Comparativa monitor 21:9 - 5 modelli da 29 a 32 pollici

Comparativa monitor 21:9 - 5 modelli da 29 a 32 pollici

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Monitor Ultra-Wide 21:9 a confronto: le soluzioni di Asus, AOC, LG, Nec e Philips. Dal 4:3 al 16:9 e, ora, ecco il 21:9 - il concetto di monitor Wide è in continua evoluzione (ed espansione). Mettiamo a confronto 5 modelli per valutare non solo la bontà dei pannelli e le rispettive dotazioni, ma anche l'utilità pratica di un simile formato. ”

Asus PB298Q - RISULTATI

Luminosità e contrasto
La luminosità massima non è ai vertici ma è ampiamente sufficiente per un utilizzo confortevole anche in ambienti estremamente luminosi. Nonostante la luminosità massima non ai vertici, il punto di nero è comunque piuttosto elevato, il che porta a ottenere un contrasto inferiore alla media.

Temperatura colore
Già in assenza di calibrazione, la temperatura colore del pannello è piuttosto aderente al valore impostato, con solo un leggero shift verso i toni freddi che, seppur ridotto, viene mantenuto anche dopo calibrazione.

Gamma ed errori cromatici
Gamma sufficientemente buona ante-calibrazione, che migliora dopo calibrazione avvicinandosi al valore ideale.
Molto buoni, dopo calibrazione, gli scarti cromatici del punto di bianco e del profilo. Come nel caso del modello AOC, però, in assenza di calibrazione (cioè utilizzando il profilo "canned") gli errori cromatici sono evidenti. Anche in questo caso, dunque, la calibrazione hardware è vivamente consigliata per un utilizzo in ambito foto/video.

Gamut
Il prodotto Asus arriva a coprire quasi interamente lo spazio sRGB, e a un pannello consumer non si può chiede molto altro.
Altro
Risultati del tutto analoghi all'AOC in termini di gamma tonale riproducibile dopo calibrazione, e anche l'uniformità del pannello è analoga, con scarti massimi pari all'11%.

Segue: LG 34UM95  Pagina successiva
BenQ Monitor