Sony Alpha A99: la Full Frame SLT alla prova

Sony Alpha A99: la Full Frame SLT alla prova

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Sony Alpha A99 porta la tecnologia SLT a specchio traslucido sulla ammiraglia full frame da 24 megapixel di Sony. La mettiamo a nudo nella nostra recensione: inaspettati punti di forza e qualche incertezza laddove invece dovrebbe primeggiare”

Prova sul campo - Autofocus e raffica

Autofocus e raffica dovrebbero essere il settore dove Sony Alpha A99 si fa valere in modo netto, grazie alla scelta tecnologia dello specchio Translucent Mirror, che permette alla macchina di non dover dipendere dal meccanismo di alzata dello specchio e di non avere mai attimi di buio del modulo autofocus.

Come abbiamo detto nella descrizione della macchina la raffica massima di targa è di 10fps, anche se questo dato è raggiungibile solo in modalità JPEG e con crop 2,4x. Con crop al formato APS-C 1,5x la raffica si attesta su 7/8 frame al secondo con possibilità di registrazione anche del RAW, mentre a piena risoluzione si ferma a valori simili alla concorrenza con 6fps.



Scatto in modalità T10 a 10fps e crop 2,4x con particolare al 100%

L'autofocus a 19 punti beneficia dell'integrazione di sensori a rilevazione di fase sulla superficie del CMOS: i ben 102 punti non solo utilizzabili da soli, ma solo come assistenza al modulo autofocus classico. Questa matrice ampia leggermente la copertura dell'autofocus, ma soprattutto è utile nel caso di inseguimento di un soggetto per aiutare il sistema nel passaggio tra un punto autofocus e l'altro, coprendo quasi completamente gli interstizi tra i sensori del modulo da 19 punti.

La messa a fuoco AF-D (dove 'D' sta per Depth, ossia profondità) è disponibile solo con alcuni obiettivi, anche se il recente aggiornamento firmware della macchina ha ampliato il catalogo di vetri che la possono utilizzare, includendo ad esempio anche l'ottica Sony 70-200mm f/2.8 SSM G (SAL-70200G), con cui abbiamo portato avanti buona parte della recensione.



Scatto da raffica a piena risoluzione (JPEG+RAW a 6fps) e particolare al 100%

Alla prova sul campo in realtà l'autofocus non è rispetta tutte le aspettative, offrendo risultati nella norma e non eccezionali come ci si apsetterebbe leggendo i dati di targa e la presentazione della macchina. Nell'inseguimento il modulo autofocus è un po' pigro nell'agganciare il soggetto e il tasso di errore è abbastanza costante a un valore sopra lo zero. I campi di utilizzo in cui la macchina si trova a suo agio sono quindi la caccia fotografica amatoriale/prosumer e gli sport d'azione, mentre la caccia fotografica in condizioni di luce difficili o gli sport ad elevatissime velocità (come ad esempio quelli motoristici) possono mettere in difficoltà la macchina.

BenQ Monitor