Guida: lo sviluppo con Adobe Camera RAW - Prima parte

Guida: lo sviluppo con Adobe Camera RAW - Prima parte

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Una guida dedicata al formato RAW e al suo sviluppo all'interno di Adobe Camera RAW. Una spiegazione dettagliata su interfaccia, strumenti e flusso di lavoro. ”

Il formato DNG

Il formato DNG
Il formato DNG (digital negative) è un formato RAW open source proposto da Adobe nel 2004.
Tra i pro, la praticità di non generare file XMP separati alla modifica di un RAW, cosa che ne semplifica la gestione e il backup.
Il DNG può contenere una preview JPEG (possibile definirne le dimensioni nella schermata opzioni vista precedentemente), e può essere compresso con compressione lossless, risparmiando quindi qualche MB rispetto ai formati RAW proprietari.

Di contro, richiede di norma una conversione e, una volta convertiti, i file non potranno più essere aperti dal RAW converter proprietario in proprio possesso. L'eccezione in questo caso è data da Leica, che per il momento è l'unico marchio di spicco ad adottare il formato DNG come formato RAW nativo; di conseguenza, non offre in bundle un suo RAW converter, ma Lightroom. 
Chi volesse effettuare la conversione di un numero elevato di file, può usare l'utility DNG converter, scaricabile da questo indirizzo: http://www.adobe.com/support/downloads/product.jsp?product=106&platform=Windows

Da notare che, durante la conversione da RAW proprietario a DNG, è possibile impostare il software in modo che il DNG includa ANCHE il RAW proprietario originale (ad esempio il .CR2 di Canon o il .NEF di Nikon). Questo è, per ovvie ragioni di spazio, vivamente sconsigliato

BenQ Monitor