GoPro, Sony, Midland e Drift: 4 action cam a confronto

GoPro, Sony, Midland e Drift: 4 action cam a confronto

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Abbiamo messo a stretto confronto sul campo 4 action camera: GoPro HD Hero 3 Silver Edition, Sony HDR-AS15, Drift HD170 Stealth e Midland XTC-300. Ecco il nostro giudizio complessivo”

Sony HDR-AS15: Sony scende in campo e ci mette del suo

Visto l'interesse del pubblico anche Sony ha deciso di mettere a frutto la sua esperienza nel mondo del video e proporre una action camera, Sony HDR-AS15. Anticipata da diversi teaser è stata svelata ufficialmente in occasione di IFA 2012. L'Action Cam Sony punta su dati di targa di qualità per farsi notare in questo mercato, ultimamente molto popolato: l'ottica Carl Zeiss F2.8 con focale equivalente 15,3mm e angolo di visione 170° e il sensore Exmor R CMOS da 16 megapixel in formato 1/2,3" con stabilizzazione SteadyShot sono sicuramente due caratteristiche importanti.

Sony ha fatto la scelta, pur avendo a disposizione un sensore da 16 megapixel, di permettere lo scatto di foto solo a 2 megapixel, in particolare alla risoluzione di 1920x1080 pixel, in formto 16:9. Non manca naturalmente la possibilità di registrare fotografie a intervalli regolari. I filmati sono invece registrabili in diversi formati: Full HD 1080 30p, HD 720 30p e VGA. Molto interessante la possibilità di salire di frame rate alla risoluzione HD di 1280x720 pixel con 60fps per i rallenty 2x e 120fps per le azioni rallentate di quattro volte.

Anche Sony batte la strada del case impermeabile per il montaggio sugli accessori, il corpo macchina è infatti privo di sistemi di aggancio. La custodia risulta impermeabile fino a 60 metri di profondità e offre foro filettato per l'aggancio agli accessori, ma anche a treppiedi standard. Migliorabile il sistema di chiusura: il sistema di ritenzione della parte frontale, che chiude il case, è agganciata al resto del corpo con un nastro di plastica, che però, nell'esemplare che abbiamo provato, si stacca troppo facilmente.

La videocamera Sony HDR-AS15 offre un piccolo display LCD alfanumerico, un led di funzionamento e tre tasti: avvio e navigazione nel menu. Quest'ulltima risulta, grazie al tasto aggiuntivo, molto più comoda rispetto alla versione a due tasti di GoPro. Putroppo solo il tasto REC è replicato sul case in plastica: le operazioni di scelta del menu sono da effettuare con la videocamera fuori dalla custodia. Il LED di funzionamento è posto sul retro e non è visibile se la videocamera è montata, ad esempio, sul casco.

Sul fondo della videocamera troviamo un connettore microUSB, microHDMI, un connettore proprietario e un comodo jack da 3,5mm per l'utilizzo di microfoni esterni, anche se solo quando la videocamera si trova fuori dalla custodia. Il microfono integrato è stereo. Sony HDR-AS15 offre connettività Wi-Fi integrata: con essa è possibile avere il controllo remoto della videocamera da smartphone Android e iOS e scaricare sul cellulare foto e video della videocamera, anche per la condivisione da mobile. Per connettere la videocamera tramite rete Wi-Fi è necessario disporre della password contenuta nella confezione (occhio a non perderla): nel nostro caso la ricerca è stata più lunga del dovuto, in quanto non era incollata in fondo alla guida multi lingua con anche le istruzioni in italiano, ma a quella con le altre lingue.

BenQ Monitor