Panasonic LX100, il sensore è più grande del corpo macchina

Panasonic LX100, il sensore è più grande del corpo macchina

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Panasonic presenta la Lumix LX100, erede della LX7 nel segmento delle compatte di fascia alta. Stupisce per il sensore da 4/3" in un fattore di forma compattissimo e per la possibilità, ormai una costante tra i prodotti Panasonic, di girare video 4K. ”

Lumix LX100 (continua)

Da sottolineare, sempre a proposito dell'ottica, l'elevata apertura massima f/1.7-2.8 e il diaframma a 9 lamelle, che persino all'interno della gamma di ottiche Lumix G si trova solo nel 42.5mm f/1.2.

Anche dal punto di vista estetico funzionale la nuova LX100 si discosta sensibilmente dai modelli precedenti. La ghiera dei programmi lascia il posto alla soluzione più analogica e "old-style" della tripla ghiera: tempi nella parte superiore del corpo macchina, diaframmi sull'obiettivo e compensazione esposimetrica ancora sul corpo macchina, nella parte superiore destra.

L'aspetto retrò, però, non impedisce alla LX100 di integrare il Wi-Fi e di consentire il completo controllo remoto della fotocamera da cellulare (compresa la funzione focus peaking). A beneficio di quanti amano i filtri creativi, un pulsante dedicato dà inoltre immediato accesso ai 22 effetti speciali, utilizzabili con qualunque programma di scatto e combinabili tra loro.  

Altro grande elemento di novità del corpo macchina è il mirino elettronico da 2.764 punti equivalenti (identico a quello della GX7) dal buon ingrandimento 0,7x (35mm equivalente). Durante il primo contatto con la fotocamera siamo stati in effetti sorpresi di trovare un mirino tanto ampio su una fotocamera tascabile. È stato scelto qui un mirino field sequential anziché un OLED, in virtù del più ampio gamut. Gli OLED, più veloci e a maggior contrasto, sono invece la scelta di riferimento per macchine orientate alla fotografia d'azione e alla ripresa video.

Oltre a queste novità in senso stretto, vengono portate anche sulla LX100 alcune tecnologie recentemente introdotte da Panasonic su altri modelli, tra cui la tecnologia di messa a fuoco DFD, che ha già dimostrato la sua rapidità ed efficacia (Panasonic dichiara 0,14 sec per la messa a fuoco in posizione grandangolo), e la sezione video 4K.

Uno scatto in sequenza da 6,5 fps con tracking focus, display posteriore da 3" e 921.000 punti, nonché la possibilità (assente nella LX7) di sviluppare il RAW in-camera completano il quadro di una fotocamera che si annuncia decisamente interessante.    

Segue: Lumix GM5  Pagina successiva
BenQ Monitor