Comparativa monitor 21:9 - 5 modelli da 29 a 32 pollici

Comparativa monitor 21:9 - 5 modelli da 29 a 32 pollici

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Monitor Ultra-Wide 21:9 a confronto: le soluzioni di Asus, AOC, LG, Nec e Philips. Dal 4:3 al 16:9 e, ora, ecco il 21:9 - il concetto di monitor Wide è in continua evoluzione (ed espansione). Mettiamo a confronto 5 modelli per valutare non solo la bontà dei pannelli e le rispettive dotazioni, ma anche l'utilità pratica di un simile formato. ”

Asus PB298Q

Asus produce due modelli di monitor in formato 21:9: il PB298Q, oggetto di questa prova, e l'MX299Q. Il primo, più professionale, è dotato di uno stand evoluto che consente regolazione in altezza e funzione pivot, mentre il modello consumer MX 229Q ha dalla sua un design più ricercato e una sezione audio più raffinata, sviluppata in collaborazione con Bang & Olufsen.
Il costruttore del pannello non è ufficialmente noto ma, trattandosi per entrambi i modelli di un AH-IPS di identiche specifiche, è molto probabile che si tratti dello stesso LG LM290WW1-SSA1 o -SSZ1.

Si tratta di un 29" da 2560x1080 pixel di risoluzione, con retroilluminazione a LED che assicurano una luminosità massima teorica di 300 Cd/mq. Il rapporto di contrasto statico è pari a 1000:1. Il pixel pitch, per questa risoluzione e diagonale, corrisponde a circa 0,26mm, un valore ottimale per la maggior parte delle applicazioni

L'angolo visivo massimo con rapporto di contrasto maggiore o uguale a 10:1 è 178°, in entrambe le direzioni orizzontale e verticale.
Per quanto riguarda il tempo di risposta GtG, Asus dichiara 5ms ma, qualora dovesse trattarsi davvero di uno dei pannelli LG citati, il tempo di risposta nativo sarebbe pari a 14 ms, riducibile a 5ms con il ricorso all'overdrive.


L'audio è affidato a 2 altoparlanti da 3 Watt RMS ciascuno. Completa la dotazione di ingressi, che include una DVI dual-link, una HDMI 1.4 e una DisplayPort 1.2. Il modello "consumer" MX229Q offre la medesima dotazione, ma la HDMI supporta il protocollo MHL per la connessione diretta di smartphone e tablet compatibili.   
I connettori sono sul retro del pannello e rivolti verso il basso, ma la funzione pivot dello stand ne facilita il raggiungimento. Il trasformatore è integrato.

L'ergonomia è ottima. Lo schermo può essere inclinato da -5 a +20°, ruotato di 90° (pivot) e regolato in altezza per 150mm; chiunque avrà quindi modo di allestire una postazione di lavoro ottimale.
I pulsanti di controllo sono disposti orizzontalmente nell'angolo inferiore destro, immediatamente accessibili. Da sinistra a destra si trovano: il pulsante "QuickFit", il pulsante "S" (dalla tecnologia Asus Splendid), che richiama una delle modalità predefinite (sRGB, standard, teatro, gioco, notturna, scenario),  i pulsanti direzionali di navigazione separati dal pulsante Menu e infine il pulsante di selezione degli ingressi.

I pulsanti direzionali richiamano anche l'impostazione veloce di luminosità e volume, ma la vera peculiarità di questo modello è la funzione QuickFit, comune a tutta la gamma "pro" di Asus, che richiama a schermo una griglia di allineamento 3x3 e alcune maschere con indicazioni di formati standard (A4/letter, 4x6-3x5-2x2, 8x10-5x7)  per favorire il lavoro di impaginazione e ritaglio. In effetti, è una finzione piuttosto comoda per il crop fotografico e per avere un'idea di massima dell'impaginato.

Il menu è ragionevolmente completo per un monitor che, in ultima analisi, è dedicato più all'intrattenimento che alla gestione colore. È infatti disponibile un'emulazione sRGB, ed è possibile regolare gamma e temperatura colore tra alcuni classici valori predefiniti, oltre che intervenire sui tre assi-colore RGB. L'essenziale, quindi, c'è.

Purtroppo, il PB298Q non offre la funzione MultiView, cioè la riproduzione da più sorgenti video separate. L'ampia superficie orizzontale dello schermo potrà quindi essere sfruttata solo con il multitasking.
Buona la documentazione, chiara e completa anche se solo elettronica, ed efficace la copertura opaca antiriflesso. La dotazione di cavi, infine, comprende tutto il necessario: oltre ad alimentazione e audio, vengono infatti forniti cavi DVI, HDMI e DisplayPort. Un esempio di serietà.

BenQ Monitor