Comparativa reflex: Nikon D300s VS Canon Eos 7D

Comparativa reflex: Nikon D300s VS Canon Eos 7D

di Matteo Cervo , pubblicato il

“Le due nuove nate nel settore APS-C si prefigurano come l'acquisto alla portata dell'amatore esigente così come del professionista che desidera un corpo leggero ma performante. Alla sbarra Canon e Nikon”

Presentazione: Nikon D300s parte II

Sulla spalla destra e sinistra si raccolgono i pulsanti di accesso alle funzioni di maggiore utilizzo: sensibilità ISO, bilanciamento del bianco, qualità immagine e velocità di scatto che sulla D300s si attesta a 7 fps, valore che sale a 8 fps con battery pack opzionale.

Il display retroilluminato sulla spalla destra contiene le informazioni di scatto, qualità immagine, raffica, modalità esposimetrica, livello batteria e programma in uso. Raccolti attorno al pulsante di otturazione troviamo il tasto di modifica del programma di ripresa e il pulsante di compensazione esposizione. Il selettore di accensione e spegnimento concentrico all'otturazione, consente tempi di risposta molto elevati.

Sopra la calotta che protegge il pentaprisma è integrato il flash a scomparsa che copre un angolo di campo di campo equivalente a quello offerto da un obiettivo da 16 mm, aspetto molto interessante per un illuminatore a scomparsa poter supportare focali grandangolari.

Sotto la scocca in abs, contenuti nel corpo in lega di magnesio troviamo il cuore e il cervello della fotocamera, rispettivamente il sensore CMOS DX di Nikon da 12,3 Mp e il processore Expeed di ultima generazione. Il sensore è corredato da un convertitore analogico/digitale a 14 bit, successivamente alla conversione, il flusso dati viene trattato interamente a 16 bit attraverso un processo che vede impegnati tre differenti blocchi di elaborazione:

Un ulteriore aspetto permesso dal processore Expeed è l'eliminazione delle aberrazioni cromatiche laterali indipendentemente dal tipo di obiettivo utilizzato. L'analisi viene effettuata sull'immagine e non a partire dai dati dell'obiettivo, risultando così applicabile anche a quei vetri che non sono dotati di CPU. Le sensibilità di lavoro si estendono da 200 a 3200 ISO e possono essere espanse verso il basso fino a 100 ISO così come verso l'alto arrivando a 6400 ISO.

Prima di iniziare un analisi più approfondita riportiamo in tabella le principali caratteristiche come specificato dal produttore:

Tipologia Fotocamera digitale reflex ad ottiche intercambiabili, pentaprisma fisso
Attacco obiettivo Attacco Nikon F (con accoppiamento AF e contatti AF)
Angolo di immagine effettivo Fattore di conversione di 1,5x (Formato DX Nikon)
Pixel effettivi 12.3 Mp
Sensore di immagine Sensore CMOS da 23.6x15.8 mm
Pixel totali 13.1 Mp
Sistema di riduzione della polvere Si
Dimensione immagini [L]: 4288 x 2848 p;

[M]: 3216 x 2136 p;

[S]: 2144 x 1424 p;

Formato file NEF (Raw): 12 o 14 bit, compressi senza perdita, compressi o non compressi

TIFF (RGB)

JPEG

Raw + Jpeg

Picture Control Standard, Neutro, Saturo, Monocromatico, nove picture control personalizzabili
Supporto di memoria Compact Flash conformi UDMA, Secur Digital conformi SDHC
Slot doppia card Entrambe le schede possono essere utilizzate come schede principali; è possibile utilizzare la scheda secondaria come eccedenza o per il backup oppure per la memorizzazione separata di immagini in formato NEF e in formato JPEG; è possibile copiare le immagini fra le card
Mirino Mirino reflex con obiettivo singolo a pentaprisma con copertura di circa il 100% ed  ingrandimento 0,94 x
Otturatore Otturatore sul piano focale con scorrimento verticale e comando elettronico
Tempo di sincro flash X: 1/250 s; otturatore sincronizzato su 1/320 s o su un tempo più lungo
Modalità di scatto Singolo fotogramma, continuo a bassa velocità, continuo ad alta velocità, scatto silenzioso, autoscatto, Mirror Up
Raffica Con batteria in dotazione Li-Ion da 1 a 7 fps, con battery pack fino a 8 fps
Misurazione esposimetrica TTL con sensore RGB da 1005 pixel
Metodi di misurazione Color Matrix 3D II (obiettivi tipo G e D); Color Matrix II (altri obiettivi CPU)

Ponderata centrale 75% con peso al centro modificabile

Spot: 2% centrato sui punti AF

Portata (equivalente 100 ISO, F/1,4) Matrix o ponderata centrale: 0 - 20 EV

Spot: 2 - 20 EV

Accoppiamento misurazione esposimetrica Combinato CPU e AI
Modi di esposizione Auto programmata P, priorità dei tempi S, priorità dei diaframmi A, manuale M
Compensazione dell'esposizione DA - a + EV con incrementi 1/3, 1/2 o 1EV
Bracketing DA 2 a 9 fotogrammi in step si 1/3, 1/2, 2/3 o 1 EV
Sensibilità ISO da ISO 200 a ISO 3200 in step di 1/3, 1/2 o 1 EV
D-lighting attivo Selezionabile tra Auto, molto Alto, ALto, Normale, Moderato o spento
Bracketing D-Lighting DA 2 a % fotogrammi con livelli di intensità variabili in base al numero dei fotogrammi selezionato; per due fotogrammi è possibile scegliere tra off e un determinato livello
Autofocus Modulo Nikon Multi-Cam 3500 DX con rilevazione di fase TTL, regolazione fine, 51 punti AF (compresi 15 sensori a croce) e illuminatore ausiliario AF (da 0,5 a 3 m circa)
Campo di rilevazione da -1 a + 19 EV
Modo di messa a fuoco AF- singolo, continuo, messa a fuoco ad inseguimento preventiva attivata automaticamente in base allo stato del soggetto in AF singolo e continuo - Manuale: telemetro elettronico supportato
Punti AF selezionabili tra 51 o 11 punti
Modi area AF Punto AF singolo, area AF dinamica, Area AF auto
Blocco della messa a fuoco si con pressione a mezza corsa del pulsante di scatto in AF-singolo oppure tramite pressione del tasto AE-L/AF-L
Flash incorporato Sollevamento manuale con rilascio del pulsante, numero guida 17 ( ISO 200) o 12 ( ISO 100 equivalenti)
Controllo Flash TTL: fill-flash con bilanciamento i-TTL e standard i-TTL per fotocamere con sensore RGB a 1.005 pixel;
Modi flash Sincro sulla prima tendina, sincro sui tempi lenti, sincro sulla seconda tendina, riduzione occhi rossi, riduzione occhi rossi con sincro sui tempi lenti
Compensazione Flash DA -3 a +1 EV con incrementi di 1/3, 1/2, o 1 EV
Bracketing Flash DA 2 a 9 fotogrammi in step da 1/3, 1/2, 2/3 o 1 EV
Bilanciamento del bianco Auto (TTL con sensore di immagine normale + sensore RGB 1.005 pixel), incandescenza, fluorescenza (7 opzioni), luce solare diretta, flash, nuvoloso, ombra, manuale predefinito (possibilità di memorizzare fino a 5 valori) e impostazione della temperatura colore da 2500 K a 10000 K; regolazione fine disponibile per tutte le opzioni
Bracketing bilanciamento del bianco Da 2 a 9 fotogrammi in step di 1,2 o 3
Modalità Live view Cavalletto e a mano
AF in live view Cavalletto: AF con rilevazione del contrasto su qualsiasi punto del fotogramma;

A mano: autofocus a rilevazione di fase TTL con 51 punti AF (compresi 15 punti a croce)

Dimensioni Filmati 1280x720 p a 24 fps

640x480 a 24 fps

320x216 a 24 fps

Formato del file AVI
Formato di compressione Motion Jpeg
AF video Disponibile AF a rilevazione di contrasto su un punto desiderato all'interno del fotogramma (modo Cavallletto)
Audio Registrabile attraverso il microfono mono incorporato oppure tramite un microfono stereo esterno opzionale
Massima dimensione dei filmati 5 min alla risoluzione di 1280x720; circa 800 MB

20 min alla risoluzione di 640x480; Circa 950 MB

20 min alla risoluzione di 320x216; circa 500 MB

Monitor LCD TFT da 3" e 920.000 punti 8 (VGA) in polisilicio con angolo di visione di 170°, circa 100% di copertura dell'inquadratura
Interfaccia USB, A/V out, HDMI tipo C, Jack mini-pin stereo da 3,5 mm, terminale remoto a dieci poli per collegare un controllo9 remoto opzionale, un unità GPS GP-1 o un dispositivo GPS conforme NMEA01B3
Alimentazione Batteria ricaricabile Li-ion EN-EL3e in dotazione, battery pack acquistabile separatamente, adattatore presa rete CA EH-5a acquistabile separatamente
Dimensioni 147 x 114 x 74 mm
Peso 840 g senza batteria e schede di memoria
Ambiente operativo Temperatura da 0 a 40° C con percentuale di umidità senza condensa 85% o inferiore
BenQ Monitor