Leica T: in prova l'inedita mirrorless tedesca

Leica T: in prova l'inedita mirrorless tedesca

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“A 100 anni dall'introduzione del formato 35mm, Leica porta al debutto il nuovo sistema T. Design mirrorless, formato APS-C e tanta elettronica per quello che il costruttore spera diventi un nuovo classico. ”

Conclusioni

A quanti sostengono che Leica produca solo costosissimi giocattoli di qualità ottica non superiore a quella garantita da altri prodotti più economici, il costruttore tedesco ha risposto con i fatti. Test oggettivi dimostrano infatti come le prestazioni ottiche del sistema T, la nitidezza in particolare, siano ai vertici tra le mirrorless. Altri elementi come l'aberrazione cromatica contenuta delle due ottiche oggi disponibili, la loro ottima resistenza al flare e la consistenza dell'esposimetro saranno indubbiamente altrettanto apprezzati dai fotografi esperti, che troveranno nella Leica T un sistema affidabile per produrre, scatto dopo scatto, immagini estremamente incise e di altissima qualità complessiva.


Dove non arriva l'ottica (il 23mm, ad esempio, distorce in modo vistoso in assenza di correzioni) arriva poi l'elettronica a eliminare i difetti residui. Insomma, siamo di fronte a un prodotto eccellente.
La qualità costruttiva non è nemmeno in discussione, e l'efficacia sul campo è buona, anche se l'ergonomia avrebbe beneficiato di alcuni ritocchi - da rivedere, ad esempio, l'inspiegabile funzionamento del sistema AF in modalità "touch"; inoltre, un'impugnatura con maggiore grip non avrebbe guastato.

Non ci sono, ovviamente, solo buone notizie. Le prestazioni, in termini di cadenza di scatto e velocità AF, sono solo nella media, l'avvio piuttosto lento, e questi aspetti possono indubbiamente indispettire in un prodotto dal prezzo "importante" come questo.
Cercando di tirare le somme, con la Leica T si acquista un prodotto che regala una qualità d'immagine al top, moderno e dal design indubbiamente attraente. Per alcuni, questo sarà più che sufficiente.
Non si può invece parlare di favorevole rapporto qualità/prezzo né  di prodotto ad alte prestazioni per fotografia sportiva (per la quale, oggi, mancherebbero oltretutto gli obiettivi).     

Articoli correlati

Fotocamere e Obiettivi: ecco come cambiano i nostri test

Fotocamere e Obiettivi: ecco come cambiano i nostri test

In questa breve guida descriviamo la rinnovata metodologia di prova da noi adottata per fotocamere e obiettivi, spiegando come interpretare correttamente alcuni risultati proposti al'interno delle recensioni di prodotto che seguiranno


Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: +Benito+ pubblicato il 01 Settembre 2014, 11:52
E' un articolo o una pubblicità?
Commento # 2 di: Rubberick pubblicato il 01 Settembre 2014, 13:27
Il blocco di solido alluminio bla bla bla... oramai tutti fanno un unibody.. ma anche se non fosse... è solo un prodotto di lusso..
Commento # 3 di: CaFFeiNe pubblicato il 01 Settembre 2014, 16:45
Forse ho letto male la recensione perché da telefono... Ma non ho trova che lente é stata usata per la prova... Perché se la nitidezza é tanto alta sarà anche e soprattutto per la lente.... L'ente che può essere montata anche su Sony a7 o a6000... E a quel punto penso che come nitidezza siamo li... Anzi la a7r con la stessa ottica penso sia molto più nitida essendo full frame senza filtro passa basso e con molti più dettagli...
Commento # 4 di: Marko#88 pubblicato il 01 Settembre 2014, 16:48
A quanti sostengono che Leica produca solo costosissimi giocattoli di qualità ottica non superiore a quella garantita da altri prodotti più economici, il costruttore tedesco ha risposto con i fatti.


Quali fatti? Che l'utente Leica non cerchi il rapporto qualità-prezzo ormai è assodato ma non mi sembra giusta la frase che ho quotato, rimane comunque la "solita" mirrorless APS-C con un'ottima ottica ma venduta a 3k euro quando ci sono prodotti che offrono probabilmente la stessa qualità (magari senza per forza guardare i crop 100%), più funzioni a un terzo o meno del prezzo.
Imho ovviamente.
Commento # 5 di: Ludus pubblicato il 01 Settembre 2014, 17:19
Sarebbe infatti interessante vederla in un confronto con la Fuji X-E2 accoppiata agli ogni ottimi obiettivi fujinon. Per non parlare del fatto che la Fuji ha anche un adattatore ufficiale per montare ottiche Leica M.
Commento # 6 di: a.debernardi pubblicato il 01 Settembre 2014, 18:47
Risposta cumulativa

Ciao a tutti, rispondo qui in modo cumulativo ai primi post.
Leggendo l'articolo per intero non credo si possa minimamente parlare di parzialità. Sono stati criticati vari aspetti, tra cui sistema AF (cosuccia non secondaria), mancanza di ottiche, in parte l'ergonomia, e nelle ultime righe si parla di rapporto qualità/prezzo non favorevole. Se questo è uno spot, probabilmente mi sfugge qualcosa ;-)
Detto questo, ogni tanto capita di recensire un bel prodotto e di parlarne complessivamente bene.
La prova è stata fatta con entrambe le ottiche, i risultati nei grafici si riferiscono al 23mm (sottotitolo pag 8).
I "fatti" di cui parlo sono proprio i dati dei test. Se non si guardano questi dati, o i crop al 100%, certo tutte le mirrorless sono uguali - di notte i gatti sono tutti bigi. Concordo, come già detto, sul prezzo elevato.
La qualità dell'ottica è stata sicuramente determinante, ma l'ottica fa parte del sistema, e chi produce buone ottiche giustamente ne beneficia. Attenzione a usare adattatori, non è detto che non si abbiano sgradite sorprese; nello specifico, poi, il 23mm è APS-C e non copre interamente il formato 35mm.
Siamo al lavoro per futuri test su Fuji e Sony.
Commento # 7 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 01 Settembre 2014, 19:37
Originariamente inviato da: Marko#88
Quali fatti? Che l'utente Leica non cerchi il rapporto qualità-prezzo ormai è assodato ma non mi sembra giusta la frase che ho quotato, rimane comunque la "solita" mirrorless APS-C con un'ottima ottica ma venduta a 3k euro quando ci sono prodotti che offrono probabilmente la stessa qualità (magari senza per forza guardare i crop 100%), più funzioni a un terzo o meno del prezzo.
Imho ovviamente.


Beh mi sembra un fatto quello che Leica ha messo in campo ed è stato recensito.

La stessa qualità "senza guardare i crop 100%" non è la stessa qualità, perché non è solo questione di crop ma anche di incisività della foto e colori privi di aberrazioni.

Poi che a quasi tutti basti e avanzi l'ineccepibile qualità di una Fuji-X o Sony-APS-C non c'è dubbio, ma
1- di questo passo a quasi tutti basterebbe e avanzerebbe una NEX-5 e tutto il resto è inutile aggiuntivo. (infatti che macchina ho io? :P)
2- c'è chi non si accontenta ed è disposto a spendere il doppio per il 5% di qualità in più. Ma anche a ragion fondata imho perché è il 5% di qualità in più che fa la differenza fra le foto "di tutti" e quelle "col 5% di qualità in più".

Il vero dilemma è come si comporta rispetto ad una stessa ottica Leica.
Ad esempio una Alpha 7 con un Leica 35 Summarit F/2.5 ASPH non si distacca da questa come fascia di prezzo. La focale equivalente è la stessa, e l'intensità luminosa superiore. Con lo svantaggio (Che non sembra essere così svantaggio data la concorrenza) del manual focus, ma il vantaggio di poter attingere a un florido mercato dell'usato (dove per 1500€ non si faticano a trovare Summicron F/2 asph o qualche buon Summilux F/1.4 non asph) e un corredo ben più ampio
BenQ Monitor