Panasonic: interessanti novità fotografiche dal CES 2014

Panasonic: interessanti novità fotografiche dal CES 2014

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Quattro compatte, tra cui l'interessante Lumix TZ60, e un'ottica molto luminosa per il sistema mirrorless Micro Quattro Terzi Lumix G: ecco le novità messe sul piatto da Panasonic a l CES di Las Vegas”

Compatte un gradino sopra

È proprio dalla serie TZ che vuole ripartire Panasonic in questo 2014, con diversi nuovi modelli pensati per aggiungersi a quelli attualmente in gamma con un posizionamento leggermente superiore. Lumix TZ60 è il modello che si posiziona al top di questa gamma, con le carte in regola per stuzzicare anche quelli che stavano pensando a una compatta premium. Il mirino elettronico è uno dei suoi caratteri distintivi, assieme allo zoom ottico stabilizzato LEICA DC VARIO-ELMAR 30x, il tutto in un corpo da compatta, anche grazie a un rinnovato meccanismo che collassa maggiormente l'ottica quando non in uso..

La macchina copre focali equivalenti 24-720mm e permette di memorizzare anche i file RAW degli scatti. La ghiera su barilotto dell'obiettivo può essere per comandare diverse funzioni, dallo zoom, al fuoco manuale, quest'ultimo aiutato dalla tecnologia focus peaking. La macchina offre poi connettività Wi-Fi e NFC, quest'ultima per un collegamento rapido con gli smartphone e tablet dotati di pari tecnologia per vedere su di essi le immagini o utilizzare il loro display per il controllo remoto della fotocamera.

Panasonic ha anche lavorato per rendere la messa a fuoco più veloce, con una lettura del sensore a 240 fps. Il mirino ottico utilizza lo stesso pannello di Lumix LF1, ma l'aggiunta di una lente dovrebbe aver migliorato la resa ottica. Il sensore MOS in formato 1/2,3" offre 18,1 megapixel di risoluzione, mentre l'ottica ha apertura di diaframma F3.3 - 6.4. Non mancano naturalmente le funzionalità video, con la registrazione di filmati a 1.920x1.080 pixel, 50p e 28 Mbps. La macchina dovrebbe posizionarsi in Italia a circa 400 euro.

Lumix TZ55 va a coprire una posizione dalle caratteristiche leggermente inferiori: la risoluzione del sensore MOS scende a 16,1 megapixel e lo zoom, sempre partendo da 24mm di focale minima, si ferma a 20x (480mm di focale massima equivalente). Al posto del mirino elettronico troviamo un display orientabile a 180°, utile anche per la moda del momento, i selfie, gli autoritratti. Anche in questo caso troviamo la connettività Wi-Fi e il supporto ai filmati Full HD.

Lumix SZ8 è una compatta da tasca con ottica 12x stabilizzata a partire dalla focale minima equivalente di 24mm. In questo caso alla connettività Wi-Fi si affianca il supporto video che arriva al massimo alla risoluzione 720p, con un sensore da 16 megapixel.

Lumix LZ40 è invece il modello con cui Panasonic rinnova la sfida nel segmento delle bridge superzoom dal prezzo accessibile, con un'ottica che raggiunge un'escursione di 42x. Rispetto ai modelli di questa serie visti in passato, Panasonic ha optato per l'utilizzo di una batteria al litio al posto delle 4 pile stilo AA.

BenQ Monitor