Sony Alpha 33 e 55 con tecnologia Translucent Mirror

Sony Alpha 33 e 55 con tecnologia Translucent Mirror

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Abbiamo avuto moto di provare, sebbene per un tempo brevissimo, le nuove fotocamere Sony Alpha 33 e 55, dotate di tecnologia Translucent Mirror. Ecco le nostre prime impressioni, in attesa di un test approfondito”

Sony α33 e α55, caratteristiche e differenze

  Sony Alpha 33 Sony Alpha 55
Sensore

APS-C 'Exmor' APS HD CMOS

Sensibilità ISO

da 100 a 12800, estendibile a 25600 solo in JPEG

Dimensione massima
immagini in pixel:

4592x3086
 
4912 x 3264
Risoluzione 14,2 milioni di pixel effettivi 16,2 milioni di pixel effettivi
FPS Advance Priority AE: 7FPS di picco
Continui: 6FPS
Advance Priority AE: 10FPS di picco
Continui: 6FPS
Display

3", risoluzione 921.600 punti

Shutter speed

da 60 a 1/4000 (sec.)

GPS Assente Integrato
Scatti in raffica JPEG Fine: 16 frame
JPEG Standard: 20 frame
RAW: 7 frame
RAW + JPEG: 7 frame
JPEG Fine: 35 frame
JPEG Standard: 39 frame
RAW: 20 frame
RAW + JPEG: 20 frame
Formati memory card:

SD/SDHC/SDXC/MemoryStick Pro Duo

Stabilizzazione e pulizia sensore integrati

Sony α55 sfrutta un sensore CMOS di nuova generazione battezzato APS-C Exmor APS HD CMOS, capace di 16,2Mpixel effettivi. Sony chiama con lo stesso nome, forse per accomunare la filosofia costruttiva, anche quello utilizzato sulla α33, dove i Mpixel "scendono" a 14,2. Si tratta di un sensore già utilizzato su altri modelli, ad esempio sulle Sony EVIL NEX-3 e NEX-5, nonché sulle fotocamere reflex Nikon di recente generazione e pari risoluzione massima, sebbene tutta la logica di gestione differisca da modello a modello.

Come anticipato nella prima pagina, il sistema autofocus è sempre attivo, sia durante la ripresa di foto a raffica, sia durante la registrazione di filmati Full HD 1080i. Si potrà quindi beneficiare della più precisa messa a fuoco a rilevazione di fase. Il puntamento è affidato al mirino elettronico definito Tru-Finder, o in alternativa direttamente dal display posteriore da 3".

Sony α55 promette raffiche a 10fps con tracking autofocus, un valore davvero elevato per la fascia di prezzo a cui verrà venduta, indicativamente intorno ai 900 Euro con IVA e obiettivo 18-55 in dotazione. Una buona notizia per chi è alla ricerca della prima macchina di un certo livello da usare in ambito sportivo e fotonaturalistico, senza spendere un capitale. Sony α33 arriva a 7 frame al secondo con tracking autofocus attivo, con un valore che risulta anche in questo caso di gran lunga superiore alla media delle reflex di pari prezzo (circa 750 Euro, sempre con obiettivo "standard" 18-55). Le due fotocamere, come tutte le Sony Alpha, integrano la stabilizzazione d'immagine tramite spostamento del sensore, affiancata dalla funzionalità Auto HDR e 3D Sweep Panorama, come sulle recenti Sony NEX.

La sensibilità ISO delle due macchine si estende da 100 a 12800 ISO, con la possibilità di spingersi fino a 25600 ISO in modalità Multi Frame NR Mode. Come spiegato dagli executive Sony presenti al briefing, questa modalità combina 6 scatti per contenere l'insorgenza del rumore. Sony α55 dispone inoltre del sistema GPS per il geotagging delle foto, assente sul modello α33. Entrambe le fotocamere hanno flash integrato a scomparsa e accettano schede di memoria SD/SDHC/SDXC e Memory Stick PRO Duo.

BenQ Monitor