Anche il cellulare può essere strumento da reportage

Anche il cellulare può essere strumento da reportage

di Roberto Colombo , pubblicato il 06 Maggio 2011

“Il telefonino 'degno' di essere utilizzato per un reportage fotografico professionale? Fino a poco tempo fa sarebbe stata affermazione su cui ironizzare, ma i tempi sono decisamente cambiati”

Articoli correlati

SWPA 2011: le foto più belle hanno una storia da raccontare

SWPA 2011: le foto più belle hanno una storia da raccontare

La premiazione dei Sony World Photography Awards ci permette di gettare uno sguardo tra i migliori scatti del 2010/2011. Non basta una bella inquadratura, una foto deve saper raccontare una storia e lo può fare anche dal sensore di un cellulare


Commenti (19)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: ArteTetra pubblicato il 06 Maggio 2011, 21:17
Originariamente inviato da: elevul
Posso chiederti di fare alcuni esempi, per favore?

Anche se si parla di video e non di foto, ecco un esempio:
"Stavo cercando un altro albergo quando sostenitori di Mubarak mi hanno strappato fuori dal taxi, prendendomi a pugni sul costato e a bastonate, scaraventando a terra il mio materiale"
http://www.cdt.ch/ticino-e-regioni/...uca-grossi.html

Tornando all'articolo, quelle foto non mi piacciono: inquadrature scadenti (e non ditemi che è per colpa delle bombe che piovevano), effetto retro completamente inutile e fuori luogo.
Va bene salire sul podio di un concorso fotografico con uno smartphone, ma non così. Pare che la guerra abbia fatto effetto anche sui giudici, del tipo "accidenti, le foto della guerra, premiamolo".
Commento # 12 di: Gr8Wings pubblicato il 08 Maggio 2011, 11:02
Il telefonino NON è adatto, una compatta di qualità SI

IMHO il telefonino NON è adatto, una compatta di qualità SI.
Avete mai provato a scattare in condizioni di scarsa luce con un cellulare .... vengono fuori foto orribili con rumore cromatico degno di un quadro espressionista ...
E' giusta secondo me l'esigenza del fotografo di non dare nell'occhio, sia per sicurezza che per non snaturare le espressioni e le situazioni che fotografa, allora è utile una compatta di qualità, la G12 o la P7000 per esempio, ma da questo a ridursi a usare un cellulare proprio no ...
Commento # 13 di: fbrbartoli pubblicato il 10 Maggio 2011, 19:39
sicuri non siano ritoccate al pc? L'ultima in particolare sembra esageratamente troppo nitida per iphone...
Commento # 14 di: blade9722 pubblicato il 12 Maggio 2011, 13:23
Originariamente inviato da: Freed
Ormai tutti sono convinti che per fare foto professionali basti un mezzo professionale. Migliore è il mezzo, migliore sarà la foto..
Peccato che sia meglio un iPhone in mano ad un professionista che un reflex ammiraglia in mano ad un incapace.



Secondo me, dovendo immortalare una esibizione indoor di ginnastica artistica, un principiante con una reflex + 70-200 f/2.8 impostata in auto se la caverebbe meglio di un professionista con l'Iphone
Commento # 15 di: blade9722 pubblicato il 12 Maggio 2011, 13:26
Originariamente inviato da: fbrbartoli
sicuri non siano ritoccate al pc? L'ultima in particolare sembra esageratamente troppo nitida per iphone...


Sono tutte ritoccate, probabilmente dall'applicazione hipstamatic. L'effetto sembra simile a quello dell'abusato detail enhancer di Photomatix
Commento # 16 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 12 Maggio 2011, 16:29
Originariamente inviato da: fbrbartoli
sicuri non siano ritoccate al pc? L'ultima in particolare sembra esageratamente troppo nitida per iphone...


Anche se fosse?

Buono a sapersi cmq... Se si scatena la moda potremmo vederne delle belle...
Commento # 17 di: TheDeus pubblicato il 11 Maggio 2012, 16:12
Se il problema è (ed in effetti, anche un non professionista come me ne è a conoscenza da sempre) la discrezione e il non dare dell'occhio, [U]perché non scervellarsi a mettere il sensore di una nikon/canon dentro un astuccio a forma di iphone[/U]??

Per quanto sia io aperto di mente, dubito che i comandi touch dei palmari moderni possano risultare mai più comodi di ghiere e pulsanti delle nostre reflex. Ma visto che il problema è solo l'impressione che questo dispositivo deve dare ad un osservatore distratto, non c'è che da sbizzarrirsi per camuffare un macchina fotografica in qualcos altro (007 docet).

Per tutto il resto, di che stiamo parlando? Da tempo la soluzione adottata da centinaia di reporter di guerra e non esiste, e si chiama Leica. Compatta, solida, silenziosa e con una qualità (in termini di resa) senza pari. Basta solo pagare il dovuto
Commento # 18 di: ArteTetra pubblicato il 11 Maggio 2012, 18:02
Originariamente inviato da: TheDeus
perché non scervellarsi a mettere il sensore di una nikon/canon dentro un astuccio a forma di iphone??


Hai detto bene: in un "astuccio a forma di iphone" ci starebbe a malapena il sensore di una reflex.
Commento # 19 di: TheDeus pubblicato il 11 Maggio 2012, 20:07
Originariamente inviato da: ArteTetra
Hai detto bene: in un "astuccio a forma di iphone" ci starebbe a malapena il sensore di una reflex.


Quando parlo di sensore non devi necessariamente pensare al FF. In fondo, se ci pensi beni, alcune tra le foto più belle mai scattate hanno una qualità oggi ottenibile con un cellulare di ultima generazione, o quasi. E in ogni caso, se costruita con sistema telemetrico, non penso che occorra uno spazio molto più grande di un pacchetto di sigarette (la M9 quanto è grande?)...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »