Valentina Cusano su fotografidigitali.it

Valentina Cusano su fotografidigitali.it

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Inauguriamo con questo articolo un filone di interviste ai professionisti della fotografia, un campo mai come oggi pieno di problemi e contraddizioni, ma che offre grandi stimoli e opportunità anche grazie all'avvento del digitale. Valentina Cusano, fotografa e creativa a tutto tondo, ci parla del suo percorso artistico e professionale, con qualche consiglio per chi inizia.”

I consigli di Valentina Cusano

I progetti Karma Birth e What Women Want saranno presentati dall'autrice mercoledì 26 ottobre (domani) alle ore 17 presso la Banca Raiffeissen di Savosa (vicino Lugano in Svizzera) in via San Gottardo 139.  Durante la presentazione si parlerà inoltre di Women's FACT-ory, libro-raccolta di riflessioni sulla fotografia e non solo. Chiudiamo questo interessante incontro con alcune immagini della fotografa, oltre a un breve video in cui le abbiamo chiesto di dare alcuni consigli a chi volesse intraprendere il percorso per diventare fotografi.  Buona visione.

[HWUVIDEO="1005"]Valnetina Cusano su fotografidigitali.it[/HWUVIDEO]


Commenti (93)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: zulutown pubblicato il 25 Ottobre 2011, 10:42
La galleria di scatti mi piace.
Non condivido invece la scelta di noleggiare l'attrezzatura. credo che la macchina fotografica debba diventar il "prolungamento" della propria mano e dei propri occhi.
Il fatto di cambiare modello personalmente non mi farebbe sentire a mio agio come su una macchina che si tiene sempre in mano. Stesso discorso sulle ottiche che solo con l'uso quotidiano riesco a conoscere bene e capirne pregi e difetti.
Commento # 2 di: lo_straniero pubblicato il 25 Ottobre 2011, 11:29
Sinceramente la sua galleria non è che mi ha fatto impazzire.

Saro io che sono esigente e mi aspetto di più da chi si spaccia per un artista
Commento # 3 di: ragugo pubblicato il 25 Ottobre 2011, 11:35
@lo_straniero

Eviterie giudizi così pesanti ma condivido che nessuno di questi scatti mi ha "solleticato".
Commento # 4 di: Alessandro Bordin pubblicato il 25 Ottobre 2011, 11:37
La gallery riporta, per ovvi motivi, solo alcuni degli scatti delle decine di migliaia fatti dalla fotografa. Ovviamente il gusto personale non è in discussione, ma si tratta di un estratto veramente minimo dei lavori svolti, è bene ricordarlo.
Commento # 5 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 25 Ottobre 2011, 11:46
Originariamente inviato da: zulutown
La galleria di scatti mi piace.
Non condivido invece la scelta di noleggiare l'attrezzatura. credo che la macchina fotografica debba diventar il "prolungamento" della propria mano e dei propri occhi.
Il fatto di cambiare modello personalmente non mi farebbe sentire a mio agio come su una macchina che si tiene sempre in mano. Stesso discorso sulle ottiche che solo con l'uso quotidiano riesco a conoscere bene e capirne pregi e difetti.


Camera is a toy to learn how to see without a camera.

L'attrezzatura noleggiata è indispensabile a volte. Questo non toglie che il bagaglio i conoscenze, l'occhio, e soprattutto lo scopo, lo si porti sempre comunque dietro anche cambiando macchina ogni giorno.
Commento # 6 di: Donagh pubblicato il 25 Ottobre 2011, 11:48
Originariamente inviato da: zulutown
La galleria di scatti mi piace.
Non condivido invece la scelta di noleggiare l'attrezzatura. credo che la macchina fotografica debba diventar il "prolungamento" della propria mano e dei propri occhi.
Il fatto di cambiare modello personalmente non mi farebbe sentire a mio agio come su una macchina che si tiene sempre in mano. Stesso discorso sulle ottiche che solo con l'uso quotidiano riesco a conoscere bene e capirne pregi e difetti.


effettivamente a me è successo dopo 4-5 anni di uso della 5d di sentirla come prolungamento di me, di sentire il punto esatto di scatto quando premo il pulsante il sapermi bloccare in quel momento per scendere oltre la soglia di sicurezza di un ottica....
il noleggio per le ottiche lo capisco di piu...
(e anche qui in condizioni estreme sapere quando tempo ci mette l ottica in autofocus a focheggiare ad esempio è fondamentale)
Commento # 7 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 25 Ottobre 2011, 11:56
sì ma non sempre si lavora così, in ambito video poi ancora meno.

Uno una cinepresa non la può comprare, la può solo noleggiare. Non ha quasi mai lo stesso modello.
Prende il manuale ogni volta e se lo studiacchia, poi la usa.
Non saprà esattamente l'impostazione XYZ, il gioco del tastino "rec", il delay del cambio spazio colore...etc... ma chissenefrega. Se la macchina è davvero un prolungamento di te di tutto questo te ne freghi. Hai una scena, la devi riprendere, lo fai con quello che hai in mano. punto.

Pensa che all'ultimo lavoro il direttore della fotografia manco sapeva la dimensione del sensore o la risoluzione di campionamento. Ha noleggiato una macchina, ha chiesto delle focali equivalenti e un certo controllo sulla pdc e luminosità. Il tecnico ha pensato al resto.

Le cose importanti sono altre.
Commento # 8 di: Free_combat pubblicato il 25 Ottobre 2011, 12:35
Perplesso

Se la galleria è la raccolta dei peggiori scatti della sua carriera ci può stare...altrimenti qualcosa non mi torna, non c'è 1 singola foto degna di nota in questa galleria.
Commento # 9 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 25 Ottobre 2011, 12:45
Non si può valutare un'artista da una gallery "anonima" su internet (neanche fosse il suo sito personale), senza conoscere il suo modo di comunicare e il suo scopo, a meno che non sia davvero eccezionale.

Questa Cusano (che non conoscevo) non sarà la novella Berengo Gardin, ma non si può emettere sentenze così lapidarie senza conoscere nulla del resto del suo percorso artistico.
Commento # 10 di: tommy781 pubblicato il 25 Ottobre 2011, 12:55
e invece è proprio dal singolo scatto che si deve valutare un fotografo, non da un "percorso artistico", perchè la foto è unica e congela un attimo e se non lo sai fare come si deve ogni volta non sei un professionista ma uno che spara a raffica e estrae qualcosa di buono e così sanno fare tutti. per il discorso attrezzatura invece è normale affittarla, non sempre un corpo ed i suoi vetri vanno bene per tutto e comunque rimanendo sempre attaccati ad una marca non è difficile prendere confidenza con un corpo diverso, bastano pochi scatti per familiarizzare con essi.
il problema è che oggi per diventare professionisti non servono grandi doti ma i giusti agganci ed entrare nel giro, conosco personalmente persone che fanno i fotografi "professionisti" e vanno a fotografare modelle ecc...su chiamata e sono dei perfetti incompetenti ma si sono venduti bene e le persone sono di bocca buona oggi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor