Nikon D600: la full frame 'entry level' alla prova

Nikon D600: la full frame 'entry level' alla prova

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Abbiamo messo alla prova Nikon D600, la reflex Full Frame che Nikon posiziona in cima alla sua gamma consumer: nella nostra recensione analizziamo il comportamento della macchina, dell'autofocus e soprattutto del sensore formato pieno 35mm da 24,3 megapixel”

Supporto video Full HD 1080p

Tra le funzionalità che non potevano mancare in Nikon D600 troviamo un ben supportato comparto video. Nikon D600 prende in prestito diversi aspetti tecnici dalla sorellona Nikon D800, anche se ne rivede il supporto in alcune parti, forse per non rubare del tutto la scena alla reflex che Nikon indica come la più adatta ai videomaker all'interno della sua gamma.

Rimangono dei punti fermi il supporto Full HD 1080p a diversi frame rate e la possibilità di esportate su un registratore esterno il flusso video non compresso tramite connessione HDMI. Inoltre anche Nikon D600 offre connettori jack da 3,5mm sia per la connessione di microfoni esterni sia per l'utilizzo di cuffie per un monitoraggio più preciso dell'audio durante i video.

Rispetto a Nikon D800 non abbiamo la possibilità di variare l'apertura di diaframma durante la registrazione video (in D800 è permessa tramite i due pulsanti sul fronte di fianco al bocchettone) e soprattutto ritroviamo la fastidiosa mancanza di preview diretta in Live View dei cambiamenti dei parametri di scatto. Pur variando l'apertura in Live View, l'effetto finale viene visualizzato solo avviando il video o disattivando e riattivando la visualizzazione delle immagini riprese dal sensore.

In questo video la macchina ha evidenziato di essere sensibile al moiré, lo si vede bene al passaggio del battello, ma è una caratteristica che abbiano notato anche in altri video in presenza di reticoli regolari (ad esempio la griglia di aerazione di un bus).

BenQ Monitor