Panasonic Lumix GM1: la mirrorless attesa da anni?

Panasonic Lumix GM1: la mirrorless attesa da anni?

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Più piccola e leggera della serie entry level GF, la nuova GM1 può essere considerata la mirrorless che mancava, dando prova di un ottimo lavoro di miniaturizzazione da parte di Panasonic, senza trascurare il fattore estetico”

Panasonic GM1: una Lumix GX7 in miniatura

Prendendo in mano la nuova Lumix GM1 si ha addirittura l'impressione di trovarsi di fronte una di quelle riproduzioni Minox delle Leica d'un tempo: il cuore di Lumix GM1 non è però quello di una riproduzione, è quello della sorella maggiore Lumix GX7, presentata qualche mese fa da Panasonic. Parliamo quindi di un sensore  Live MOS Micro Quattro Terzi (17,3x13,0mm) da 16 megapixel ridisegnato nell'elettronica e nel sistema di microlenti per aumentare la superficie sensibile di ogni diodo.

Panasonic ha portato la conversione A/D sul singolo sito promettendo un segnale in uscita dal sensore più pulito già alla fonte: anche per Lumix GM1 il produttore giapponese promette quindi un comportamento agli alti ISO in grado di dare filo da torcere alla concorrenza, anche APS-C.

Tra i benefici che Lumix GM1 eredita da GX7 c'è anche l'autofocus: con una lettura del sensore a 240 fps il sistema promette di essere molto veloce, oltre che molto sensibile. Panasonic dichiara infatti una sensibilità di-4EV, maggiore di quella di alcune reflex full frame. Nei pochi istanti in cui abbiamo maneggiato la macchina il sistema di messa a fuoco è parso molto più performante rispetto ai canoni a cui eravamo abituati in passato sugli autofocus a rilevazione di contrasto, ma solo una prova più approfondita potrà dare una parola defintiva su questo tema.


Panasonic GM1 con grip

Rispetto a Lumix GX7 la piccola GM1, per ovvie ragioni di risparmio di spazio, abbandona il sistema di stabilizzazione nel corpo sensor-shift, tornando ad affidarsi agli stabilizzatori integrati nella maggior parte delle ottiche del sistema Micro Quattro Terzi di casa Panasonic.

Sempre restando in ambito ottiche, per evitare che l'intenso lavoro di miniaturizzazione del corpo fosse vanificato da un'ottica ingombrante, Panasonic ha ridisegnato anche lo zoom da fornire in kit con la macchina: il nuovo Lumix 12-32mm F3.5-5.6 utilizza un design collassabile e in dimensioni davvero ridotte offre focali equivalenti di 24-64mm, partendo quindi da una focale più grandangolare del solito. Il kit formato dal corpo e da quest'ottica sarà proposto a €699,00, un prezzo davvero interessante per quanto offerto dalla nuova macchina, mentre per aggiudicarsi il kit con due ottiche, che include anche grip e l'obiettivo 20mm f/1,7, di dimensioni maggiori, sarà necessario sborsare €999,00.


Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: trapanator pubblicato il 17 Ottobre 2013, 08:30
il futuro sono le mirrorless, le reflex sono destinate ad un calo di vendite.
Commento # 2 di: frankie pubblicato il 17 Ottobre 2013, 08:50
Questo è quello che vorrebbe panasonic.
Nonostante le producano i Big2 non credo che siano di questa opinione.
Commento # 3 di: checo pubblicato il 17 Ottobre 2013, 09:01
Originariamente inviato da: trapanator
il futuro sono le mirrorless, le reflex sono destinate ad un calo di vendite.


ma anche no, imho è più probabiole un riposizionamento del mercato come segue

compatte economiche sono destinate al calo sostituite dagli smartphone
chi anni fa spendeva 200/300e per una compatta si dirigerà verso una mirrorless
le refela per distanziarsi dalle mirrorless faranno un passo avanti come prestazioni.
Commento # 4 di: genesi86 pubblicato il 17 Ottobre 2013, 09:47
non sono così sicuro che le mirrorless spazzeranno via le reflex, troppi compromessi nel mirino, nell'impugnatura, nell'uso del flash ed anche nella scelta degli obiettivi (telescopici ad esempio).

Tra l'altro le compatte premium stanno facendo progressi enormi, potrebbero essere loro a cannibalizzare le mirrorless, modelli come la xz-1 che ha in dote un obiettivo ben migliore di questa - splendida - Panasonic, costa 200€...

Come prima macchina una mirror la ritengo troppo limitante negli aspetti sopracitati, come seconda è limitata dal prezzo (5-6-700€), e dalle compatte premium che offrono qualità, praticità ad un prezzo di circa 1/2
Commento # 5 di: braindamage87 pubblicato il 17 Ottobre 2013, 10:19
da possessore di una Lumix GF6, posso solo dire che questa mi piace un casino!!!!

Brava Panasonic!
Commento # 6 di: Marko#88 pubblicato il 17 Ottobre 2013, 11:03
Originariamente inviato da: genesi86
non sono così sicuro che le mirrorless spazzeranno via le reflex, troppi compromessi nel mirino, nell'impugnatura, nell'uso del flash ed anche nella scelta degli obiettivi (telescopici ad esempio).

Tra l'altro le compatte premium stanno facendo progressi enormi, potrebbero essere loro a cannibalizzare le mirrorless, modelli come la xz-1 che ha in dote un obiettivo ben migliore di questa - splendida - Panasonic, costa 200€...

Come prima macchina una mirror la ritengo troppo limitante negli aspetti sopracitati, come seconda è limitata dal prezzo (5-6-700€), e dalle compatte premium che offrono qualità, praticità ad un prezzo di circa 1/2


Si certo, le compatte premium con la stessa qualità di mirrorrless u4/3 o addirittura APS-C. Roba come x-e1, la serie nex, la Omd..hanno qualità paragonabile alle reflex, spesso mirini elettronici migliori degli ottici delle reflex APS-C e moooolte più funzioni. Come si può pensare che vengano cannibalizzate dalle compatte?
IMHO:
Le compatte sono destinate alla morte, gli smartphone prenderanno il loro posto. Le reflex di fascia bassa verranno via via a mancare in favore di senzaspecchio e con specchio FORSE rimarranno solo le attuali top di gamma, 1D e D4. Robe che per ergonomia, velocità di azione, autofocus continuo, batteria etc, ad oggi non sono sostituibili. Un domani chissà.
Commento # 7 di: Theprov pubblicato il 17 Ottobre 2013, 12:32
Originariamente inviato da: genesi86
Tra l'altro le compatte premium stanno facendo progressi enormi, potrebbero essere loro a cannibalizzare le mirrorless, modelli come la xz-1 che ha in dote un obiettivo ben migliore di questa - splendida - Panasonic, costa 200€...


Quoto e rilancio.

Più interessante in casa Panasonic sarà lo scontro con la LX-7, che ha un obbiettivo con un range 24-90, ma più luminoso (da 2 a quasi 3 stop lungo tutta la focale) e un sensore che secondo me paga altrettanti stop in termini di resa ad alti ISO rispetto al sensore della GM1=GX7.
Quindi non mi sorprenderei se le differenze finali in molte foto fossero minime, anche considerando una resa in termini di sfocato che è praticamente equivalente calcolando i rispettivi fattori di crop e le aperture delle lenti.
Commento # 8 di: trapanator pubblicato il 17 Ottobre 2013, 13:14
Originariamente inviato da: Marko#88
Si certo, le compatte premium con la stessa qualità di mirrorrless u4/3 o addirittura APS-C. Roba come x-e1, la serie nex, la Omd..hanno qualità paragonabile alle reflex, spesso mirini elettronici migliori degli ottici delle reflex APS-C e moooolte più funzioni. Come si può pensare che vengano cannibalizzate dalle compatte?
IMHO:
Le compatte sono destinate alla morte, gli smartphone prenderanno il loro posto. Le reflex di fascia bassa verranno via via a mancare in favore di senzaspecchio e con specchio FORSE rimarranno solo le attuali top di gamma, 1D e D4. Robe che per ergonomia, velocità di azione, autofocus continuo, batteria etc, ad oggi non sono sostituibili. Un domani chissà.


ecco, hai colto perfettamente il succo. È la stessa cosa che sta avvenendo con i PC e i tablet.
Commento # 9 di: genesi86 pubblicato il 18 Ottobre 2013, 12:39
no marko, quelle mirror che tu citi hanno un prezzo paragonabile alle reflex, non ad una compatta ed è con le reflex, quindi, che vanno confrontate.
Dato che come qualità stiamo sullo stesso livello, le limitazioni delle mirror sono troppe ed anche le dimensioni (unico vero vantaggio di una mirror) possono diventare importanti se ci monti determinate ottiche.

Compatte di qualità, con le quali puoi fare eccellenti foto in buona parte delle situazioni, costano meno di 1/2-1/3 di molte mirror, hanno obiettivi integrati con decenti escursioni, nulla ti vieta di comprarne una da affiancare ad una reflex e di usarla quando non puoi portarti appresso la reflex. Reflex+buona compatta, possono costare quanto un'ottima mirror.
Commento # 10 di: torgianf pubblicato il 18 Ottobre 2013, 16:51
Originariamente inviato da: genesi86
non sono così sicuro che le mirrorless spazzeranno via le reflex, troppi compromessi nel mirino, nell'impugnatura, nell'uso del flash ed anche nella scelta degli obiettivi (telescopici ad esempio).

Tra l'altro le compatte premium stanno facendo progressi enormi, potrebbero essere loro a cannibalizzare le mirrorless, modelli come la xz-1 che ha in dote un obiettivo ben migliore di questa - splendida - Panasonic, costa 200€...

Come prima macchina una mirror la ritengo troppo limitante negli aspetti sopracitati, come seconda è limitata dal prezzo (5-6-700€), e dalle compatte premium che offrono qualità, praticità ad un prezzo di circa 1/2


prima di postare sarebbe meglio informarsi, non ne hai indovinata una
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor