Leica M9: ritorno al futuro

Leica M9: ritorno al futuro

di Matteo Cervo , pubblicato il

“Leica torna alle origini della fotografia e lo fa proponendo un sensore digitale 24x36 mm ad equipaggiare il nuovo modello della serie M, una fotocamera che ha fatto la storia della fotografia.”

Corpo e comandi

Leica M9 si presenta con lo stile inconfondibile in linea con la serie M: corpo in metallo con finiture lucide nere, comandi essenziali e ghiere di regolazione dei tempi in metallo zigrinato. Buona parte del corpo è cinto da una striscia in pelle nera che facilita la presa.

Il fronte della fotocamera ospita il mirino e le due finestre utili alla messa a fuoco a telemetro e alla cellula esposimetrica. La baionetta vede alla sua sinistra il pulsante di sgancio dell'obiettivo e alla sua destra la leva che modifica le cornici del mirino per aiutare il fotografo nella composizione con diversi tipologie di obiettivo.

Il dorso è essenziale e viene occupato da una serie di comandi sul lato sinistro del display LCD TFT da 2,2" e 230.000 punti; sul lato destro di quest'ultimo è presente un unico tasto che accede al menu ed una ghiera di selezione usata per visualizzare le immagini in revisione e gestirne l'ingrandimento. Al centro della ghiera è contenuto il dial di navigazione che scorre le diverse voci di menu e permette di impostare i parametri della fotocamera.

La parte superiore della fotocamera riporta al centro la slitta a contatto caldo che supporta la lettura flash TTL di Leica, a destra la ghiera di selezione dei tempi di otturazione e modalità di lavoro semi automatico in priorità dei diaframmi; all'estremo è presente il pulsante di scatto contenuto in un selettore circolare a quattro vie che permette l'accensione dell'apparecchio e la scelta della modalità di scatto. singolo, continuo, autoscatto.

 

Il fondello della Leica M9 nasconde al suo interno gli scomparti batteria e scheda di memoria; viene aperto tramite una maniglietta che ricalca quella utilizzata sui modelli a pellicola. Al posto di sostituire il rullino si accede alla batteria agli ioni di Litio e alla scheda SD/SDHC.

La sensazione restituita al tatto è di estrema solidità, la fotocamera è compatta ma forte. Le dimensioni contenute permettono tranquillamente di tenerla al collo, protetta sotto il lembo della giacca ma sempre pronta allo scatto, come è nella sua natura. Possono essere montate tutte le lenti serie M ma viene consigliato l'utilizzo delle ultime serie dotate di codifica ottica a 6 bit.

La fotocamera riconosce l'obiettivo in uso e compensa tramite i dati contenuti in una libreria nella memoria interna, le aberrazioni cromatiche e geometriche che affliggono l'obiettivo. Per le nostre prove abbiamo utilizzato un grandangolo da ritratto ambientato come il Leica 35 mm F/2 ASPH. Le dimensioni del corpo macchina si attestano a 139x80x37 mm per un peso complessivo di 585 g batteria esclusa.

Modello Leica M9
Tipologia Fotocamera digitale compatta con sistema a telemetro ed ottiche intercambiabili
Baionetta Baionetta Leica M con sensore ottico per identificazione obiettivi dotati di codifica a 6 bit
Sensore immagine CCD 23,9 x 35,8 mm da 18,5 Mp
Formati file DNG compresso e non compresso, Jpeg su due livelli di compressione
Spazio colore Adobe RGB, sRGB
Bilanciamento del bianco Auto,Manuale, 7 valori preimpostati
Supporto di memoria SD/SDHC
Esposimetro Misurazione TTL con prevalenza al centro e diaframma all'apertura di lavoro
Mirino Mirino a telemetro con compensazione automatica della parallasse
Regolazione diottrica Regolazione di fabbrica su -0,5 diottrie, disponibili lenti di correzione da -3 a +3 diottrie, opzionali
Corrispondenza tra mirino e immagine effettiva Alla distanza di messa a fuoco di un metro, le dimensioni della cornice luminosa corrispondono con precisione a quelle del sensore 23,9x35,8 mm. Con messa a fuoco all'infinito e in base alla lunghezza focale, il sensore copre da circa il 7,3% (28 mm) al 18% (135 mm) in più rispetto a quanto mostrato in cornice. Si ottiene il contrario se la distanza di messa a fuoco è inferiore a un metro.
Tempi di posa 32 s - 1/4000 s ; autoscatto a 2 s, 12 s
Dimensione immagini 4272x2586

3264x2160

2144x1424

1632x1080

Qualità immagine Jpeg super fine/ Jpeg fine/DNG + Jpeg super fine/ DNG + Jpeg fine
Filmati No
Raffica 2 fps per 8 immagini consecutive
Display Monitor TFT da 2,2" da 230.000 p
Slitta a contatto caldo Si, compatibile con SF24D,SF58
Interfaccia Mini USB 2.0
Alimentazione Batteria Li-Ion dedicata 1900 mAh
Dimensioni 139x80x37 mm
Peso 585 g batteria inclusa
Software in dotazione Adobe Photoshop Lightroom
BenQ Monitor