Panasonic HDC-SD90: non fatevi ingannare dal peso piuma

Panasonic HDC-SD90: non fatevi ingannare dal peso piuma

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Non fatevi ingannare dal peso e dalle dimensioni contenuti di Panasonic SD90: la piccola videocamera sa essere 'di sostanza' anche in situazioni difficili, come l'ambito lavorativo di noi giornalisti dei new media”

Promossa sul campo

La grande portabilità l'ha resa una ottima compagna nelle riprese fuori ufficio, ad esempio alle fiere come il CES. In casi come questo, dove c'è di mezzo anche un viaggio aereo, leggerezza e dimensioni contenute sono un particolare sempre apprezzabile. Grazie all'ottica sufficientemente luminosa (F1.8-3.5) anche il comportamento in condizioni di scarsa illuminazione è buono, caratteristica essenziale per gli eventi stampa, spesso indirizzati più a colpire con effetti speciali che a permettere a fotografi e cameraman di lavorare con agio. Sempre utilizzandola agli stand delle fiere abbiamo dato un ottimo voto all'ottica grandangolare da 28mm equivalenti, che permette di filmare oggetti e dimostrazioni senza doversi allontanare per far rientrare il necessario nell'inquadratura, con il pericolo che qualcuno decida di passare in mezzo, rovinando le riprese.

All'altro capo lo zoom ottico 21x (40x con zoom digitale) è più che sufficiente per effettuare riprese ravvicinate a conferenze stampa o altri eventi dove ci si trova lontani dal palco. Lo stabilizzatore Hybrid O.I.S. ha dimostrato di lavorare molto bene, permettendo riprese utilizzabili anche al massimo dell'escursione focale a mano libera. Lo stabilizzatore è in grado di agganciare l'inquadratura e ridurre al minimo le vibrazioni.

Per ridurre al minimo le dimensioni Panasonic SD90 non integra una slitta porta accessori, ma offre un accessorio aggiuntivo agganciabile sul retro del corpo che la ospita, in modo da metterla a disposizione solo al momento del bisogno. Questo particolare, unito al connettore jack da 3,5mm per microfoni esterni ci ha permesso di utilizzare senza problemi radiomicrofoni e simili. L'unica pecca è che l'inserimento di un jack nella presa disattiva il microfono ambientale, rendendo la sorgente audio collegata quella esclusiva.

In fiera abbiamo apprezzato anche la capacità di scattare fotografie di buona qualità, anche durante la registazione dei filmati. Le foto hanno una risoluzione 5 megapixel in modalità foto e di 2,1 megapixel durante la registrazione dei filmati, e offrono un dettaglio sufficiente, ad esempio per documentare un prodotto in fiera. Non si tratta di fotografie adatte a stampa di grande formato, ma per la pubblicazione sul web offrono una qualità più che sufficiente, anche gli scatti ripresi durante i video.


La videocamera è basata su sensore 1/4,1" MOS e registra filmati 1080/50p in formato MPEG-4 AVC/H.264 con bitrate massimo pari a 28Mbps, offrendo diverse opzioni di compressione nel caso in cui si preferisca avere file di minori dimensioni. L'audio è registrato da un microfono dotato di zoom (in grado di 'seguire' la focale impostata dall'obiettivo) 2 canali stereo in formato Dolby Digital.

BenQ Monitor