Ecco Pentax K-30, erede della K-r, oltre al nuovo DA 50mm f/1.8

Ecco Pentax K-30, erede della K-r, oltre al nuovo DA 50mm f/1.8

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Aggiornamento di gamma in campo reflex per Pentax, che realizza il modello K-30 pensato per prendere il posto della K-r. Nuova tropicalizzazione, nuovo sensore e altre interessanti novità introdotte. A margine di ciò fa il suo ingresso nel listino il nuovo obiettivo DA 50mm f/1.8, nonché una compatta per scatti meno impegnativi”

Pentax Optio LS465

Pentax, a margine della presentazione della nuova reflex K-30, ha annunciato anche un modello di fotocamera compatta che va sotto il nome di  Optio LS465. Si tratta di una compatta piccola e leggera, pur senza rinunciare a un sensore da 16 megapixel effettivi (molto diverso da quello del modello reflex K-30, ovviamente). Il gruppo ottico copre lunghezze focali da 5,1mm a 25,5mm (equivalenti dal grandangolo 28mm al teleobiettivo 140mm nel formato 35mm), con un fattore di ingrandimento 5X per chi preferisce questo tipo di indicazione.

Con la nuova Optio LS465 è possibile personalizzare l'aspetto della fotocamera cambiando le skin sotto il frontalino, garantendo quindi un'opzione gradita da alcuni utenti che si rivolgono a questa tipologia di prodotto. I colori disponibili sono Sapphire black, Ruby pink e Amethyst purple.

Trova inoltre spazio un monitor LCD da 2,7 pollici a visione grandangolare, che non intralcia un design a profilo basso sviluppato in orizzontale. La Optio LS465 dispone del modo Auto Picture messo a punto da PENTAX, che seleziona automaticamente la modalità di ripresa più appropriata per un dato soggetto o scena, valutando con precisione le condizioni di ripresa che riguardano il soggetto. Questa pratica modalità sceglie all'istante uno dei 14 modi scena, inclusi Ritratto, Cielo blu e Tramonto, ottimizzando le diverse impostazioni della fotocamera come sensibilità e tempo di posa per assicurare il migliore risultato col minimo impegno da parte del fotografo.

Non manca l'ormai diffusissimo Face Detection, che in casa Pentax si arricchisce della sigla AF&AE, che rileva all'istante i volti umani nel campo dell'immagine, quindi ottimizza le impostazioni di messa a fuoco ed esposizione. Sono presenti anche altri strumenti concepiti per facilitare il lavoro ai meno esperti, come  il modo Smile Capture, che fa scattate automaticamente l'otturatore nel momento nel quale la fotocamera rileva il sorriso del soggetto.

Sul fronte video non bisogna chiedere troppo alla Optio LS465, che offre la funzione di registrazione di filmati HD 1280 x 720 pixel. Sul dorso della fotocamera è predisposto un pulsante indipendente per avviare la registrazione video, permettendo quindi alll'utente di passare alla registrazione del filmato da qualsiasi modo di ripresa. È prevista anche la raffinata modalità Movie SR (Shake Reduction), che compensa automaticamente il tremolio della fotocamera nel corso delle riprese video grazie ad un software dedicato.

Seguendo le mode del momento, la Optio LS465 offre la scelta fra nove diversi filtri digitali, come Toy Camera (effetto lomo) e Retro, per una facile elaborazione delle immagini acquisite senza la necessità di un computer. Per altre possibilità di espressione creativa e personalizzata, l'utente può selezionare il filtro Miniatura trasformando una scena reale in un'immagine che appare costituita da modellini in scala, oppure il filtro HDR per aggiungere una finitura assimilabile ad un dipinto.

Da ultimo segnaliamo la possibilità di scattare nei formati 4:3, 16:9 e 1:1, mentre per quanto riguarda la disponibilità si parla di metà giugno.

Articoli correlati

Pentax K-01: un'altra mirrorless fuori dal coro

Pentax K-01: un'altra mirrorless fuori dal coro

Dopo la mirrorless con sensore da compatta Ricoh Pentax canta ancora da solista: ecco la fotocamera ibrida compatibile con tutti gli obiettivi reflex della storia Pentax, Pentax K-01
Reflex Nikon consumer: quale scegliere tra D3100, D5100 e D7000?

Reflex Nikon consumer: quale scegliere tra D3100, D5100 e D7000?

Nikon propone una vasta gamma di reflex consumer basate su sensore APS-C: quale scegliere tra D3100, D5100 e D7000, aggiungendo al confronto anche D90 e D80?


Commenti (96)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Marko#88 pubblicato il 22 Maggio 2012, 12:37
Ottima la k30; caratteristiche del genere unite alle prestazioni del sensore che tutti conosciamo ne fanno davvero una gran bella mid level. Con delle finezze da pro come la doppia ghiera o il corpo completamente sigillato.
Il 50ino plasticoso invece non mi interessa, su APS-C è una focale malata per me e gli preferisco il 35. Ma li sono gusti.
Commento # 2 di: Chelidon pubblicato il 22 Maggio 2012, 12:45
Alla redazione: secondo me in prima c'è la svista di non aver detto le caratteristiche più interessanti dal punto di vista fotografico (anche perché altrimenti non si capisce perché mid-level e la novità a quel prezzo ) cioè il pentaprisma con copertura al 100% e la doppia ghiera (volendo anche per l'af gli 11 punti di cui 9 a croce).

Parlando in generale mi sembra strano che questo DA 50/1.8, benche sia sulla falsariga dell'economico DA 35/2.4 abbia invece le lamelle arrotondate e addirittura il quick shift, viva la coerenza.
Commento # 3 di: metronomo pubblicato il 22 Maggio 2012, 15:30
Ecco perchè ho scelto Pentax... Macchine senza fronzoli inutili ma che hanno ciò che davvero serve, non solo marketing ma contenuti... avanti così!
Commento # 4 di: acerbo pubblicato il 22 Maggio 2012, 15:31
Molto interessante la k-30, ma lo sarà ancora di piu' quando si attesterà sul prezzo della attuale eos 600D. 900 dollari (tradotti sul mercato europeo 900euro) sono troppi. Eccezionale come al solito la costruzione di alcune lenti Pentax, come questo nuovo 50mm. I vari produttori di mirrorless dovrebbero imparare da pentax a fare gli obiettivi pancake.
Peccato che non ci hanno messo un display snodato, sarebbe stata veramente completa.
Commento # 5 di: rikyxxx pubblicato il 22 Maggio 2012, 15:41
Mi spiace ma vado controcorrente e non elogio Pentax perchè non mi sento di farlo.

I suoi prodotti sono buoni, ben realizzati, hanno un rapporto qualità/prezzo degno di nota ma alla fine non innova nemmeno sotto tortura.

Pentax non è Canon o Nikon e qualcosa di sostanzialmente diverso deve proporlo anzichè continuare a fare la sorella minore.

Quali novità degne di nota può vantare negli anni della fotografia digitale?

Per esempio Olympus ha introdotto la pulizia automatica del sensore, il LiveView e le EVIL; il sensore stabilizzato è di Minolta (RIP) mentre Fuji sforna sensori "alternativi" e perfino Panasonic (!!!) si distingue con le GH, per metà macchine fotografiche e per metà telecamere.

Pentax? Non pervenuta.
Commento # 6 di: Pessimismo pubblicato il 22 Maggio 2012, 16:02
Originariamente inviato da: rikyxxx
Mi spiace ma vado controcorrente e non elogio Pentax perchè non mi sento di farlo.

I suoi prodotti sono buoni, ben realizzati, hanno un rapporto qualità/prezzo degno di nota ma alla fine non innova nemmeno sotto tortura.

Pentax non è Canon o Nikon e qualcosa di sostanzialmente diverso deve proporlo anzichè continuare a fare la sorella minore.

Quali novità degne di nota può vantare negli anni della fotografia digitale?

Per esempio Olympus ha introdotto la pulizia automatica del sensore, il LiveView e le EVIL; il sensore stabilizzato è di Minolta (RIP) mentre Fuji sforna sensori "alternativi" e perfino Panasonic (!!!) si distingue con le GH, per metà macchine fotografiche e per metà telecamere.

Pentax? Non pervenuta.


si capisce che di fotografia ne sai pochino eh
Commento # 7 di: rikyxxx pubblicato il 22 Maggio 2012, 16:10
Ne so abbastanza da farmi pagare per fotografare.

Se hai argomenti sarò lieto di leggerli, sennò passiamo oltre.
Commento # 8 di: Pessimismo pubblicato il 22 Maggio 2012, 16:15
http://www.pentaxfoto.it/dcms_index...023&lang=it

buona lettura,e cmq guarda che farsi pagare per fare le foto non significa ne essere bravi e ne saperne più degli altri
Commento # 9 di: rikyxxx pubblicato il 22 Maggio 2012, 16:29
Più degli altri è da vedere, però non puoi dire che ne so poco come invece hai scritto, giusto? (e sarebbe educato e sensato da parte tua ritirare quell'affermazione campata in aria).

- - -

Le voci di quell'elenco dal 2000 in poi sono poca cosa, alcune perfino risibili: "2008: Prima reflex semiprofessionale da oltre 14 Megapixel. Sensore CMOS e Live View (K20D)".
Commento # 10 di: ziozetti pubblicato il 22 Maggio 2012, 16:37
Originariamente inviato da: Pessimismo
http://www.pentaxfoto.it/dcms_index...023&lang=it

buona lettura,e cmq guarda che farsi pagare per fare le foto non significa ne essere bravi e ne saperne più degli altri

Ferma restando la qualità dei prodotti e i prezzi oltremodo concorrenziali, negli anni del digitale non vedo innovazioni degne di nota.
Alcune sono degne del grande capo Estiquatsi:
2009: Prima reflex semiprofessionale sigillata e in grado di operare sottozero (K-7)

Non mi sembra che rikyxxx abbia poi bestemmiato: la concorrenza con Canon e Nikon è durissima e penso sia impossibile fermare quel marketing a colpi di "buoni prodotti".
Ci vuole una feature che differenzi decisamente i prodotti, come -senza entrare nel merito della bontà ma solo come esempio- le SLT di Sony.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor