Sony Alpha A99: la Full Frame SLT alla prova

Sony Alpha A99: la Full Frame SLT alla prova

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Sony Alpha A99 porta la tecnologia SLT a specchio traslucido sulla ammiraglia full frame da 24 megapixel di Sony. La mettiamo a nudo nella nostra recensione: inaspettati punti di forza e qualche incertezza laddove invece dovrebbe primeggiare”

Conclusioni

Una recensione di un prodotto come Sony Alpha A99 mette certamente 'molta carne al fuoco' ed è sempre difficile tirare delle conclusioni sintetiche. Il primo pensiero è che la full frame di casa Sony, al momento al top della gamma del produttore nipponico, lascia pienamente soddisfatti laddove avevamo qualche dubbio pregiudiziale, mentre lascia qualche dubbio in quegli ambiti dove ci sia aspettava una netta superiorità rispetto alla concorrenza.

Sul fronte della qualità dell'immagine il giudizio è certamente più che buono: la resa fotografica è molto buona, la nitidezza a basse sensibilità molto elevata, la gamma dinamica più che soddisfacente. Buona anche la resa agli alti ISO dove la pieno formato lascia il passo a quel look&feel 'digitale' che abbiamo riscontrato in altri prodotti Sony in un limitato numero di casi, mentre generalmente offre una plasticità a livelli della concorrenza 35mm.

Non convincono del tutto l'autofocus e la raffica, che dovrebbero essere il punto di forza: chi compra questa macchina attirato dalla possibilità di scattare a 10 frame al secondo con messa a fuoco sempre attiva deve essere conscio che la massima velocità è raggiungibile solo in modalità crop 2,4x e in JPEG, mentre a risoluzione piena e con supporto RAW la raffica si ferma a 6fps. Inoltre la messa a fuoco, sebbene valida in termini generali, pecca di qualche errore di troppo: non sarebbe grave se non dovesse essere proprio questo il punto di forza della macchina. Errori che si evidenziano però in condizioni difficili, come quelle di sport molto veloci in condizioni di illuminazione non ottimali, in condizioni normali il sistema SLT offre comunque alcuni vantaggi, primo fra tutti la possibilità di avere l'autofocus a contrasto di fase attivo (e ben funzionante a differenza delle proposte basate sulla rilevazione del contrasto) anche durante la registrazione dei filmati.

Ottima l'ergonomia, con tanti tasti a disposizione come scorciatoia (tutti personalizzabili con una ampia gamma di possibilità), la funzione di accesso diretto alle modifiche dei parametri visualizzati a display e con il controller silenzioso sul frontale in grado di controllare, anche durante la ripresa dei filmati, una ampia serie di funzioni senza. L'impugnatura è buona, così come il supporto offerto dal mirino elettronico: quest'ultimo è uno strumento davvero ottimo per la messa a fuoco manuale grazie alla funzione focus peaking, che permette di mettere a fuoco manualmente con una facilità paragonabile solo a quella dei vetrini a microprismi.

Il prezzo di €2.799,00 IVA inclusa (listino attuale del sito Sony con spedizione inclusa) la pone in diretta concorrenza con le proposte Canon EOS 5D Mark III e Nikon D800, due soluzioni difficili da scalzare dal loro trono. Con un posizionamento più vicino alle full frame 'consumer' EOS 6D e Nikon 600D, Sony Alpha A99 avrebbe avuto maggiori carte da giocare, anche grazie a particolari di spicco (rispetto al recente duo) come l'otturatore a 1/8000s. Si tratta sicuramente di un prodotto in grado di tentare tutti gli appassionati del sistema Sony, soprattuto quelli che attualmente hanno tra le mani una soluzione APS-C. Riuscire a spostare utenti dal duopolio Canon/Nikon è un'impresa in ogni caso titanica, anche con un prodotto perfetto, ma alcuni particolari potrebbero convincere qualcuno a dare almeno una chanche alla pieno formato di casa Sony


Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: threnino pubblicato il 28 Marzo 2013, 17:18
edit
Commento # 2 di: megthebest pubblicato il 28 Marzo 2013, 17:24
attendevo una review... però credevo fosse un pelo meglio...

va bene 1/8000 dell'otturatore... ma per ovviare a questa limitazione, Nikon ha disponibile un'espansione in basso degli io (50) che permette appunto di equiparare il suo 1/4000 alle altre ..
ottimo il discorso EVF .. si vede che stanno facendo molta strada.. e se si dimostreranno superiori (per funzionalità e perdendo poca luminosità ai pentaprismi.. credo che potranno sostituirli negli anni a venire..

Il prezzo è però troppo elevato in assoluto.. anche se lo street price, si attesterà a 2500€ o meno nei prossimi mesi..
Commento # 3 di: demon77 pubblicato il 28 Marzo 2013, 17:28
OT:
Vedo che la povera Lexar girl al photoshow non ha avuto pace..


..mi chiedo come mai..
Commento # 4 di: roccia1234 pubblicato il 28 Marzo 2013, 17:42
Certo che potevano lavorare un po' di più sulla raffica, uno dei punti di forza delle SLT, tanto più che questa è l'ammiraglia .

Cavolo a 6 fps full res ci arriva pure la D600 (ok, sono 5,5 fps) che è una dslr "classica" e costa la metà.
8 fps in dx... anche qui sono tutt'altro che impressionanti, la D300 fa altrettanto nonostante i 6 anni e 2 mpx in più.
Velo pietoso sulla modalità ubercrop solo jpeg da 4,6 mpx e 10 fps .

Cavolo questa dovrebbe fare almeno 12 fps in raw full res...


Altra cosa che non mi è piaciuta è la scelta delle SD (oltre alle onnipresenti memory stick: sony, non se le fila nessuno le tue MS, puoi anche interrompere la produzione oggi). OK, sono ottime, ma su una AMMIRAGLIA mi sarei aspettato schede di tutt'altra caratura, come le xqd, che tralaltro le produce sony stessa.
Commento # 5 di: Wolfhask pubblicato il 28 Marzo 2013, 19:59
vedremo come se la caverà, sempre che esca la ff di pentax , la sony qui secondo me ha molte carte da giocare rispetto a canon e nikon, se le ottiche fossero alla pari di sicuro avrebbe un certo margine in più.
Commento # 6 di: Vul pubblicato il 28 Marzo 2013, 20:40
@Redazione.

Potreste perfavore iniziare ad usare vimeo e non youtube per uploadare i video delle telecamere/macchine fotografiche?

La compressione di vimeo è migliore dell'iper compressione di youtube, per cui la fedeltà va un poco a farsi benedire.
Commento # 7 di: Roberto Colombo pubblicato il 29 Marzo 2013, 08:07
Originariamente inviato da: Vul
@Redazione.

Potreste perfavore iniziare ad usare vimeo e non youtube per uploadare i video delle telecamere/macchine fotografiche?

La compressione di vimeo è migliore dell'iper compressione di youtube, per cui la fedeltà va un poco a farsi benedire.


È un problema che sappiamo esistere, al momento abbiamo deciso di non moltiplicare gli account (YouTube va molto bene per tutti gli altri contenuti video). Stiamo comunque lavorando 'dietro' le quinte per una soluzione diversa in ambito video, ma al momento non ci sono delle tempistiche definite.
Commento # 8 di: Venturer pubblicato il 29 Marzo 2013, 14:41
Attualmente sto usando con soddisfazione una Sony Alpha A77 con ottica 16-80 DT Carl Zeiss.

Dalla recensione devo dire che mi aspettavo un divario più marcato tra la A77 e la A99 per quanto quest'ultima sia decisamente superiore, elettronica a parte, grazie al vantaggio del sensore full frame!

Quello che non mi è mai andato giù delle FULL FRAME è che sono macchine fotografiche pensate principalmente per fotografie in studio o simili. Sono abbastanza versatili ma meno votate all' "azione" delle fotografia in strada.

Un grosso limite per me è il fatto che nessuna full frame, di nessuna marca, ha un piccolo flash incorporato. I professionisti ribatteranno che usare il flash incorporato è una bestemmia....invece per me in molte situazioni di emergenza proprio nella fotografia su strada si scopre quanto sia utile alzare il flash a scomparsa e non perdere l'attimo per lo scatto giusto.
Credo che anche economicamente dotare le full frame di un piccolo lampeggiatore a scomparsa non incida per niente sul costo di produzione finale.
Commento # 9 di: megthebest pubblicato il 29 Marzo 2013, 20:52
Originariamente inviato da: Venturer
Un grosso limite per me è il fatto che nessuna full frame, di nessuna marca, ha un piccolo flash incorporato.


Le nikon D600 e D800 ce l'hanno
Commento # 10 di: roccia1234 pubblicato il 30 Marzo 2013, 08:50
Originariamente inviato da: Venturer
Attualmente sto usando con soddisfazione una Sony Alpha A77 con ottica 16-80 DT Carl Zeiss.

Dalla recensione devo dire che mi aspettavo un divario più marcato tra la A77 e la A99 per quanto quest'ultima sia decisamente superiore, elettronica a parte, grazie al vantaggio del sensore full frame!

Quello che non mi è mai andato giù delle FULL FRAME è che sono macchine fotografiche pensate principalmente per fotografie in studio o simili. Sono abbastanza versatili ma meno votate all' "azione" delle fotografia in strada.


Beh, aspetta... D700, D3, D3s e D4 mi paiono tutt'altro che votate a foto in studio . Pure D600 e D800 hanno un'ottimo af che non le fa sfigurare in foto "action".

Un grosso limite per me è il fatto che nessuna full frame, di nessuna marca, ha un piccolo flash incorporato. I professionisti ribatteranno che usare il flash incorporato è una bestemmia....invece per me in molte situazioni di emergenza proprio nella fotografia su strada si scopre quanto sia utile alzare il flash a scomparsa e non perdere l'attimo per lo scatto giusto.
Credo che anche economicamente dotare le full frame di un piccolo lampeggiatore a scomparsa non incida per niente sul costo di produzione finale
.

Non mi pare un grosso problema: ci sono flash aggiuntivi estremamente compatti (tipo sb 400 di nikon) che possono fare tranquillamente le veci di un flash integrato.

A me la luce del flash integrato non piace per nulla: troppo dura e diretta.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor