Nikon D5300 alla prova con tre ottiche (quasi) abbordabili

Nikon D5300 alla prova con tre ottiche (quasi) abbordabili

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Fa nascere e morire la propria reflex con l'ottica standard 18-55mm è un delitto: spesso basta poco per ampliare le proprie possibilità creative con una o due ottiche, anche rimanendo ampiamente sotto i mille euro. Ecco Nikon D5300 con tre ottiche abbordabili all'O'Neill Shoreditch Showdown 2013”

Investite nelle ottiche, non inseguite l'ultimissimo corpo macchina


La luna ripresa dallo zoom tuttofare Nikon AF-S DX NIKKOR 18-300mm f/3.5-5.6G ED VR

Durante la serata abbiamo avuto modo di mettere alla prova sulla nuova Nikon D5300 un'ottica che abbiamo già visto nella recensione di Nikon D7100, il superzoom tuttofare Nikon AF-S DX NIKKOR 18-300mm f/3.5-5.6G ED VR. Nonostante la nostra diffidenza per le ottiche ad escursione molto lunga ('Montare un 18-300 su una reflex è come trasformarla in una bridge superzoom!' ha detto un collega) la resa dell'obiettivo si conferma buona, così come la sua capacità di mettere a fuoco.

Dopo aver dato una panoramica delle proposte che Nikon mette sul piatto per ampliare il proprio parco ottiche al di là degli zoom inclusi nei kit con cui vengono immesse sul mercato le reflex consumer il consiglio è quello che fa da titolo a questa pagina "Investite nelle ottiche, non inseguite l'ultimissimo corpo macchina". Non solo con nuove ottiche è possibile ampliare la gamma delle focali a disposizione, ma grazie ai fissi è possibile dare maggiore qualità alle foto anche se si trovano a cadere tra le focali già coperte dallo zoom standard incluso nella confezione kit con la fotocamera.

Con una spesa equivalente a quella di un nuovo corpo macchina di fascia entry level evoluta è possibile spingersi con buona qualità fino a 450mm di focale equivalente su APS-C, mentre con una spesa più alta (praticamente il prezzo di una reflex di fascia media) è possibile entrare nel mondo delle focali ultra grandangolari.

Molto più contenuta la spesa per dotarsi di obiettivi a focale fissa: a discapito del prezzo molto accessibile si tratta di ottiche che sanno regalare grandi soddisfazioni, permettendo di cimentarsi con aperture elevate e con una resa generalmente molto buona lungo tutta l'estensione del fotogramma. Da curare bene la scelta, valutando l'effettivo angolo di campo inquadrato (associabile a quella che generalmente chiamiamo la focale equivalente) sul formato ridotto: come abbiamo visto il classico 50mm che su full frame è un 'normale', su reflex APS-C ricade nella categoria dei medio tele.







Articoli correlati

Nikon Df: ecco dal vivo la controversa reflex full frame

Nikon Df: ecco dal vivo la controversa reflex full frame

Diversi aspetti della nuova Nikon Df hanno sollevato un coro di voci perplesse dal web: ecco il nostro primo contatto con la nuova full frame con il cuore di Nikon D4, un prodotto che punta a una nicchia di pubblico ben precisa e che fa dell'aspetto uno dei suoi cardini
Nikon D7100 e Canon EOS 70D: reflex a confronto

Nikon D7100 e Canon EOS 70D: reflex a confronto

Mettiamo a confronto diretto Canon EOS 70D e Nikon D7100, due reflex di fascia media dedicate agli amatori evoluti con caratteristiche in grado di accompagnare i fotografi praticamente in tutte le situazioni
Nikon D5200: l'entry level evoluta arriva a 24 megapixel

Nikon D5200: l'entry level evoluta arriva a 24 megapixel

Nikon aggiorna la sua reflex entry level e porta su Nikon D5200 il sensore da 24 megapixel. Sono però soprattutto l'autofocus e il modulo esposimetrico ereditati da D7000 ad attirare gli sguardi degli esperti
Reflex Nikon consumer: quale scegliere tra D3100, D5100 e D7000?

Reflex Nikon consumer: quale scegliere tra D3100, D5100 e D7000?

Nikon propone una vasta gamma di reflex consumer basate su sensore APS-C: quale scegliere tra D3100, D5100 e D7000, aggiungendo al confronto anche D90 e D80?


Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: roccia1234 pubblicato il 27 Novembre 2013, 16:52
Insomma, a parte il 50ino non è che avete scelto ottiche propriamente economiche o interessanti...

Il 70-300 vr può essere benissimo sostituito dal tamron 70-300 VC, spendendo 150-200€ in meno.

Il 12-24 nikon... boh, vista l'alternativa (tokina 11-16, tokina 12-24, sigma 10-20, sigma 8-16) con caratteristiche ben più interessanti, qualità circa allo stesso livello e ad almeno 300€ in meno, non lo prenderei nemmeno in considerazione.

Inoltre non avete considerato un vero sostituto per il 18-55, come può essere il tamron 17-50 o il sigma 17-70.

Inoltre, in campo fissi avete tralasciato il 35 1.8, una vera chicca e per certi versi più interessante del 50 su aps, e l'85 1.8, tutti a prezzi ben più avvicinabili del 12-24.
Commento # 2 di: ]Rik`[ pubblicato il 27 Novembre 2013, 16:58
1000€ per uno zoom wide, alla faccia della lente (quasi) abbordabile
Commento # 3 di: frankie pubblicato il 27 Novembre 2013, 18:46
Sono rimasti "in casa"

Certo se prendi i compatibili la scelta si amplia ma poi arrivano i tamronisti, i sigmoidi, i tokiniani.
Commento # 4 di: frankie pubblicato il 27 Novembre 2013, 18:52
Comunque concordo che lo std si può sostituire con un altro zoom "universale" molto migliore
Commento # 5 di: AlexWolf pubblicato il 27 Novembre 2013, 20:46
e quale sarebbe lo zoom std migliore???

ti rispondo così perchè mi accingo ad acquistare la d7100 senza ancora aver deciso quale kit abbinarci...
purtroppo mi è stata rubata la mia piccola d3100 e volevo atrezzarmi con qualcosa di meglio..
ho salvato giusto il 35mm 1.8, ma volevo uno zoom leggero per i viaggi.
il kit più economico è di certo quello con 18-105 ma per me è fin troppo eccessivo.. starei optando per il 16-85 che mi da maggiori garanzie di solidità e quei 2mm in più wide mi fanno gola...

riguardo all'articolo sono d'accordo che si potevano valutare altre ottiche più economiche abbinate alla 5300...magari appunto il kit standard 18-105 o il nuovo 18-140..
Commento # 6 di: paulgazza pubblicato il 28 Novembre 2013, 10:53
Originariamente inviato da: roccia1234
Insomma, a parte il 50ino non è che avete scelto ottiche propriamente economiche o interessanti...

Il 70-300 vr può essere benissimo sostituito dal tamron 70-300 VC, spendendo 150-200€ in meno.

Il 12-24 nikon... boh, vista l'alternativa (tokina 11-16, tokina 12-24, sigma 10-20, sigma 8-16) con caratteristiche ben più interessanti, qualità circa allo stesso livello e ad almeno 300€ in meno, non lo prenderei nemmeno in considerazione.

Inoltre non avete considerato un vero sostituto per il 18-55, come può essere il tamron 17-50 o il sigma 17-70.

Inoltre, in campo fissi avete tralasciato il 35 1.8, una vera chicca e per certi versi più interessante del 50 su aps, e l'85 1.8, tutti a prezzi ben più avvicinabili del 12-24.


quoto in toto
il nikon 70-300 è notoriamente equivalente al tamron, il quale si trova a meno di 300 euro (io l'ho preso e sono contentissimo)
quoto pure sul 35mm, sarebbe stato interessante vederlo, soprattutto considerando che costa anche meno del 50 e su APS-C dienta un classico 50 equivalente
sarebbe stato utile avere poi qualche foto fatte con le ottiche del kit, per avere un'idea della differenza di qualità (magari proprio un confronto col fisso, anche su soggetti statici per avere la stessa immagine)
Commento # 7 di: Il Castiglio pubblicato il 28 Novembre 2013, 13:27
Che differenza c'è tra il AF-S Nikkor 50mm f/1.8[SIZE="5"]G [/SIZE] qui recensito
e il "[SIZE="5"]D[/SIZE]" che ho visto in un centro commerciale a 100 euro ?
Commento # 8 di: roccia1234 pubblicato il 28 Novembre 2013, 14:07
Originariamente inviato da: Il Castiglio
Che differenza c'è tra il AF-S Nikkor 50mm f/1.8[SIZE="5"]G [/SIZE] qui recensito
e il "[SIZE="5"]D[/SIZE]" che ho visto in un centro commerciale a 100 euro ?


A parte l'ovvia differenza di prezzo:

Il G è più recente, NON ha la ghiera dei diaframmi (quasi inutile se non con vecchiette a pellicola), ha un motore ultrasonico integrato, otticamente è migliore.

Il D è più vecchio, otticamente un po' peggio*, non è motorizzato (serve un motore af nel corpo macchina, altrimenti è manual focus), ha la ghiera dei diaframmi.
Se non ricordo male è un filo più piccolo e leggero, ma questione di pochi mm e pochi g.

*Si nota soprattutto a tutta apertura ai bordi del fullframe/pellicola 35mm, al centro non c'è tutta 'sta differenza.
A f/2.8 sono suppergiù pari, tranne ai bordi estremi dove il D è ancora un pelo indietro.
Da f/4 in poi sono praticamente identici.
Commento # 9 di: TigerTank pubblicato il 28 Novembre 2013, 14:35
Concordo sulle conclusioni...io ho una D7000 che terrò ancora per un bel pezzo mentre ho preferito investire sulle ottiche facendomi ad esempio un 24-70 e un 70-200 f2.8 stabilizzato(+ moltiplicatore 2x = 140-400 f5.6)...anche se Sigma perchè per i Nikon avrei dovuto vendere un rene
Della Nikon ho il 10-24 e il 35mm f1.8G....e poi il mitico e stupendo Tamron 90mm macro, un gioiellino di lente

Con questo corredo andrò avanti parecchi anni.
Commento # 10 di: Il Castiglio pubblicato il 28 Novembre 2013, 15:36
Originariamente inviato da: roccia1234
... non è motorizzato (serve un motore af nel corpo macchina, altrimenti è manual focus)...

Grazie mi era sfuggita questa rilevante differenza
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor