Panasonic Lumix GF7, compatta con stile

Panasonic Lumix GF7, compatta con stile

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Piccola, leggera ed economica, la nuova Lumix GF7 assicura la stessa qualità fotografica dei modelli superiori. Le ridotte dimensioni hanno però un effetto negativo su autonomia di scatto ed ergonomia. ”

Qualità d'immagine

Abbiamo testato la Lumix GF7 con l'obiettivo Lumix G Vario 1:3.5-5.6 / 12-32 ASPH, zoom standard fornito in kit, nonché obiettivo particolarmente adatto a questo tipo di corpo macchina per le sue doti di compattezza. 

Avendo già testato diffusamente su altri corpi macchina sensori Panasonic Live MOS da 16 Mpixel (qui la prova della GH4 con Summilux 1:1.4/25 ASPH e zoom G Vario 1:3.5-5.6/14-140 ASPH), questo test assume un po' il senso di verifica dell'insieme corpo-macchina obiettivo, che mai come in questo caso sono legati tra loro. Qualora il 12-32mm dovesse rivelarsi inefficace, infatti, l'appetibilità di un corpo tanto compatto diminuirebbe sensibilmente.


L'otturatore elettronico rende la Lumix GF7 più propensa al "banding" in presenza di luci artificiali, per un risultato più "da smartphone" che da fotocamera. Qui l'effetto ottenuto a 1/160 sec.

La buona notizia è che il piccolo zoom si comporta sorprendentemente bene. La risoluzione del JPEG al centro dell'immagine (poco meno di 2500 LW/PH) è a un soffio da quella fatta registrare dalla GH4 con un obiettivo eccellente quale il Summilux 25mm f/1.4. Ai bordi, la nitidezza cala evidentemente in modo più consistente rispetto a quest'ultimo, rimanendo però sullo stesso livello offerto dalla GH4 in presenza di un buono zoom come il G Vario 14-140mm ASPH. Oltretutto, il JPEG è perfettamente sviluppato (leggerissimo oversharpening al centro dello 0,87%) e vanta un'aberrazione cromatica praticamente inesistente.

Tutto questo deve ovviamente essere collocato all'interno del quadro generale, che per il sistema Panasonic MQT parla di una risoluzione non ai vertici assoluti. L'insieme corpo-obiettivo è quindi equilibrato ed efficace, ma la buona figura fatta dal 12-32mm è favorita anche da un sensore non estremamente esigente.


JPEG, 200 ISO


JPEG, 1600 ISO


JPEG, 3200 ISO


JPEG, 6400 ISO


JPEG, 12800 ISO


JPEG, 25600 ISO

Quanto al colore, il JPEG con impostazioni standard è ben saturo (114% circa) ed esibisce una più che buona fedeltà cromatica, aiutata anche da un errore di esposizione davvero minimo.
Come già verificato in altre circostanze, il punto debole del sistema MQT continua a essere il rumore ad alti ISO. I risultati sono del tutto analoghi a quelli della GH4: il peggior rapporto segnale/rumore vene compensato nello sviluppo del JPEG con un intervento aggressivo dei filtri di de-noise, il che riduce sì la "grana",  ma anche la nitidezza complessiva dell'immagine.


JPEG, 200 ISO


JPEG, 1600 ISO


JPEG, 3200 ISO


JPEG, 6400 ISO


JPEG, 12800 ISO


JPEG, 25600 ISO

NOTA: Al momento non ci è possibile presentare i risultati dei RAW dato che l'unico RAW converter in grado di leggere i file prodotti dalla GF7 al momento della prova (SilkPix) non è equivalente a quello comunemente utilizzato (Lightroom), e non produce risultati confrontabili. Completeremo questa sezione appena possibile.    

BenQ Monitor