Olympus PEN: le mirrorless si rinnovano diventando Lite e Mini

Olympus PEN: le mirrorless si rinnovano diventando Lite e Mini

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Olympus segue i piani: tre nuovi corpi macchina Micro Quattro Terzi e tre ottiche. Nuove Olympus PEN E-P3, E-PL3- E-PM1 con sensore da 12,3 megapixel e sistema FAST AF e nuovi obiettivi 14-42mm, 12mm f/2.0 e 45mm f/1.8”

Olympus PEN E-P3

La nuova ammiraglia del segmento PEN è Olympus PEN E-P3. Questa macchina fotografica mirrorless raccoglie l'eredità dei precedenti aggiornandoli con importanti caratteristiche: parliamo di un nuovo sensore con sistema FAST AF (Frequency Acceleration Sensor Technology), assistito dal processore TruePic VI, il tutto conservando la costruzione del corpo in metallo. L'autofocus è la caratteristica di maggiore rilievo e dovrebbe porre le nuove Olympus in cima alle classifiche di velocità di messa a fuoco.

Tra le cose più interessanti troviamo i 35 punti di messa a fuoco separati, distribuiti quasi sull'intero sensore, la possibilità di attivare l'inseguimento del soggetto e di sfruttare le potenzialità del nuovo sistema e degli obiettivi per esso ottimizzati per avere una messa a fuoco sempre attiva, in modo da evitare di perdere preziosi istanti nella pressione a metà del pulsante di scatto. Per le condizioni di scarsa illuminazione la macchina è dotata di un illuminatore ausiliario. Olympus ha lavorato su molti aspetti per il suo nuovo FAST AF: ha raddoppiando la frequenza di campionamento dell'autofocus a contrasto sul sensore, portandola da 60 a 120fps, ha lavorato sugli obiettivi e sulla potenza del processore TruePic VI, ma ha anche ottimizzato l'elettronica per rendere il pulsante di scatto più reattivo alla pressione da parte dell'utente.

Il sensore High Speed Live MOS nel classico formato Quattro Terzi (17,3mmx13mm) offre 12,3 megapixel di risoluzione e si presenta come un elemento sensibile di nuova generazione. A confermare questo dato anche la sensibilità, che rispetto ai precedenti modelli sale a 12800 ISO di valore massimo, anche grazie al lavoro di potenziamento del processore d'immagine. Come già visto in passato i corpi PEN offrono stabilizzazione con tecnologia sensor-shift.

La fotocamera integra un display da 3" con tecnologia OLED con risoluzione di 610.000, che guadagna in questo modello anche le funzionalità touchscreen, aggiungendo una possibilità di interfaccia alle due ghiere di regolazione poste sul retro della fotocamera (la macchina offre anche tre tasti scorciatoia personalizzabili). Il display touchscreen permette inoltre di interagire con la Live Guide, assistente virtuale pensata per aiutare i meno esperti a utilizzare a fondo le funzionalità di fotocamera e obiettivi.

Come già visto fin dalle prime PEN, non mancano i filtri creativi, pensati per stimolare la fantasia dei fotografi. Gli utenti possono scegliere tra gli Art Filter Pop Art, Soft Focus, Pale & Light Colour, Light Tone, Grainy Film, Pinhole, Diorama, Cross Process, Gentle Sepia e Dramatic Tone. La macchina inoltre integra cinque effetti che si possono combinare con gli Art Filter: Pinhole, Soft Focus, Frame Effect, più i nuovi Starlight e White Edge.

La macchina offre tempi di posa fino 1/4000 sec. raffica a 3fps. Il supporto video comprende i formati Full HD 1080i a 60fps in AVCHD, pensato per la riproduzione su TV, oppure Motion JPEG HD 720p maggiormente orientato al successivo editig su PC. La macchina integra un flash pop-up.

Il corpo PEN E-P3 sarà disponibile nel classico nero, bianco oppure silver da metà giugno 2011, a € 799, oppure come kit con vari obiettivi.

BenQ Monitor