Nikon D600: la full frame 'entry level' alla prova

Nikon D600: la full frame 'entry level' alla prova

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Abbiamo messo alla prova Nikon D600, la reflex Full Frame che Nikon posiziona in cima alla sua gamma consumer: nella nostra recensione analizziamo il comportamento della macchina, dell'autofocus e soprattutto del sensore formato pieno 35mm da 24,3 megapixel”

Prova sul campo - ISO 50-25600



Immagine con particolare riportato al 100% - L'elevata risoluzione permette ritagli molto spinti- ISO 1400

Scattando sul campo con Nikon D600 ci si rende conto che la risoluzione effettiva messa a disposizione della macchina è davvero elevata: i 24,3 megapixel ci sono tutti e sono sfruttabili in praticamente tutte le situazioni d'uso. Anche al salire della sensibilità il livello di dettaglio si mantiene elevato, garantendo al mezzo una grande flessibilità d'uso e la capacità di adattarsi a molte situazioni diverse.

La gamma di sensibilità nominale della macchina va da 100 a 6400 ISO, con due passi di espansione verso l'alto fino a 25600 ISO equivalenti e uno verso il basso a 50 ISO. Il range nominale 100-6400 ISO è utilizzabile senza problemi per praticamente tutti gli utilizzi fotografici: la qualità delle immagini è elevata e l'insorgenza del rumore agli alti ISO rimane ben contenuta.


Anche in esterna, quando la luce non è ottimale, è meglio giocare la carta degli ISO elevati piuttosto che rischiare di incappare nel micromosso, il livello di dettaglio oltre 3200 ISO rimane comunque elevato - A confronto particolari al 100% di uno scatto a 200 ISO (sopra) e a 3600 ISO (sotto)

Tra 100 e 1600 ISO le sensibilità sono utilizzabili in modo completamente intercambiabile a seconda delle esigenze, ma anche a 3200 ISO il calo qualitativo è percepibile solo ad occhi veramente attenti. A 6400 ISO le zone più scure dell'immagine vedono l'insorgenza di una grana leggera e di qualche falso colore, ma considerata la risoluzione di 24 megapixel si tratta di rumore visibile solo in stampe di grande formato o di ritagli molto spinti. Impostare la modalità Auto ISO su 100-3200 ISO, ma anche spesso su 100-6400 ISO non è dunque un problema. Qui sotto una serie di particolari al 100%.

ISO 140
ISO 1600
ISO 3200
ISO 6400
ISO 12800
ISO 25600

Passando il limite delle sensibilità nominali si potrebbe pensare a un netto calo delle prestazioni: in realtà anche il valore di 12800 ISO risulta utilizzabile senza problemi in diversi frangenti con qualche attenzione in più semplicemente sulla rese delle ombre. Nikon D600 vede la corda alla sensibilità massima, anche se l'ultima ancora di salvezza può comunque risultare utile in casi estremi.

BenQ Monitor