Panasonic Lumix FZ1000, bridge super-zoom con sensore MAXI

Panasonic Lumix FZ1000, bridge super-zoom con sensore MAXI

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Panasonic coniuga super-zoom e qualità con la bridge Lumix FZ1000. La ricetta è semplice: ottica pregiata e luminosa, ampio sensore da 1 pollice. Senza dimenticare la possibilità di girare video 4K e la messa a fuoco DFD che ha debuttato sulla mirrorless GH4. ”

Impressioni d'uso (continua)

Il quick menu è quello a due righe classico di Panasonic, che offre nella parte superiore l'accesso agli 8 parametri visibili nella vista display completa, e nella parte inferiore consente di modificare modalità esposimetrica, parametro libero di scatto se è selezionato un programma di scatto creativo, compensazione esposimetrica, ISO e bilanciamento del bianco. Tutti questi ultimi parametri sono accessibili come di consueto anche attraverso scorciatoie sul PAD. In definitiva, tutto funziona piuttosto bene.


100 ISO.

La ghiera di comando sul corpo obiettivo è efficace e piacevole da utilizzare, specie se utilizzata in armonia con la leva di zoom concentrica al pulsante di scatto. È ad esempio possibile muovere lo zoom in posizioni predefinite (25mm - 28mm, 35mm, 50mm ...) con la leva e fare poi una regolazione fine con la ghiera, estremamente fluida e precisa grazie anche alla corsa molto ampia. Questo elimina o riduce molto un possibile lato negativo dello zoom con ghiera, cioè la sua relativa lentezza.
La ghiera può anche essere commutata per comandare la messa a fuoco manuale, che  si attiva anche in modalità AF mentre il pulsante di scatto è premuto a metà corsa, per effettuare eventuali piccole correzioni.


800 ISO.


1600 ISO.

Al piacere d'uso contribuiscono poi "dettagli" quali il buon ingrandimento del mirino, il display orientabile, la nuova ghiera di avanzamento di scatto, che abbiamo certamente apprezzato, nonché alcune finezze quasi invisibili, come l'attivazione dell'AF appena il sensore di prossimità del mirino rileva la presenza dell'occhio del fotografo, per riduce ulteriormente lo shutter-lag.
La FZ1000 risulta, in definitiva, una fotocamera divertente ed efficace in tutte le più comuni situazioni di scatto.


3200 ISO.


6400 ISO.

È possibile approcciare, a livello dilettantistico, anche la fotografia sportiva, che è uno degli ambiti in cui le focali superiori acquistano più senso. La buona notizia è che il sistema AF e la cadenza di scatto sono all'altezza della situazione, e se si è disposti a chiudere un occhio sulla selezione macchinosa del punto AF (con un po' di pratica, si impara a fare la giusta scelta in anticipo) ci si può divertire molto. 

Completa infine l'implementazione Wi-Fi, che si imposta piuttosto facilmente tramite NFC o QR Code (con iOS è però necessario passare manualmente alla rete Wi-Fi creata ad hoc) e, una volta attivo, consente tra l'altro il controllo remoto della fotocamera con anteprima immagine. 

BenQ Monitor