Olympus E-PL1 PEN: primi scatti dal Photoshow 2010

Olympus E-PL1 PEN: primi scatti dal Photoshow 2010

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Al Photoshow 2010 abbiamo avuto la possibilità di scattare per un paio d'ore con la nuova Olympus E-PL1 PEN, terza nata della famiglia: ecco i primi scatti e le nostre impressioni”

Olympus E-PL1 PEN - Primo contatto

Avendo bene in mente l'impostazione delle precedenti PEN e delle reflex Quattro Terzi di casa Olympus, prendendo in mano la E-PL1 si nota subito la diversa impostazione filosofica. La pressione del tasto centrale del joypad permette l'accesso a un menu di regolazione molto semplificato e dedicato ai profani della fotografia.

Modificando parametri come luminosità, tinta, colori freddi e caldi, sfocato, l'utente meno smaliziato va ad agire inconsapevolmente su funzionalità come il bilanciamento del bianco, l'apertura, la compensazione dell'esposizione, pur senza conoscendole, ma regolandone l'effetto finale. Ai puristi della fotografia questo concetto potrà apparire orripilante, ma certamente è quel "ponte" in grado di unire il mondo delle compatte punta e scatta a quello della fotografica più evoluta.

Agendo sul pulsante menu i parametri impostabili dall'utente e l'interfaccia sono gli stessi delle reflex e delle altre PEN e anzi, saltando da un menu all'altro, l'utente più profano può scoprire quali sono i parametri che si modificano per avere una foto più sfocata, dai colori più intensi oppure meno calda.

La piccola PEN ha come vocazione l'uso in completo o parziale automatismo e l'assenza delle ghiere penalizza pesantemente l'uso in manuale. La regolazione di tempi e diaframmi in quel caso passa attraverso l'uso del joypad a 4 vie, con un processo non del tutto facilmente assimilabile e comunque molto meno reattivo e intuitivo rispetto all'uso della doppia, ma anche della singola, ghiera.

Il resto delle sensazioni è simile a quello delle precedenti PEN. Ingombri e peso si posizionano a metà tra il mondo compatte e reflex, nello stesso terreno battuto dalle bridge. L'obiettivo kit 14-42mm (28-84mm equivalenti) è collassabile e riesce a contenere molto gli ingombri una volta chiuso. L'uso di una focale fissa come ad esempio il 17mm f/2.8 pancake esalta ulteriormente questo aspetto.


ISO 100

ISO 200

ISO 400


ISO 800


ISO 1600

ISO 3200

Il tempo per testare la fotocamera è stato esiguo, anche in considerazione della necessità di raccogliere in giornata tutto il materiale per news e report dalla fiera. Vi proponiamo qui sopra una serie di foto a diversi valori ISO e poi una galleria fotografica con alcune delle immagini scattate, sfruttando la vocazione per gli automatismi e i filtri artistici della fotocamera.

Articoli correlati

Panasonic Lumix G2: primo contatto e primi scatti

Panasonic Lumix G2: primo contatto e primi scatti

Abbiamo passato un pomeriggio in compagnia di un esemplare pre-serie della nuova Panasonic Lumix G2, a lato del press briefing di presentazione dei due nuovi modelli Micro Quattro Terzi Lumix G2 e G10
Olympus PEN: ecco i primi scatti in anteprima della E-P1

Olympus PEN: ecco i primi scatti in anteprima della E-P1

Dopo mesi di attesa e dopo uno strettissimo embargo Olympus ha presentato la sua prima fotocamera Micro Quattro Terzi la Olympus PEN, che si rifà al passato con un cuore digitale


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: task- pubblicato il 30 Marzo 2010, 22:30
bella macchina, prestazione praticamente da reflex in un corpo praticamente da compatta
Commento # 2 di: tengo famiglia pubblicato il 31 Marzo 2010, 00:22
ah c'avessi i soldi mi piace tanto.
Gli obiettivi mi sembrano un pò fondo da bottiglia, qualche bel obiettivo fisso compatto sarebbe il mio corredo perfetto da viaggio.
Commento # 3 di: Kappa76 pubblicato il 31 Marzo 2010, 09:54
Ma nella galleria molte foto hanno i colori esageratamente saturi.. sopratutto il rosso.. E' un filtro? E' il mio monitor? oppure è la Pen?

Per il resto sembra interessante, certo che regolare i parametri con i tasti è di una scomodità assurda.. potevano lasciare una ghiera di controllo.

Poi il prezzo... siamo sui 600 euro in kit con una lente.. come la EP1 e come la panasonic GF1.. mi pare un po' troppo.
Commento # 4 di: zaltiboy pubblicato il 31 Marzo 2010, 11:43
Io in rete l'ho trovata (e ordinata) ad una cinquantina di euri in meno.

Rispetto alla E-P1 costa meno ed ha il flash in più!!! Oltre che ad un miglior grip e ad una gestione dell'immagine leggermente migliorata.
La GF1, oltre a costare un centinaio di € in più, ti costringe a scattare sempre in RAW, mentre la Olympus produce anche JPEG validi.
Commento # 5 di: ||Fasse|| pubblicato il 31 Marzo 2010, 14:08
La famiglia PEN si allarga... PEN - primo contatto mmmhhh che titoli piacevoli
Commento # 6 di: GiulianoPhoto pubblicato il 31 Marzo 2010, 15:42
@fasse

ahahahahahaha

tornando al post direi che olympus è sulla strada giusta per schiacciare finalmente il patetico settore bridge che obbiettivamente non ha più alcun senso.
BenQ Monitor