Ghiera dei modi: una piccola guida per usarla al meglio

Ghiera dei modi: una piccola guida per usarla al meglio

di Roberto Colombo , pubblicato il

“È presente sulla spalla di buona parte delle fotocamere in circolazione, ma spesso viene ignorata dai fotografi. Stiamo parlando della ghiera dei modi, in grado di cambiare radicalmente il comportamento di una macchina fotografia: ecco una guida per usarla al meglio”

Modalità Manuale: per i più esperti, ma non solo

Siete di quelli che mettono la ghiera su una posizione e non la spostano più per il resto della vita della fotocamera? Spostandola ogni tanto si potrebbero scoprire funzionalità interessanti. Ma partiamo con il descrivere i più diffusi modi d'uso messi a disposizione dalla ghiera. Nelle fotocamere dedicate a un pubblico abbastanza esperto campeggia la lettera M, che dà accesso alla modalità Manuale. In questo modo d'uso tempi di esposizione e apertura del diaframma vengono decise dal fotografo, agendo sulla/e ghiere di regolazione. Nelle fotocamere con una sola ghiera di regolazione a volte per passare da un parametro all'altro è necessario cliccare la ghiera o ruotarla in contemporanea alla pressione del tasto +/- della compensazione dell'esposizione.

Utilizzando questo modo d'uso è necessario guardare con attenzione l'esposimetro, per regolare la coppia tempo diaframma in modo da ottenere un'esposizione corretta. Con questa modalità il fotografo può controllare in piena libertà la profondità di campo data dal diaframma e la sovra o sottoesposizione per ottenere effetti particolari (tipo High e Low Key), oppure correggere direttamente la tendenza a sovra o sottoesporre del proprio apparecchio in alcune situazioni.

Questa modalità di utilizzo della fotocamera è utile anche in tutti quei casi in cui l'esposimetro è messo in seria difficoltà (ad esempio se non mette a disposizione l'opzione Spot a misurazione ristretta) e invece seguire alcune regole fisse può risultare più efficace per ottenere un'esposizione corretta: è ad esempio questo il caso delle foto alla luna.

Diverse fotocamere offrono anche nella modalità manuale la funzione Auto ISO, che data la coppia tempo/diaframma decisa dal fotografo, adatta la sensibilità all'interno di un intervallo prestabilito (in molti casi personalizzabile) per ottenere l'esposizione corretta: in questo caso però possiamo dire che si ricade nella sezione dei semiautomatismi, di cui parliamo nelle prossime pagine. Fa parte delle modalità manuali anche la posa B (Bulb) riscontrabile solo in pochi corpi. Si tratta della modalità di scatto in cui il tempo di esposizione è stabilito dalla pressione del pulsante di scatto da parte dell'utente: la tendina si apre quando il pulsante viene premuto a fine corsa e si richiude quando viene rilasciato.

BenQ Monitor