavorando a tutta apertura la nitidezza è davvero elevata, si possono quasi leggere le scritte sul display dell'iPad

Essendo un fisso l'obiettivo presta poco il fianco a critiche: ottima resa al centro e ai bordi e distorsione molto ridotta sono due dei punti cardine. Può prestare un po' il fianco al flare in controluce, ma con il paraluce in metallo in dotazione, studiato esattamente sulla focale, non abbiamo riscontrato grossi problemi scattando anche con il sole nell'inquadratura o appena fuori. Pompando le foto in camera chiara emerge un po' di purple fringing,Fpompa che risulta però semplicissimo da correggere con gli strumenti di Adobe Camera RAW o di Lightroom.

BenQ Monitor