In Senegal con Olympus E-620, 8mm, Kodak Zx1, Garmin 400t

In Senegal con Olympus E-620, 8mm, Kodak Zx1, Garmin 400t

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Come portare a casa il maggior numero di ricordi dai viaggi delle nostre vacanze? Foto, video e traccia GPS possono essere una buona base. Ecco la Olympus E-620 con obiettivo 8mm, la Kodak Zx1 e il Garmin Oregon 400t messi alla prova in questo reportage dal Senegal”

ZUIKO DIGITAL 14-45 mm 1:3.5-5.6 e ED 8mm 1:3.5 Fisheye

Accanto allo zoom standard di prima generazione ZUIKO DIGITAL 14-45 mm 1:3.5-5.6 il protagonista di questa recensione itinerante della Olympus E--620 è l'obiettivo ZUIKO DIGITAL ED 8mm 1:3.5 Fisheye, di focale equivalente pari a 16mm su formato 35mm. Anche in questo caso una tabella ne raccoglie le principali caratteristiche, mentre per l'elenco completo delle funzionalità è possibile visitare la pagina dedicata sul sito italiano Olympus:

Modello ZUIKO DIGITAL ED 8 mm f3.5
Lunghezza focale 8 mm
Lunghezza focale equivalente nel formato 35 mm 16 mm
Costruzione 10 elementi in 6 gruppi, inclusa una lente ED
Angolo di campo 180°
Distanza minima di messa a fuoco 13,5 cm
Massimo rapporto di riproduzione 0,22x (Rapporto di riproduzione eq. al 35mm 0,44x)
Area minima inquadrata 75 x 132 mm
Diaframma Numero di lamelle del diaframma 7
Diaframma massimo f3.5
Diaframma minimo f22
Dimensioni 79 mm (D) x 77 mm (L)
Peso 485 grammi
Paraluce Integrato

Una delle prime cose che salta all'occhio di questo obiettivo, a parte la copertura di 180° sulla diagonale, è il peso: nell'accoppiata con il corpo della E-620 è lo ZUIKO a far salire maggiormente l'ago, nella fattispecie di 10 grammi. Se la E-620 si fa notare anche per leggerezza, la coppia ha un peso più da prosumer che da entry-level.

Questo obiettivo a focale fissa include una lente a bassisima dispersione e un diaframma a 7 lamelle. L'apertura massima di f/3.5 è un ottimo valore se confrontato con quanto offerto da questo tipo di ottiche; in questo caso la scelta di Olympus e degli appartenenti al consorzio Quattro Terzi di creare da zero un sistema reflex per il digitale, puntando su obiettivi telecentrici, ha permesso di arrivare alla creazione di un ottimo vetro, luminoso e abbastanza compatto.

Si tratta di un obiettivo della serie Pro e quindi con caratteristiche di rilievo: guarnizioni contro acqua e polvere, lente ED, indicazione della distanza di fuoco sul barilotto, distanza minima di messa a fuoco pari a 13,5 cm. Dotato di paraluce integrato si caratterizza per una elevata sporgenza della lente frontale, che richiede un po' di cura nell'uso.

Segue: Kodak Zx1  Pagina successiva
BenQ Monitor