365 giorni, 36.500Km, due fotografi e un pickup camperizzato: ecco Wildmobil

365 giorni, 36.500Km, due fotografi e un pickup camperizzato: ecco Wildmobil

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Fabio, Alcide e Arturo sono pronti per partire per un viaggio che li porterà alla scoperta dei 36 parchi naturali in Europa e Asia: l'obiettivo è pubblicare su wildmobil.com una foto naturalistica al giorno. Fabio e Alcide sono due fotografi, Arturo è...un pick-up dotato di cellula abitativa”

L'importante è il viaggio, non la meta

L'itineario di massima di Fabio e Alcide è stabilito e la prima stima al ribasso vede un totale di almeno 36.500 chilometri da percorrere: si parte per la Camargue, in Francia, si attraversa l'Europa continentale fino in Danimarca, si passa in Scandinavia, si prende la via del mare per Scozia e Islanda, si ritorna sulla terra ferma in Norvegia, da lì si prende la via dell'Asia attraverso la Russia, verso le steppe della Mongolia, il Kazakistan, per poi passare in Cina e scendere verso il Sud-Est asiatico attraverso Laos e Thailandia, per poi concludere il viaggio in Australia.

Un itineraio molto articolato e studiato, per sommi capi, in base al clima e alle condizioni meteo generali dei diversi paesi durante il corso dell'anno. Anche le stagioni della vita animale sono state prese in considerazione, in modo da provare ad essere al posto giusto al momento giusto per cogliere qualche scatto mozzafiato. Un itinerario anche flessibile, senza tappe forzate né date da rispettare in modo ferreo: il piacere del viaggio è parte integrante del progetto Wildmobil.

Arturo, con le sue sospensioni rinforzate, il sistema pneumatico per regolare l'altezza da terra, la cellula abitativa con frigo, due fuochi, veranda panoramica, la trazione 4x4 con ridotte, proverà a macinare tutti i chilometri necessari: è un tipo ben preparato, ma Alcide e Fabio (che nelle tre ore in cui li abbiamo incontrati in giro per i colli bolognesi non hanno fatto altro che contendersi il posto di guida) non hanno intenzione di metterlo troppo a dura prova. Arturo è la casa itinerante, per muoversi all'interno dei parchi i sistemi di mobilità più sostenibili restano i piedi e le biciclette (e forse un paio di kayak gonfiabili).

Il viaggio è solo l'inizio: Fabio e Alcide puntano, come dicevamo in prima pagina, a pubblicare una foto al giorno sul sito e hanno intenzione di raccogliere poi tutte le foto in un libro che verrà pubblicato al loro rientro (sempre che non decidano che Arturo possa essere la loro casa per un tempo più lungo di 365 giorni). Sperano poi che 'da cosa nasca cosa' e che possano nascere dal nucleo originario altri progetti. Alcide ci ha parlato più in dettaglio dei loro piani e del supporto che Arturo dovrà dare alla spedizione.

[HWUVIDEO="1339"]Wildmobil: un pick-up camperizzato al servizio della fotografia naturalistica[/HWUVIDEO]
BenQ Monitor