Ricoh CX2: figlia di una buona tradizione

Ricoh CX2: figlia di una buona tradizione

di Matteo Cervo , pubblicato il

“Ricoh CX2 è una fotocamera compatta che sostituisce il precedente modello CX1. Caratterizzata da uno zoom grandangolare da 10,7x di ingrandimento, vanta 9.3 Mp effettivi su sensore CMOS”

Prova sul campo: analisi del rumore

Come di consueto analizziamo il comportamento del complesso: fotocamera, sensore, elaborazione attraverso l'indagine alle mire ottiche e Gretag Macbeth. Il test alle mire mette in mostra un valore di nitidezza pari a 1589 LW/PH per le sensibilità da 80 a 200 ISO, già a 400 ISO la nitidezza cala per concludere a 1600 ISO con una confusione di dettagli che se osservata solo a partire dalle mire lascerebbe molto perplessi.

1219 LW/PH la nitidezza che il sistema raggiunge alla sensibilità massima. A tutte le sensibilità rimane costante la presenza di moirè sia per quanto riguarda la risoluzione verticale che quella orizzontale.


A sinistra il comportamento alle mire a 100 ISO, a destra a 1600 ISO, porzione centrale del fotogramma.

Il comportamento alle Gretag Macbeth è buono e mette in luce un contenimento del rumore efficace anche se con una discreta perdita di informazioni ad alte sensibilità. I cromatismi fantasma sono presso che assenti lungo tutta la gamma ISO e una grana leggera ed omogenea diventa percepibile a partire da 400 ISO.

Sensibilità Ingrandimento al 100% Ingrandimento al 100%
80 ISO
100 ISO
200 ISO
400 ISO
800 ISO
1600 ISO

A seguito dei suggerimenti raccolti dai commenti dei lettori affianchiamo a partire da questa recensione una porzione al 100% delle mire ottiche alle Gretag Macbeth. Speriamo sia utile per fornire un migliore colpo d'occhio sui contributi del rumore e della corrispondente perdita di nitidezza al crescere della sensibilità di lavoro. 

BenQ Monitor