Olympus PEN E-P3: prime impressioni a freddo

Olympus PEN E-P3: prime impressioni a freddo

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Prime impressioni sulla nuova Olympus PEN E-P3 e primi scatti per vedere i miglioramenti alle alte sensibilità dichiarate da Olympus alla presentazione”

Olympus PEN E-P3: impressioni a freddo sulla nuova ammiraglia

Dopo essere partita con grande slancio nel segmento EVIL, negli ultimi tempi Olympus aveva perso un po' di slancio: ora con PEN E-P3 il produttore nipponico punta a richiudere il gap e riposizionarsi nelle zone alte delle classifiche. Olympus ha fatto tesoro degli errori fatti con le precedenti versioni di PEN e finalmente mette nelle mani degli utenti un prodotto completo da tutti i punti di vista: doppia ghiera, molti tasti personalizzabili, impugnatura intercambiabile, flash integrato pop-up, autofocus rinnovato nelle performance, sensibilità ISO innalzata a 12800.

In molti si attendevano un passo indietro sul fronte dei megapixel per accedere a contenimento del rumore e gamma dinamica maggiori che in passato. Il passo indietro non c'è stato ma in ogni caso Olympus ha deciso di puntare a ridisegnare il sensore da 12,3 megapixel senza gettarsi nella mischia della rincorsa del numero di pixel stipati sul sensore. I risultati delle prime immagini sembrano dare ragione a Olympus.

L'ergonomia della macchina è buona, oltre ai due tasti Fn anche altri comandi sono personalizzabili, come a esempio il tasto di registrazione dei filmati e i comandi in basso e a destra del joypad: questo permette di ritagliare l'interfaccia sulle proprie esigenze, diminuendo l'accesso al menu. Quest'ultimo è stato ridisegnato e ora è molto più piacevole graficamente, ma anche più chiaro. L'accesso è comunque ridotto anche grazie al Quick Menu che permette di modificare gran parte dei parametri di scatto direttamente dal display.

L'uso del touchscreen è limitato alla decisione del punto di fuoco e allo scatto: può essere comodo in qualche caso, ma si tratta di una funzionalità certamente non necessaria. In molti si sono chiesti il perché della mancanza su PEN E-P3 del display snodato presente invece sulla più semplice E-PL3: in realtà l'adozione della tecnologia OLED permette un elevato angolo di visione anche in esterni e nella mattinata che abbiamo passato con l'ammiraglia della famiglia PEN non abbiamo sentito la mancanza del display inclinabile.

BenQ Monitor