Comparativa reflex: Nikon D300s VS Canon Eos 7D

Comparativa reflex: Nikon D300s VS Canon Eos 7D

di Matteo Cervo , pubblicato il

“Le due nuove nate nel settore APS-C si prefigurano come l'acquisto alla portata dell'amatore esigente così come del professionista che desidera un corpo leggero ma performante. Alla sbarra Canon e Nikon”

Prova sul campo: autofocus

Purtroppo il tempo a nostra disposizione per eseguire prove e test sui due apparecchi è stato breve, il comportamento sul campo è quello che alla fine restituisce le maggiori sensazioni  a caldo, rimanderemo ad un prossimo futuro una analisi più approfondita. L'occasione per testare l'efficacia dei sistemi AF è stata una amichevole partita di tennis che gli amici di HWUpgrade, Antonio e Laura, hanno offerto come base di lavoro e alcuni test in velocità durante la fase di avvicinamento di un treno alla banchina . Le condizioni di luce sono pessime: cielo velato e campo in ombra aperta poichè posto alle spalle di un palazzo, il tardo pomeriggio nuvoloso ha imposto una dominante colore fredda.

Le fotocamere sono state impostate in modo da acquisire scatti alla massima velocità di raffica concessa, con modulo AF regolato sull'inseguimento predittivo del soggetto e lettura a matrice. La focale grandangolare ci ha spinto a scattare durante le corse da fondo campo fino a rete per raccogliere palle corte ed analizzare così quante immagini vengono mantenute a fuoco per ogni raffica eseguita. Nelle prove sulla ferrovia, il test consisteva nel riuscire a mantenere agganciato il soggetto che si avvicinava frontalmente alla fotocamera.

 

Canon Eos 7D - 1600 ISO 8 fps priorità diaframmi F/4
   

Passando con il mouse sopra ogni miniatura potrete visualizzare un ingrandimento dell'immagine originale. La sequenza scattata dalla Eos 7D inizia con un un'immagine fuori fuoco, dovuta al rapido cambio di inquadratura rispetto al momento precedente. Il secondo fotogramma vede il soggetto correttamente a fuoco e tale rimane fino alla conclusione della sequenza, anche quando la rete entra nell'inquadratura occupando dal primo piano allo sfondo.

La reattività e accuratezza del sistema AF Canon ci ha soddisfatto anche in altre sequenze in cui i giocatori eseguivano scarti laterali o non seguivano una traiettoria costante. La focale grandangolare diventa in questo caso un arma a doppio taglio poichè permette di allungare molto i piani immagine tra loro ma propone una profondità di campo molto elevata anche a bassi valori di apertura. Questo comporta una difficile definizione di cosa si trovi effettivamente a fuoco o fuori fuoco. D'altra parte una maggiore porzione di spazio viene inquadrata e all'interno di questa trovano posto molti più elementi di disturbo che potrebbero mandare in crisi il sistema AF.

Stesso discorso possiamo fare anche per Nikon che adotta il 12-24 mm, non una immagine è stata persa impostando la priorità alla messa a fuoco ma dobbiamo ammettere che spesso il tempo di attesa per recuperare il fuoco corretto era abbastanza elevato. Questa caratteristica si riduce man mano che stringiamo sul soggetto, ad esempio adottando la focale da 50 mm. Il treno rimane agganciato senza problemi anche quando è lanciato ad alta velocità.

Nikon D300s - 1600 ISO 7 fps priorità dei diaframmi F/4

Non possiamo dare un giudizio quantitativo sulla bontà dei sistemi AF proposti dalle due reflex ma possiamo affermare che qualitativamente non lasceranno deluso chi vuole cimentarsi in scatti di azione. Per entrambi i modelli è necessario un periodo di educazione dell'operatore che deve comprendere bene le modalità di lavoro impostabili da menu in maniera da ottenere i risultati migliori per le differenti occasioni di scatto e la tipologia di obiettivo montato.

BenQ Monitor