Canon EOS 60D: immagini di qualità

Canon EOS 60D: immagini di qualità

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Canon EOS 60D ha dovuto reinventare la serie delle decine dopo i cambiamenti nella gamma della casa biancorossa: qualche mancanza rispetto alle prosumer, ma una qualità dell'immagine davvero elevata”

Conclusioni

"60D o 7D?" è una delle domande che ultimamente più di frequente ci viene posto. Effettivamente EOS 7D alla sua presentazione ha parecchio sparigliato le carte nella gamma Canon e gli appassionati, prima abituati a segmentazioni abbastanza rigide in base al numero riportato sulla targhetta, si sono trovati a dover trovare nuovi punti di orientamento.

All'interno della gamma EOS 60D si presenta come una fotocamera di sostanza, ma priva di alcuni particolari che la farebbero entrare a pieno diritto nella categoria delle prosumer. Manca la presa sincro flash, il supporto di registrazione scelto è la SD, il corpo è costruito con materiali plastici rinforzati, manca la regolazione fine del fuoco personalizzata per i singoli obiettivi del proprio corredo. D'altra parte ci si trova al cospetto di una EOS che appartiene alla classe 'delle decine' e che si inserisce a pieno titolo nella categoria: mirino a pentaprisma ampio e di buona copertura, doppia ghiera, molti pulsati scorciatoia, display orientabile, resistenza agli agenti atmosferici, sistema di lettura esposimetrica avanzato.

L'analisi delle immagini conferma la qualità della Canon EOS 60D: il sensore e il processore DIGIC 4 lavorano al meglio in accoppiata restituendo JPEG puliti e ricchi di dettaglio. Le immagini con le impostazioni normali risultano leggermente morbide, ma lo sviluppo dei file RAW o anche solo l'applicazione di maschere di contrasto sono operazioni che riescono ad estrarre molti dettagli. La pulizia dell'immagine si mantiene alta fino al valore si 1600 ISO: a sensibilità più elevate il rumore comincia ad emergere, ma gli algoritmi di riduzione riescono a tenerlo bene a bada, tanto da permettere di scattare senza patemi a 3200 ISO e senza troppe preoccupazioni anche a 6400 ISO. Il valore di 12800 ISO è correttamente identificato come 'Espansione' in quanto rappresenta un'ancora di salvezza utilizzabile, ma offre anche un livello di degradazione dell'immagine maggiore.

Le funzionalità video sono avanzate e permettono di registrare filmati Full HD di alta qualità, anche se con un approccio 'cinematografico', limitando l'uso di zoom e autofocus, campi nei quali ottiche e sistema AF non vedono la propria specializzazione. In sintesi chi è alla ricerca di una Canon di sostanza e non ha strettamente bisogno delle funzionalità da sportiva della EOS 7D trova in Canon EOS 60D un'ottima macchina fotografica, adatta anche agli amatori non troppo esperti che voglio fregiarsi di un corpo non entry-level.

I prezzi in rete di Canon EOS 60D oscillano tra €850 e € 900 per il solo corpo macchina, ai quali è necessario aggiungere almeno cento euro per il kit con obiettivo base 18-55mm e circa € 250 per avere nel kit l'obiettivo 18-135mm. Verso il basso la EOS 60D si trova molto pressata dalla nuova EOS 600D che ha aggiornato la precedente 550D attingendo a piene mani da alcuni particolari utilizzati proprio sulla 60D e aggiungendo una buona dose di incertezza in chi deve scegliere la fotocamera più adatta alle proprie esigenze.

 

Segue: Galleria  Pagina successiva
BenQ Monitor