Natale 2010: idee regalo dedicate ai fotografi

Natale 2010: idee regalo dedicate ai fotografi

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Quali sono le migliori idee natalizie dedicate ai fotografi? In questa vetrina offriamo una carrellata di accessori che sicuramente potranno interessare gli amanti della fotografia: borse, teste e treppiedi, schede di memoria, tavolette grafiche”

Borse

La scelta di una borsa prevede l'attenta ponderazione di numerosi parametri, non omogenei e non condivisibili tra diversi fotografi. La diatriba tra stile e funzionalità è sempre aperta e le diverse opinioni in merito hanno apri diritti d'esistere. Per inclinazione personale abbiamo orientato la nostra attenzione per il test sul campo su prodotti caratterizzati da un buon livello tecnico e da particolarità di rilievo, ma non trascureremo di citare alcuni marchi che si contraddistinguono per un'elevata attenzione per stile, creatività e design.

Tamrac è un marchio che punta molto sui prodotti tecnici: lo zaino Evolution 8 5788 conferma questa strategia. Questo zaino ha la particolarità di potersi trasformare da monospalla (sia destro sia sinistro) a versione classica a due spallacci in pochi secondi, grazie a due moschettoni e alla possibilità di nascondere lo spallaccio non in uso all'interno di un vano ricavato nello schienale. La comodità e la velocità di estrazione della fotocamera tipica dei monospalla si può quindi unire all'ergonomicità e alla stabilità dello zaino a due spallacci, con cinghie da petto e bacino per la massima comodità.

Lo zaino è in grado di trasportare nel vano inferiore, dotato di separatori personalizzabili con attacchi in velcro, offrendo accesso rapido su entrambi i lati, una reflex con telezoom montato e almeno due obiettivi e un flash cobra, con ampio accesso frontale. Il vano superiore è in grado di accogliere un ulteriore corpo con obiettivo montato (nel nostro caso una Canon EOS 60S con ottica 16-35mm F2.8) e altri accessori, ad esempio un flash cobra di medie dimensioni. Diverse tasche e vani permettono poi di stoccare filtri, panni, tappi e accessori di dimensioni ridotte. Lo zaino offre inoltre un vano imbottito in grado di ospitare un portatile fino a 15,6" di diagonale. La parte frontale ospita poi un sistema di aggancio per il trasporto del cavalletto, mentre una delle tasche esterne ospita la copertura antipioggia. Lo zaino è disponibile online con prezzi a partire da circa € 110.

Per le missioni 'heavy duty' che necessitano di molta attrezzatura invece Vanguard mette a disposizione nella sua gamma la serie Skyborne, il cui modello più grosso, Skyborne 51, offre davvero tantissimo spazio. Tra le caratteristiche per cui questo zaino si fa notare troviamo tante piccole finezze, come il fermo magnetico per la clip della cerniera del vano ad accesso rapido, oppure come il sistema di aggancio del cavalletto regolabile, in modo da poter ospitare treppiedi di tutte le dimensioni.

Basato sulla tecnologia costruttiva Vanguard che ingloba molta aria nei tessuti e negli elementi strutturali, nonostante la mole ha un peso a secco che le prime volte stupisce. Il vano principale, dotato dei classici elementi di separazione con bordi in velcro per la personalizzazione degli spazi, può ospitare una reflex con teleobiettivo ad ampia apertura montato e diversi altri obiettivi e accessori, come ad esempio flash. Il vano superiore ha sempre accesso dal retro dello zaino e può lasciare parte del suo spazio all'espansione di quello inferiore non essendoci soluzione di continuità (se non quella data dai separatori) e avendo una parte delle pareti ricoperta di velcro. Lo spazio a disposizione può ospitare molti altri oggetti, tra cui uno o due corpi macchina, obiettivi e flash.

La cerniera nella parte frontale dona invece accesso a un'ampia tasca, alta come tutto lo zaino, all'interno della quale riporre documenti e oggetti vari. La tasca viene proposta riempita da una custodia imbottita per laptop fino a 15,6" che vi trova comodamente spazio. Le cerniere di questa tasca e del vano superiore, poste sui bordi ed eventualmente soggette a stress meccanici, sono protette da questi ultimi grazie a fibbie collegate a cinghie, aiutano a sopportare i carichi. Lo schienale e gli spallacci utilizzano la stessa tecnologia costruttiva con aria inglobata, sono molto morbidi e soprattutto offrono una ampia gamma di regolazioni per essere adattati al meglio alle esigenze di diverse corporature. Anche la fascia lombare è molto imbottita e regolabile in altezza. Il prezzo consigliato al pubblico di € 329,00 rende questa proposta adatta a un pubblico esigente.

Lo zaino meno 'strutturato' di quelli che abbiamo provato è Versapack 200 AW di Lowepro, che si presenta come una borsa leggera, in stile 'urban', a due spallacci, utile per trasportare una reflex con ottica montata, due obiettivi e qualche accessorio, ad esempio un flash, nel vano inferiore (dotato di separatori in velcro) e altro materiale in quello superiore. L'accesso alla macchina fotografica richiede lo sgancio delle fibbie e l'apertura di una cerniera, non è quindi previsto un accesso rapido.

Entrambi i vani offrono tasche di diverse dimensioni utili per lo stoccaggio di accessori come schede di memoria, filtri e simili. Nella parte alta e in quella inferiore del frontale due tasche nascondono il sistema di aggancio per il treppiede, in grado di ospitare cavalletti anche di dimensioni considerevoli, nonostante quelle dello zaino siano contenute. Nonostante la struttura semplice offre cintura pettorale e lombare, integrando inoltre delle pratiche cinghie sul fondo per il fissaggio di oggetti leggeri, come ad esempio una giacca arrotolata. Completa il quadro la copertura antipioggia estraibile dal retro del fondo dello zaino.

Tra le proposte del mercato che non siamo riusciti a provare segnaliamo quelle del marchio Tenba, in particolare la linea Messenger, dedicata a un pubblico giovane che vuole combinare il trasporto di reflex e laptop. Proposte ben note agli appassionati sono quelle poi dei marchi Kata e National Geographic, che offrono soluzioni molto tecniche, adatte anche alle situazioni estreme.

BenQ Monitor