iStockphoto: guadagnare con le proprie foto

iStockphoto: guadagnare con le proprie foto

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Il fenomeno del microstock ha rivoluzionato il mondo della fotografia commerciale. Abbiamo partecipato alla prima edizione italiana di iStockalypse: ecco una guida completa su cos'é il microstock e su come si può guadagnare creando delle foto best seller”

Come si diventa contributor

Diventare contributor è abbastanza semplice: dopo essersi registrati sul sito si passa alla lettura del regolamento scritto in modo da diventare un lungo tutorial sull'uso di iStockPhoto, sulle richieste di qualità, sulle questioni legali legate a marchi e diritti di copyright. Si tratta di diverse schede fatte per guidare l'utente verso il primo processo di upload e accettazione delle immagini. In particolare è fondamentale la parte dedicata ai 'Requisiti di Legge' capitolo fondamentale nel processo di accettazione delle immagini.

La prima sottomissione di foto è preceduta da un questionario, una sorta di piccolo esame che ogni contributor deve essere in grado di passare, per dimostrare da un lato di aver letto integralmente e compreso al meglio il regolamento e le esigenze del sistema. Superato il questionario l'altro scoglio è rappresentato dal giudizio sulle proprie foto dall'alto, allo scopo di poter soddisfare il livello minimo di qualità richiesto da iStockPhoto. Si tratta di un esame non definitivo, in caso di rigetto delle prime foto è possibile riprovare, magari seguendo i consigli delle varie guide proposte dal sito e dalla sua community.

Dopo la prima approvazione si accede al livello di contriibutore, ma ogni foto caricata viene sempre sottoposta al vaglio umano di iStockPhoto, sempre per la ragione di garantire un livello minimo di qualità alle immagini. Fondamentali restano le regole che riguardano gli aspetti legali: ogni immagine che contenga una persona riconoscibile deve essere accompagnata dalla liberatoria: non si tratta solo del viso, anche un vistoso (e dunque riconoscibile) tatuaggio è considerato un mezzo di possibile identificazione. Discorso simile anche per quanto riguarda i luoghi dove sono stati effettuati gli scatti o i monumenti che questi ritraggono: in casi di particolari restrizioni il fotografo deve aver ricevuto l'autorizzazione a scattare e a fare utilizzo commerciale delle fotografie.

iStock accetta solo file RGB JPG: TIF, PNG e PSD non sono ammessi, anche se seguendo le richieste di acquirenti e contributori in un futuro breve dovrebbero fare il loro ingresso nel paniere anche i PNG con trasparenza, per rendere più semplice l'inserimento delle immagini nei progetti grafici. Anche le immagini CMYK non sono accettate. iStock accetta file di 1600x1200 pixel o superiori. I file inferiori a 1600 x 1200 pixel vengono rifiutati. iStock offre diversi formati di ogni immagine presente sul sito e il prezzo dei file si basa in parte sulle dimensioni delle immagini; di conseguenza, l'interesse dei fotografi è quella di fornire un'immagine dalle dimensioni pixel il più elevate possibile, ma non sono ammesse procedure di upscaling, sempre per ragioni di qualità. iStockPhoto inoltre fa da piattaforma di vendita per contenuti video, illustrazioni, file audio.

BenQ Monitor